Greenstyle Alimentazione Mangiare in fretta fa ingrassare, studio conferma

Mangiare in fretta fa ingrassare, studio conferma

Mangiare in fretta fa ingrassare, studio conferma

Mangiare troppo in fretta fa ingrassare. Alcuni ricercatori della University of Roehampton e della Bristol University avrebbero confermato questa credenza popolare, affermando che coloro che mangiano più velocemente sono anche quelli più esposti al sovrappeso.

Lo studio è stato condotto su circa 800 londinesi, adulti e bambini, che hanno risposto a un questionario relativo alle loro condizioni di forma e alle abitudini alimentari. La pubblicazione è avvenuta sulla rivista Clinical Obesity.

Mangiare in fretta e ingrassare, lo studio

Stando ai risultati presentati dai ricercatori delle due università, non vi sarebbe differenza apprezzabile nella risposta di adulti e bambini. Entrambi sarebbero più soggetti al sovrappeso e a un maggiore IMC (Indice di Massa Corporea) qualora siano abituati a mangiare in fretta.

All’interno del questionario è stato chiesto di valutare il proprio ritmo nel mangiare, da molto lento a molto veloce. Di ciascuno volontario sono state annotate anche le caratteristiche fisiche come età, peso, circonferenza della vita e IMC.

A una maggiore velocità è corrisposta una maggiore propensione verso un più largo girovita e un più alto IMC. Ha commentato la Dr.ssa Leigh Gibson, autrice principale dello studio, sottolineando proprio l’importanza della similarità tra adulti e bambini:

Precedenti studi hanno analizzato l’associazione tra consumo di cibo in fretta e incremento delle calorie ingerite focalizzandosi unicamente sui bambini.

Ad ogni modo, riconoscendo l’impatto su adulti e bambini siamo stati capaci di smontare la credenza che gli adulti sono immuni dall’effetto del mangiare in fretta sull’obesità che è stato definito per i bambini.

La stessa Dr.ssa Gibson ha concluso affermando che il moderare la velocità di ingestione del cibo può rappresentare un’arma importante nel combattere l’obesità e il sovrappeso:

Le linee guida per la prevenzione dell’obesità nei bambini e negli adulti devono essere riviste affinché prendano in considerazione non solo le tipologie, la qualità e la quantità del cibo consumato, ma anche la velocità di consumo. Rallentando e allungando i tempi dei nostri pasti possiamo mantenere il girovita e l’IMC sotto controllo.

Fonte: Clinical Obesity

Seguici anche sui canali social