Greenstyle Mobilità Auto Huawei produrrà auto elettriche? Svolta dopo le sanzioni USA

Huawei produrrà auto elettriche? Svolta dopo le sanzioni USA

Huawei produrrà auto elettriche? Svolta dopo le sanzioni USA

Fonte immagine: Raysonho via Wikimedia

Huawei entrerà nel mercato delle auto elettriche, trovando così un nuovo campo d’azione dopo le sanzioni USA sui dispositivi elettronici? È questa la voce che si rincorre da giorni sulle principali testate economiche internazionali, tuttavia non confermata dall’azienda. Eppure una possibile svolta sulla mobilità per Huawei non stupirebbe, considerando come moltissime Big Tech stiano pensando a vetture elettriche. A partire da Apple.

La notizia è stata diffusa negli scorsi giorni da Reuters, anche se la società cinese ha voluto ridimensionare le indiscrezioni apparse sulla stampa. Al momento, di conseguenza, non sembra esserci ancora nulla di certo.

Huawei e le auto elettriche

Secondo quanto riferito da Reuters, il colosso dell’elettronica cinese avrebbe deciso di entrare nell’universo delle auto elettriche, producendo una vettura a proprio marchio. Una strategia di compensazione, forse, dopo lo stop negli Stati Uniti sui dispositivi elettronici. Un blocco che ha costretto aziende come Google – la società che fornisce il sistema operativo Android per gli smartphone – a rimuovere l’accesso ai suoi Servizi, privando quindi il produttore giapponese di funzionalità molto richieste come il Play Store.

Stando alla stampa internazionale, Huawei potrebbe aver avviato degli incontri preliminari con Chongqing Changan Automobile Co., per lo sviluppo e la produzione di un’auto elettrica. Un portavoce ha voluto però smentire questa indiscrezione, specificando sempre all’agenzia di stampa Reuters:

Huawei non è un produttore di automobili, invece mira a fornire componenti a questi produttori.

Come già accennato, sono molte le società tecnologiche che guardano con interesse al mercato auto. Ormai da anni si susseguono le indiscrezioni su Apple, ad esempio, che starebbe lavorando sul suo misterioso “Project Titan” per il lancio di un veicolo targato mela morsicata, a guida autonoma e completato con funzioni di realtà aumentata a bordo. Nel frattempo, Reuters riferisce che Xiaomi – uno dei principali rivali di Huawei a livello internazionale – stia “osservando con interesse il settore”, sebbene nessun progetto sia stato formalizzato.

Fonte: Bloomberg/Reuters

Seguici anche sui canali social