Grano Saraceno: cos’è, coltivazione e ricette

Grano Saraceno: cos’è, coltivazione e ricette

Fonte immagine: Pixabay

Grano saraceno: tutti ne abbiamo sentito parlare, in pochi sappiamo davvero cosa sia e come inserirlo all'interno delle nostre ricette.

Il grano saraceno è una pianta a fiore appartenente alla famiglia delle Poligonacee. Per le sue caratteristiche nutrizionali e l’impiego alimentare, questo vegetale è stato sempre collocato commercialmente tra i cereali, pur non essendolo. È tuttavia considerato un cereale minore e cioè appartiene a quel gruppo di colture che ha subito, nel corso degli anni, una diffusione sempre più ridotta. L’elevato valore biologico delle sue proteine (14,1% contro 9,2% del frumento tenero e 8,5% della farina di mais) che contengono gli otto aminoacidi essenziali in proporzione perfetta. Dal grano saraceno le api producono il miele nazionale della Lettonia.

Grano Saraceno: benefici e ricette

Grano Saraceno: ricette da provare
Fonte: Pixabay

I benefici del grano saraceno

Il grano saraceno rispetto ad altri cereali a tantissimi vantaggi:

  • Basso valore glicemico: il suo numero è il 40 e il grosso lato positivo è che si trova sotto tantissime forme, a partire dalla pasta. Essendo il tasso glicemico così basso si configura come un alimento adatto ai diabetici.
  • Ricco di fibre: fa molto bene all’intestino: in 100 grammi di grano saraceno troviamo 6 grammi di fibre.
  • Riduce Colesterolo: L’apporto di fitosteroli, unito a uno stile di vita corretto, aiuta a mantenere bassi i livelli del colesterolo cattivo nel sangue.
  • Fonte di amminoacidi essenziali: i semi del grano saraceno apportano buone quantità di lisina, treonina e triptofano: fondamentali per il rinnovamento delle cellule dell’organismo!
  • Pieno di sali minerali (presenti ferro, fosforo, rame, selenio, potassio e zinco) e vitamine (del gruppo B e la vitamina PP, poi contiene rutina, un flavonoide che rafforza i capillari)

Ricette da provare

Coltivato soprattutto in Valtellina e nel Sud Tirolo e, in generale, in aree montane dove la temperatura non va oltre i 20°C può essere utilizzato nelle minestre, per la preparazione di dolci o biscotti ed è disponibile sotto forma di chicchi, farina pasta e gnocchi. Insomma con il grano saraceno c’è davvero da sbizzarrirsi ma attenzione perché è un potente allergene in grado di indurre, in pazienti sensibilizzati, anche reazioni acute per cui prima di inserirlo in dieta fate dei test allergici o provate ad assumerne in piccole quantità. In questo articolo vi proponiamo una ricetta!

Insalata di grano saraceno e verdure

Ingredienti:

  • 300 g di Grano Saraceno Nuova Terra
  • 4 carote
  • 2 pomodori
  • 1 mazzetto di basilico
  • 10 capperi
  • 50 g di olive verdi
  • 100 grammi di formaggio vegetale a cubetti

Preparazione:

Il primo passo da compiere è quello di lessare le carote, lasciando bollire una pentola d’acqua e immergendole per circa 15 minuti. Poi procedi a sciacquare il grano saraceno sotto l’acqua corrente e poi tostandolo in padella con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva. Tagliate a dadini pomodori, carote e formaggio vegetale aggiungendo in una ciotola basilico, olive e capperi.  Inserisci il grano saraceno insieme a pomodori e, per i più golosi, anche il mais. A questo punto non resta che condire il nostro piatto con olio, sale e pepe. L’insalata verde è pronta, gustosa e da servire a tavola. Si può aggiungere anche un filo di aceto balsamico e con un bicchiere di vino a fianco la cena non vi sarà mai sembrata così piacevole.

 

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A