Greenstyle Alimentazione Dieta Dieta del supermetabolismo: menù e quanti Kg si perdono

Dieta del supermetabolismo: menù e quanti Kg si perdono

Dieta del supermetabolismo: menù e quanti Kg si perdono

Fonte immagine: Pixabay

La dieta del supermetabolismo è tra le diete che fanno dimagrire velocemente. Molto gettonata e seguita, è da annoverare tranquillamente trai regimi alimentari che promettono una rapida perdita di peso con poco sforzo.

Nota anche con il nome inglese di “Fast Metabolism Diet”, la dieta del supermetabolismo circola già da diversi anni. A idearla è stata, nel “lontano” 2013, la nutrizionista Haylie Pomroy, una guru delle star quando si parla di perdita di peso rapida.

La Pomroy ha infatti ideato una dieta dimagrante veloce, facile da seguire e, a quanto sembra, anche piuttosto efficace.

Pare infatti che la dieta del supermetabolismo sia capace di farti perdere 10 kg in un mese. In che modo? Semplicemente accelerando il tuo metabolismo, grazie a una ben precisa serie di alimenti, assunti in un altrettanto ben preciso ordine.

In realtà questa dieta non nasce con il solo scopo di far perdere peso. La dieta del supermetabolismo potrebbe essere impiegata anche nel trattamento di patologie come diabete, colesterolo alto, malattie metaboliche e nella normalizzazione dei livelli della glicemia.

Ma la Fast Metabolism Diet sarà davvero efficace? E in che modo funziona la dieta del supermetabolismo Preparati a scoprire tutto quello che vorresti sapere sulla dieta preferita dalle star.

Come funziona la dieta del supermetabolismo?

In primo luogo, se anche tu non ami seguire diete a lungo termine (su questo punto torneremo più avanti), devi sapere che quella del supermetabolismo potrebbe essere la dieta adatta a te, poiché dura solamente 28 giorni ed è suddivisa in tre diverse fasi, che chiameremo semplicemente “fase 1”, “fase 2” e fase 3”.

Durante ciascuna di queste fasi, saranno indicati una serie di alimenti da assumere, altri da evitare. Inoltre, in ciascuna fase è consigliato un determinato tipo di attività fisica, che può andare da quella cardio fino al pilates, allo yoga e persino alla meditazione.

Prima di esaminare lo schema della dieta del supermetabolismo, dobbiamo però dare un’occhiata alle regole generali da conoscere.

Le regole della dieta del supermetabolismo: come perdere 10 kg in un mese

Abbiamo visto che la dieta della Pomroy è suddivisa in tre fasi e che in ciascuna fase sono compresi determinati tipi di alimenti. Prima di vedere di quali si tratta, è utile conoscere le regole generali per seguire correttamente la dieta, e cioè:

  1. Consumare 5 pasti al giorno (ogni 3-4 ore nell’arco della giornata): 3 pasti principali e due spuntini
  2. Fare colazione entro i primi 30 minuti dopo la sveglia
  3. Bere abbastanza acqua nell’arco della giornata, in modo da mantenersi sempre ben idratati
  4. Fare sport almeno 3 volte a settimana
  5. Durante le fasi della dieta è vietato assumere cibi contenenti zuccheri, caffeina e bevande alcoliche
  6. La soia è sconsigliata, fatta eccezione per i prodotti necessari per chi segue una dieta vegana o vegetariana, in tal caso, fai attenzione che non si tratti di soia OGM
  7. Evita di consumare dolcificanti artificiali
  8. Scegli preferibilmente alimenti biologici ed evita quelli OGM.

Dieta del supermetabolismo: schema settimanale

Hai appena appreso le poche regole della dieta del supermetabolismo. A questo punto, è giunto il momento di esaminare le tre diverse fasi che la compongono. Ricorda che possono essere ripetute per circa 3 o 4 settimane.

Fase 1 (lunedì e martedì)

La prima fase (lunedì e martedì) rappresenta un momento di relax per il nostro organismo. In questa fase farai scivolare via ogni tensione, privilegerai alimenti come verdure, frutta (ad esempio pere, mango, ananas e melone), proteine magre e carboidrati (come farina d’avena, riso integrale, o pasta di farro). Bisognerà invece evitare i prodotti lattiero caseari.

In questa fase, i carboidrati dovrebbero avere la funzione di incoraggiare le ghiandole surrenali a produrre meno cortisolo, anche detto “ormone dello stress” e preparare l’organismo a sbarazzarsi dei chili in eccesso.

Ecco un esempio di menu per questa prima fase:

  • Colazione: una porzione di frutta accompagnata da cerali
  • Pranzo e cena: cereali con proteine, quali salumi magri, carne bianca, pesce magro. Ad esempio, potresti optare per del cous cous con pollo e verdure.
  • Spuntini: frutta.

Fase 2 (mercoledì e giovedì)

Durante questa seconda fase (mercoledì e giovedì) cercheremo di sviluppare una maggiore massa muscolare e di sbarazzarci del grasso. Come? Consumando perlopiù proteine magre (carne magra, salumi, pesce e pollo), e verdure non amidacee (cavoli, broccoli, spinaci e cavolo cappuccio).

Non è invece possibile consumare frutta, cereali e legumi. Saranno vietati, anche in questa seconda fase, i latticini.

Ma cosa mangiare con la dieta del supermetabolismo nella fase 2? Il menu questa volta potrebbe comprendere:

  • Colazione e spuntini: omelette con albumi e verdure o salmone affumicato
  • Pranzo e cena: carni magre, pesci o insaccati magri e contorno di verdure. Ad esempio, potresti regalarti dell’ottimo pesce al forno con contorno di verdure.

Fase 3 (venerdì, sabato e domenica)

La terza fase della dieta del Supermetabolismo serve ad accelerare il metabolismo e a bruciare i grassi. Va seguita il venerdì, il sabato e la domenica, prevede 3 giorni in cui è possibile consumare cereali, proteine e grassi buoni. Sono ammesse anche verdura e frutta, la frutta secca, i semi e il cocco.

In questa terza fase, il menu prevede:

  • Colazione: frullato con frutta e latte vegetale
  • Pranzi e cene: salmone con insalata o legumi e verdure.
  • Spuntini: frutta fresca o frutta secca.

Lo sport nella dieta del supermetabolismo

Come tutte le altre diete, anche quella formulata dalla Pomroy deve essere abbinata a della regolare attività fisica. Al contrario di altre diete, però, quella del supermetabolismo abbina un diverso tipo di attività a ciascuna delle tre fasi.

  • Fase 1: lunedì e martedì potresti svolgere dell’attività fisica di tipo aerobico, come la corsa, la camminata veloce, il ballo o lo step.
  • Fase 2: mercoledì e giovedì sono giorni dedicati al sollevamento pesi, utile per bruciare i grassi.
  • Fase 3: nel fine-settimana la dieta prevede un allenamento rilassante. Andranno benissimo lo yoga e il pilates, ma anche il massaggio e la meditazione sono consigliati come “allenamento” all’insegna del relax.

Come aumentare il metabolismo con lo sport?

Il nostro tasso metabolico, la velocità del nostro metabolismo, può ricevere una spinta in avanti grazie al giusto tipo di attività fisica.

Per aumentare il cosiddetto speed metabolico, gli esperti consigliano di cimentarsi in un allenamento ad alta intensità, High Intensity Interval Training o HIIT workout, che alterna brevi sessioni di allenamento particolarmente intenso a sessioni meno impegnative, grazie al quale è possibile accelerare il metabolismo e bruciare grassi anche quando siamo a riposo.

Dieta supermetabolismo: ricette italiane

dieta del supermetabolismo
Fonte: Pixabay

A questo punto, diamo un’occhiata ad alcune ricette per chi intende seguire una dieta del supermetabolismo italiana. Nello specifico, vedremo come preparare dei piatti per la colazione e per il pranzo o per la cena.

Frullato di frutta

Per la prima fase, potresti fare un frullato di frutta sano e leggero per la tua colazione. La preparazione è facilissima, gli ingredienti necessari sono solo tre. Vediamo quali sono e il procedimento.

Ingredienti

  • Fiocchi d’avena: 2 cucchiai
  • Fragole: mezza tazza
  • Latte vegetale: 100 ml.

Procedimento

Versa il latte, i fiocchi d’avena e la frutta all’interno del frullatore. Aggiungi del ghiaccio se ti va, frulla per bene tutti gli ingredienti. Versa il frullato in un bel bicchierone, decoralo con una fragola ed ecco pronta una colazione completa e nutriente.

Ghiaccioli sani e light

Dal momento che l’estate è praticamente arrivata, perché non rinfrescarci con dei ghiaccioli fatti in casa e diet-friendly? Per la tua gioia, prepareremo dei gelati con ananas e latte di cocco buonissimi. Leggi la lista degli ingredienti e il procedimento da seguire.

Ingredienti

  • Un ananas sbucciato e tagliato a pezzettoni
  • Latte di cocco, una tazza piccola
  • Cioccolato fondente a pezzettini, 40 grammi.

Procedimento

Versa in un frullatore l’ananas e il latte di cocco, frullali insieme finché non avrai ottenuto un composto omogeneo e ben liscio. Quindi, aggiungi la granella di cacao e mescola gli ingredienti. Versa il composto negli stampi per ghiaccioli e mettili in freezer. Attendi qualche ora, ecco pronta la tua merenda.

Petto di pollo al forno

Infine, occupiamoci del pranzo o della cena e prepariamo un petto di pollo diverso dal solito. Come sempre, dai un’occhiata alla lista degli ingredienti e allaccia il grembiule.

Ingredienti

  • Petto di pollo
  • Sale e pepe
  • Olio d’oliva (ammesso nella fase 3)
  • Mix di erbe aromatiche a scelta.

Procedimento

La ricetta è talmente veloce che la prima cosa che dovrai fare sarà accendere il forno. Preriscaldalo a 180 gradi, e nel frattempo prepara una teglia, dove potrai disporre il pollo. Quindi, spennella con l’olio e aggiungi un pizzico di sale, pepe e le erbe aromatiche. Inforna il tutto e hai finito.

La cottura dovrà essere di circa 25-30 minuti.

La dieta del supermetabolismo funziona?

Se ti stai domandando come perdere 10 chili in un mese, probabilmente questa è la dieta che fa per te. Secondo numerose testimonianze, la dieta del supermetabolismo potrebbe infatti favorire una sostanziale perdita di peso. È dovuto, essenzialmente, all’eliminazione di molti cibi ipercalorici e trasformati e all’introduzione di alimenti come frutta, verdura, cereali integrali e così via.

In più, la dieta prevede anche lo svolgimento di almeno 3 allenamenti a settimana, quindi può certamente favorire una perdita di peso. Tuttavia, è stata evidenziata una certa difficoltà nel riuscire a seguire un simile regime alimentare a lungo termine.

In più, ricordiamo che eliminare intere categorie di alimenti, anche solo per alcuni giorni a settimana, potrebbe provocare delle carenze alimentari o degli squilibri, per cui è sempre più saggio seguire una dieta bilanciata e sostenibile a lungo andare.

Seguire diete veloci per perdere peso in 5 giorni, in una settimana o, come in questo caso, in un mese, può senz’altro farti perdere i chili indesiderati, Ma senza un piano alimentare equilibrato, i chiletti non tarderanno a ripresentarsi.

La soluzione più intelligente rimane quindi quella di affidarsi a un nutrizionista o a un dietologo che sia in grado di formulare una dieta personalizzata, che comprenda tutti gli alimenti nelle giuste quantità, da abbinare a della regolare attività fisica.

Seguici anche sui canali social