Coronavirus: le mascherine fai da te sono davvero efficaci?

Coronavirus: le mascherine fai da te sono davvero efficaci?

Fonte immagine: Pixabay

Spopolano online tutorial per costruire mascherine fai da te contro il coronavirus, dalla carta da forno alle lenzuola, ma sono davvero efficaci?

L’emergenza dovuta alla diffusione del nuovo coronavirus 2019-nCoV ha determinato una condizione di estrema scarsità per la fornitura di strumenti igienici, come le mascherine. Riuscire ad acquistare questo indispensabile dispositivo è ormai impresa ardua: le farmacie attendono ormai da giorni la consegna di nuovi stock, mentre online i prezzi lievitano alle stelle. E così molti hanno deciso di realizzarle con il fai da te, proponendo anche comodi tutorial sui social network. Ma le mascherine autoprodotte sono davvero efficaci per contenere la diffusione del virus?

Mascherine fai da te: i tutorial in rete

Sono moltissime le proposte apparse in rete e sui media televisivi per realizzare delle mascherine fatte in casa. Armati di ago, filo e pinzatrice, in tanti hanno realizzato dei prodotti partendo dalla carta da forno, dal riciclo di vecchie lenzuola, impiegando panni antistatici per la pulizia della polvere e molto altro ancora. Non è mancata di certo la creatività per rispondere alla carenza nella distribuzione di questi strumenti, ma sulla possibile sicurezza di tali ritrovati non vi è accordo.

A cosa servono le mascherine

Per quanto qualsiasi tipo di barriera sul volto possa ritornare utile per limitare il contagio – la logica di base è quella di evitare che le goccioline di saliva altrui, le cosiddette “droplet“, entrino in contatto con naso e bocca – sulla reale efficacia di materiali home-made contro il coronavirus non vi è certezza. Le autorità sanitarie hanno infatti spiegato come le uniche mascherine protettive siano quelle dotate di apposite proprietà filtranti, caratteristiche che non possono di certo essere riprodotte in casa riciclando la carta da forno oppure scampoli di stoffa.

Mascherine efficaci, quali sono

Al momento, le uniche soluzioni considerate sicure per scongiurare il contagio da coronavirus sono le seguenti:

  • Mascherine FFP2: sono certificate per catturare il 94% delle particelle dannose presenti nell’aria, catturando elementi nocivi – dagli inquinanti ai germi – fino a 0.6 μm;
  • Mascherine FFP3: sono ideate per catturare il 99% delle particelle dannose nell’aria, sempre di dimensioni fino a 0.6 μm;
  • Mascherine N95 o N99: classificazione statunitense con caratteristiche praticamente sovrapponibili rispettivamente alle FFP2 e alle FFP3.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)