Greenstyle Cani Skye Terrier

Skye Terrier

Tutto quello che volevi sapere sullo Skye Terrier, antica razza scozzese: aspetto, colore del mantello (e perché non esiste lo Skye Terrier a pelo corto), peso, allevamenti, dove trovarlo, malattie, costo dei cuccioli e qualche curiosità. Uno degli Skye Terrier più famosi è stato di sicuro Greyfriars Bobby: ha passato 14 anni della sua vita davanti alla tomba del padrone morto. Ma andiamo a conoscere meglio questa razza canina.

Skye Terrier

Fra le razze canine più antiche della Scozia figura di sicuro lo Skye Terrier. Noto anche come Terrier of the Western Isles, si tratta di una delle razze di cani autoctone del Regno Unito più rare e difficili da trovare. Di sicuro qui da noi non è molto comune vedere uno Skye Terrier a meno di non frequentare mostre o esposizioni. Alla sua base ci sono diverse razze, fra cui anche i progenitori del Carn Terrier. Effettivamente, se lo si guarda bene, lo Skye Terrier assomiglia a un mix fra uno Yorkshire Terrier e un Cairn Terrier.

Storia e origini

Da tutti considerata una delle più antiche razze scozzesi, qualcuno sostiene che la razza sia originaria dell’isola di Skye, nelle Ebridi. In realtà non si sa da dove sia nata questa razza in quanto nel Settecento e Ottocento era chiamata in diversi modi. L’unica cosa cerca è che arriva dalla Scozia.

Aspetto e colore del mantello del Skye Terrier

Skye Terrier grigio
Fonte: Pleple2000, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Lo Skye Terrier è la razza n. 75 della FCI, facente parte del Gruppo 3 – Terrier, Sezione 2 – Terrier di piccola taglia (gamba corta), senza prova di lavoro. Originario della Gran Bretagna, o meglio, della Scozia, viene utilizzato come terrier (in origine cane da caccia, adesso cane da compagnia). È un cane di piccola taglia, lungo, con mantello di buona lunghezza e molto forte nel posteriore.

Standard di razza del Skye Terrier

Questo è lo standard di razza Enci dello Skye Terrier:

  • Testa: cranio con stop leggero, tartufo nero, muso forte, mascelle con chiusura a forbice e occhi marroni. Le orecchie possono essere sia erette che cadenti. Nel primo caso sono ricoperte di frange, hanno i margini esterni diritti e quelli interni inclinati. Nel secondo caso, il padiglione auricolare è più grande e cade piatto e aderente al cranio
  • Collo: lungo e leggermente arcuato
  • Corpo: lungo e basso, con dorso orizzontale e torace ovale e lungo
  • Coda: quando è pendente, la parte superiore cade e la seconda metà è curva. Quando è alzata, non è più alta della linea dorsale. Deve essere frangiata
  • Arti: anteriori con spalla ampia, avambracci corti e muscolosi, piedi anteriori più larghi dei posteriori. Posteriori forti, con arti corti e muscolosi, ginocchia angolate, garretto angolato, assenza di speroni e piedi più piccoli degli anteriori
  • Andatura: movimento sciolto e attivo, senza sforzo e fluido

Colore del mantello del Skye Terrier

Lo Skye Terrier ha un doppio mantello. Il sottopelo deve essere corto, morbido, fitto e lanoso, mentre il pelo di copertura, ragionevolmente lungo, è duro, dritto e mai arricciato. Il pelo sulla testa tende a essere più corto e soffice, coprendo muso e occhi, ma senza ostacolare la vista.

Come colori del mantello sono ammessi:

  • nero
  • grigio scuro
  • grigio chiaro
  • fulvo
  • crema

Tutte le tonalità hanno le punte nere. I monocolore possono avere sfumature della medesima tinta, con sottopelo più chiaro, ma naso e orecchie devono essere neri. È concessa solo una piccola macchia bianca sul petto.

Taglia: altezza e peso

Come taglia, l’altezza al garrese dei maschi è di 25-26 cm, con le femmine che sono un po’ più piccole. Lo standard di razza non parla proprio del peso dello Skye Terrier, ma in generale deve essere:

  • maschi: 16-18 kg
  • femmine: 12-14 kg

Difetti

Qualsiasi deviazione dallo standard viene considerata un difetto. Fra i difetti eliminatori abbiamo:

  • cani aggressivi o troppo timidi
  • qualsiasi evidente anomalia fisica o comportamentale

Carattere del Skye Terrier

Cucciolo di Skye Terrier
Fonte: Pleple2000, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Da standard di razza, il carattere dello Skye Terrier deve essere dignitoso ed elegante. È un cane che ha un solo padrone (diventa quasi morboso con lui), molto diffidente con gli estranei, ma non deve mai arrivare ad essere aggressivo o mordace. Non è un cane facile da gestire in quanto ha un carattere molto forte. Non ama stare da solo e non vuole stare in disparte, deve partecipare alla vita di famiglia.

Simpatico e molto agile, originariamente ricorda che era un cane da caccia in tana. Anche se adesso è diventato un cane da compagnia, non tollera la presenza di altri piccoli animali intorno a lui. Il che vuol dire che se hai un criceto o una cavia, forse è bene non lasciarli liberi quando c’è uno Skye Terrier in giro. Tuttavia è anche vero, che grazie a questo aspetto del suo carattere, intorno a casa probabilmente non avrai più topi o ratti.

A chi è adatto?

Lo Skye Terrier è un cane adatto a chi vuole un cane che sia morbosamente solo affezionato a lui. Non lo consigliamo ai neofiti, forse è meglio iniziare da un terrier con un carattere più malleabile (se mai esiste un terrier così). Non adatto a chi sta troppe ore fuori casa o a chi non ha molto tempo da dedicare al suo cane.

Alimentazione, salute e malattie

L’alimentazione dello Skye Terrier non differisce da quella di altri cani di piccola taglia, siano essi di razza o meno. Sia che tu scelga un’alimentazione commerciale (crocchette/scatolette) o casalinga, chiedi sempre consiglio al tuo veterinario.

Ricordati sempre di suddividere la razione giornaliera in 2-3 pasti, lasciando acqua fresca sempre a disposizione.

Particolare cura dovrai prestare nello spazzolare il mantello e nella pulizia di orecchie, occhi e denti.

Malattie

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono sviluppare, indipendentemente dalla razza o dalla taglia, ecco che nello Skye Terrier vediamo più spesso:

  • lussazione del cristallino
  • glaucoma
  • malattia di Von Willebrand
  • colite ulcerativa
  • Skye limp o zoppia del cucciolo
  • Ernia del disco
  • mutazione gene MDR1 e resistenza ai farmaci
  • tumori

Dove trovare un Skye Terrier

Puoi trovare un cucciolo di Skye Terrier presso allevamenti professionali, allevamenti amatoriali o privati che fanno cucciolate.

L’alternativa è quella di provare a contattare le Rescue che si occupano del recupero di specifiche razze o cercare in canile o nei rifugi se c’è qualche meticcio che gli assomiglia.

In tutti i casi, ricordati sempre che nessun cane può essere venduto, ceduto o regalato se sprovvisto di microchip. Il microchip deve essere inserito a nome del proprietario della madre del cucciolo che provvederà poi a effettuare il passaggio di proprietà a nome del nuovo proprietario.

Quanto costa un cucciolo di Skye Terrier

Questa volta non è facile dirti quanto costa un cucciolo di Skye Terrier in quanto qui da noi ci sono pochissimi allevamenti. Di sicuro, vista la rarità della razza, aspettati un prezzo più alto di quello di altri terrier molto più diffusi come lo Yorkshire o il Jack Russell Terrier.

Ricordati che per essere sicuro che quel cane che stai prendendo sia davvero uno Skye Terrier e non un meticcione peloso che gli assomiglia, devi esigere il Pedigree. Inoltre la legge italiana prevede che nessun cane possa essere venduto come cane di razza se sprovvisto di Pedigree. Un cane senza Pedigree può essere venduto, ma solo come cane che, fenotipicamente, assomiglia a quella determinata razza, ma che non può essere definito di razza o venduto come tale in quanto non ha il Pedigree.

Curiosità

Skye Terrier Bobby

Ecco alcune curiosità sullo Skye Terrier:

  • Non esiste lo Skye Terrier a pelo corto: al massimo il mantello è un pochino più corto sulla testa, ma una delle caratteristiche peculiari di questo cane è avere un mantello ragionevolmente lungo. Se noti esemplari con pelo corto o sono stati toelettati o, come succede con gli Yorkshire Terrier, sono frutto di una selezione non proprio corretta
  • Lo Skye Terrier più famoso di tutti è stato Bobby. Vissuto nel 1800, era il cane di una guardia notturna di noem John Gray. Inseparabili per due anni, ad un certo punto Gray morì di tubercolosi. Seppellito in un cimitero della città vecchia di Edimburgo, ecco che Bobby, per tutto il resto della sua vita (14 anni), fece la guardia alla tomba del padrone. Si allontanava solo per mangiare al ristorante vicino al cimitero o per ripararsi dal freddo nelle case lì vicine. Proprio a Edimburgo si può vedere la statura eretta in onore di Bobby
  • La durata di vita media di uno Skye Terrier è di 12-15 anni
  • Non esiste il Pokémon Skye Terrier

Perché prendere un Skye Terrier?

Se ami i terrier e vuoi, forse potresti prendere in considerazione l’idea di cercare uno Skye Terrier. Purtroppo qui da noi sono difficili da trovare, dovresti avere maggior fortuna andando nel Regno Unito. Ricordati che tende ad essere una razza alquanto diffidente con gli estranei e che sceglie un solo padrone in casa, persona a cui rimarrà fedele a vita.

Fonti:

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Parvovirosi nel cane: cause, sintomi, cure
Animali

La parvovirosi è una malattia infettiva e molto contagiosa del cane. Chiamata anche gastroenterite emorragica, colpisce soprattutto i cuccioli. Spesso il suo decorso è mortale. Il Parvovirus è molto resistente nell’ambiente. I sintomi sono quelli di una grave gastroenterite con vomito, diarrea emorragica, e disidratazione. Dopo aver fatto diagnosi differenziale col cimurro, si attua una cura sintomatica visto che non esiste una terapia specifica. Tuttavia esiste un vaccino.