Greenstyle Cani Pastore Maremmano Abruzzese

Pastore Maremmano Abruzzese

Pastore Maremmano Abruzzese

Fra le razze di cani italiane, quella più grande è di sicuro il Pastore Maremmano Abruzzese. Noto anche come Pastore Maremmano, Pastore Abruzzese o cane da pastore Maremmano Abruzzese, vista la sua mole e il suo pelo candido è immediatamente riconoscibile. Con spiccata attitudine alla guardia, ha un carattere molto forte e indipendente, motivo per cui non è consigliata per i proprietari meno esperti.

Storia e origini

Le origini più antiche del Pastore Maremmano Abruzzese risalgono agli antichi cani da guardia bianchi del Centro Europa. Questi progenitori erano molto diffidenti e reattivi. Arrivati in Italia dal Medio Oriente, gli antenati della razza erano già presenti in centro Italia in epoca romana, salvo poi diffondersi nell’entroterra grazie alla transumanza.

Per il primo standard di razza dobbiamo aspettare il 1924. Fino al 1958, il Pastore Abruzzese e il Pastore Maremmano erano considerate due razze diverse, tanto che nel 1950 venne fondata un’associazione per il Pastore Abruzzese e nel 1953 una per il Maremmano. Solamente nel 1958 l’Enci decise di unificare le due razze sotto un unico standard: a causa della transumanza, le due tipologie di cani si erano praticamente fuse (il che spiega perché anche adesso ci siano diverse tipologie di Maremmano, pur facendo tutte parte della stessa razza).

Aspetto e colore del mantello del Pastore Maremmano Abruzzese

Pastore Maremmano Abruzzese aspetto

Il Pastore Maremmano Abruzzese è la razza n. 201 della FCI. Originaria dell’Italia, fa parte del Gruppo 1 – Cani da pastore e bovari (esclusi Bovari svizzeri), Sezione 1 – Cani da pastore (senza prova di lavoro). Cane da guardia, usato soprattutto per proteggere greggi e case, si presenta come un cane di taglia grande, di forte costituzione e aspetto rustico. L’aspetto è maestoso.

Standard di razza del Pastore Maremmano Abruzzese

Questo è lo standard di razza ENCI del Pastore Maremmano Abruzzese:

  • Testa: cranio ampio, stop appena accentuato, tartufo abbastanza grosso con narici aperte e grandi, nero. Labbra e occhi son pigmentati di nero. Le mascelle hanno una chiusura a forbice, gli occhi sono ocra o castano scuro. Le orecchie sono pendenti e mobili, di forma triangolare con apici a punta e mai arrotondati
  • Collo: grosso, muscoloso, ricoperto da pelo folto che forma un collare soprattutto nel maschio e senza giogaia
  • Corpo: tronco solido, linea superiore rettilinea fino alla groppa dove discende leggermente, garrese un po’ elevato sulla linea del dorso, lombi muscolosi, groppa larga, forte e muscolosa, torace ampio con coste ben cerchiate
  • Coda: inserzione bassa, pendente in stazione e portata sulla linea del dorso con punta lievemente ricurva in attenzione. Molto ricca di pelo, ma senza frange
  • Arti: anteriori con spalla muscolosa, lunga e inclinata, braccio muscoloso, gomito aderente, avrambraccio dritto e verticale, carpo forte, asciutto e verticale, piede grande, tondo, dita serrate, ricoperte di pelo, unghie nere (tollerate quelle marroni). Posteriori dritti, coscia lunga, larga e muscolosa, ginocchio fermo, gamba con muscolatura asciutta, garretto spesso e largo, metatarso robusto, largo e senza speroni (devono essere presenti, invece, nel Pastore dei Pirenei), piedi grandi, meno rotondi dell’anteriore, dita serrate e ricoperte di pelo, unghie meglio se nere (tollerate quelle marroni)
  • Andatura: passo e trotto allungato

Colore del mantello del Pastore Maremmano Abruzzese

Il mantello ha un pelo molto abbondante, lungo e ruvido al tatto. Solitamente aderente al corpo, è tollerata una lieve ondulazione. Il mantello deve formare un collare ricco intorno al collo, con frange limitate sulla parte posteriore degli arti. Il pelo è corto su muso, cranio, orecchie e margine anteriore delle zampe. Il sottopelo è abbondante solo d’inverno.

L’unico colore di mantello ammesso è il bianco monocolore. Sono tollerate, ma solo entro certi limiti, sfumature avorio, limone o arancio pallide.

Taglia: altezza e peso

Come dimensioni, il Pastore Maremmano Abruzzese deve avere altezza al garrese:

  • maschi: 62-73,5 cm
  • femmine: 62-70 cm

Il peso deve essere:

  • maschi: 40-52 kg
  • femmine: 35-45 kg

Difetti

Qualsiasi deviazione dallo standard viene considerata un difetto. Fra i difetti gravi abbiamo:

  • assi crani-facciali convergenti
  • coda arrotolata sul dorso
  • ambio
  • taglia sopra o sotto lo standard

Fra i difetti da squalifica abbiamo:

  • cani aggressivi o troppo timidi
  • cani con evidenti anomalie fisiche o comportamentali
  • naso non pigmentato
  • canna nasale concava o convessa
  • palpebre depigmentate
  • strabismo
  • prognatismo
  • assenza di coda, coda corta, congenita o tagliata
  • mantello riccio
  • monocolore isabella, avorio, macchie isabella o avorio, sfumature nere

Carattere del Pastore Maremmano Abruzzese

Pastore Maremmano Abruzzese

Da standard di razza, il carattere del Pastore Maremmano Abruzzese deve essere quello di un cane devoto al padrone e alla proprietà. È un cane fiero e indipendente, capace di prendere decisioni rapide per conto suo. Come cane, nasce per fare la guardia al gregge, anche in assenza del padrone: da qui deriva un cane energico e riflessivo, capace di decidere con la sua testa cosa fare anche in assenza del suo umano.

Il suo è un carattere molto forte e determinato. Con gli estranei deve essere diffidente, schivo, anche se in teoria non dovrebbe mai essere dichiaratamente aggressivo. Molto attento e vigile, è un cane dal comportamento composto, difficilmente si lascia andare ad eccessi.

Purtroppo talvolta, per via di programmi di selezione che hanno tenuto conto solo della bellezza e non del temperamento o a causa di proprietari inesperti non in grado di gestire un cane così grosso e indipendente, ecco che si hanno soggetti più nervosi e paurosi, anche mordaci che neanche il proprietario riesce a contenere.

A chi è adatto?

Il Pastore Maremmano Abruzzese non è una razza adatta ai proprietari neofiti, a chi non sa gestire cani dall’indole forte e a chi è abituato a razze più docili e accomodanti. Non esattamente adatto alla vita in appartamento, non bisogna neanche compiere l’errore di trascurarlo e abbandonarlo da solo in giardino.

La sua educazione richiede un impegno costante: le questioni gerarchiche di sottomissione con il Maremmano non funzionano, specie se si trova di fronte a un proprietario inesperto o insicuro.

Alimentazione, salute e malattie

L’alimentazione del Pastore Maremmano Abruzzese non differisce da quella di altri cani di taglia grande o gigante, non importa se meticci o di razza. Sia che tu scelga un’alimentazione commerciale fatta di crocchette o scatolette, sia che tu scelga un’alimentazione casalinga, chiedi sempre consiglio al tuo veterinario.

La razione giornaliera deve sempre essere suddivisa in 2-3 pasti, anche per ridurre il rischio di dilatazione dello stomaco. Sempre per lo stesso motivo, evita di fornire al cane cibi troppo fermentescibili, fargli ingurgitare grosse quantità di acqua tutte insieme e non dargli pasti grossi subito prima e subito dopo aver fatto intensa attività fisica.

Malattie

Oltre alle classiche e comuni malattie che tutti i cani possono sviluppare indipendentemente dalla razza o dalla taglia, ecco che nel Pastore Maremmano Abruzzese vediamo spesso:

  • panosteite eosinofilica giovanile
  • displasia dell’anca
  • displasia del gomito
  • complesso della dilatazione/torsione dello stomaco

Dove trovare un Pastore Maremmano Abruzzese

Puoi trovare un cucciolo di Pastore Maremmano Abruzzese in vendita presso allevamenti professionali, allevamenti amatoriali o privati che fanno cucciolate.

In alternativa prova a vedere nei canili se c’è qualche meticcio che gli somiglia o presso le Rescue che si occupano del recupero di specifiche razze di cani.

Se trovi un annuncio online, assicurati di seguire solamente siti affidabili.

Ricordati anche che, per legge, nessun cane può essere venduto, ceduto o regalato se non ha il microchip. Il chip deve essere inserito, entro i due mesi di vita del cucciolo, a nome del proprietario della fattrice che provvederà poi a effettuare i passaggi di proprietà a nome dei nuovi proprietari.

Quanto costa un cucciolo di Pastore Maremmano Abruzzese

Pastore Maremmano cucciolo

Il costo di un cucciolo di Pastore Maremmano Abruzzese varia dai 1.000 ai 1.500 euro. Tuttavia il prezzo può essere maggiore per linee di sangue o genealogie particolari.

Per essere sicuro che quel cane sia davvero un Pastore Maremmano Abruzzese e non un adorabile meticcio a pelo lungo fatto passare per Maremmano, ricordati che chi te lo vende deve sempre darti anche il Pedigree. Il Pedigree, infatti, è l’unico modo per essere sicuro che quel cane sia di razza.

La legge italiana vieta di vendere come cani di razza soggetti sprovvisti di Pedigree. Cani privi di Pedigree possono essere venduti, solo che non possono essere venduti come cani di razza, ma solo come cani che fenotipicamente assomigliano a quella razza, ma che non possono essere definiti o venduti come di razza in quanto non hanno il Pedigree. Il che vuol dire che dovrebbero essere venduti a meno.

Curiosità

Ecco alcune piccole curiosità sul Pastore Maremmano Abruzzese:

  • Pastore Maremmano Abruzzese e Pastore dei Pirenei si assomigliano tantissimo, ma sono due razze ben ditinteNon esiste il Pastore Maremmano nero: l’unico colore di mantello ammesso dallo standard è il bianco. Se vuoi un cane di grossa taglia nero e pelosone, allora prova col Terranova
  • Il Pastore Maremmano impazzisce? No, così come non impazzisce il Dobermann. Però esistono cani non ben educati, socializzati e gestiti che, lasciati a se stessi, tendono a “inselvatichirsi” e diventare più aggressivi
  • Perché il Pastore Maremmano morde? Beh, per gli stessi motivi per cui possono mordere anche altri cani: paura, territorialità, rivalità, difesa (anche del territorio), scarsa educazione…
  • Nel cartone animato Belle e Sebastien (trasposto poi in un film live action), Belle non è un Pastore Maremmano, bensì un Pastore dei Pirenei

Perché prendere un Pastore Maremmano Abruzzese?

Il Pastore Maremmano Abruzzese è un ottimo cane da guardia. Fedele e leale al suo umano, ha uno spiccato istinto di protezione verso la sua famiglia e la sua casa. Tuttavia il suo carattere forte, indipendente e il fatto che tenda a ignorare le gerarchie, possono creare problemi nella sua educazione soprattutto alle persone meno esperte che magari lo prendono perché vedono solo un tenere batuffolo bianco e non riescono a capire che in futuro avranno 50-60 kg di cane da guardia da educare alla perfezione.

Seguici anche sui canali social