Greenstyle Cani Pastore Australiano

Pastore Australiano

Pastore Australiano

Il Pastore Australiano, noto anche come cane da Pastore Australiano o Australian Sheperd o Aussie, è una razza di cane originaria degli Stati Uniti. Nonostante il nome, infatti, non è una razza sviluppatasi in Australia. Il nome deriva dai pastori baschi arrivati negli USA a seguito dei greggi di pecore importati dall’Australia.

È una razza molto popolare: soprattutto negli ultimi anni anche in Italia si vedono parecchi esemplari. Ma andiamo a conoscerla meglio, andando a scoprirne storia, origini, aspetto, colore del mantello, carattere, malattie e tanto altro ancora.

Storia e origini

Pastore Australiano blue-merle
Fonte: Pixabay

Come succede per molte altre razze, anche per la storia e le origini del Pastore Australiano sono state fatte diverse teorie. Quello che è certo è che la razza così come la vediamo oggi si è sviluppata negli Stati Uniti. I primi antenati dell’odierno Australian Shepherd arrivarono negli USA fra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, a seguito dei pastori baschi che accompagnavano le greggi di pecore importate dall’Australia.

Questi piccoli cani venivano chiamati “Little blue dogs”: da qui cominciarono ad allevarli e selezionarli, basandosi soprattutto sull’aspetto lavorativo e non estetico. Da qui nacque l’attuale Pastore Australiano. Fra gli antenati si annovera anche la razza non riconosciuta Smithfield Drover.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale la popolarità del Pastore Australiano crebbe parecchio, grazie anche a film, show televisivi, concorsi ippici e rodei nei quali appariva. Inoltre negli USA veniva e viene tuttora utilizzato come cane da pastore.

Il primo club di razza venne creato nel 1957, mentre uno standard univoco venne proposto nel 1976.

Aspetto e colore del mantello del Pastore Australiano

Australian Shepherd, red-merle
Fonte: Pixabay

L’Australian Shpeherd è la razza n. 342 della FCI: fa parte del Gruppo 1 – Cani da pastore e Bovari (escluso i Bovari Svizzeri), Sezione 1 – Cani da pastore (senza prova di lavoro). Originaria degli Stati Uniti, fa riferimento a un cane da pastore da fattoria e poderi.

Il Pastore Australiano è un cane di media-grossa taglia, leggermente più lungo che largo, proporzionato e con mantello dalle notevoli varietà di colori. Deve essere solido, muscoloso, agile, ma non flessuoso e mai goffo. Il pelo è di moderata lunghezza e ruvidità. La coda può essere naturalmente corta.

Standard di razza del Pastore Australiano

Questo è lo standard di razza Enci del Pastore Australiano:

  • Cranio: la sommità è piata o leggermente arcuata, talvolta presenta una lieve protuberanza occidentale. Lo stop è moderato e ben definito
  • Muso: il tartufo varia a seconda del colore del mantello. Blue-merle e neri hanno tartufo e labbra nere, mentre red-merle e rossi hanno tartufo e labbra marrone. Solo sui merle è concesso avere macchioline rosa (massimo il 25% nei cani che hanno più di un anno, altrimenti viene considerato un difetto grave). Il muso è uguale o lievemente più corto del cranio, arrotondato in punta. Le mascelle hanno chiusura a forbice o a tenaglia.
  • Le orecchie sono triangolari, inserite alte sul capo. Quando il cane è in attenzione si alzano leggermente e si piegano in avanti o di lato, a rosa
  • Occhi: possono essere marroni, blu, ambra o anche qualsiasi combinazione e variante di questi colori, ivi incluse punteggiature e marmorizzazioni. Sono a forma di mandorla. Le rime palpebrali dei blue-merle e dei neri sono nere, mentre nei red-merle e nei rossi sono marroni (color fegato). L’espressione deve essere attenta, intelligente, pronta e zelante. Lo sguardo deve essere acuto e amichevole
  • Corpo: dorso dritto, linea superiore orizzontale. La groppa è moderatamente discendente, il torace non ampio, ma disceso. Le coste sono ben cerchiate e lunghe, mai a botte o piatte
  • Coda: dritta, naturalmente lunga o corta. In Italia è vietato il taglio della coda (nei Paesi dove è concesso deve essere lunga al massimo 10 cm)
  • Arti: l’ossatura degli arti anteriori è ovale, forte. Le scapole sono lunghe, piatte e ben oblique, il braccio è lungo quasi come la scapola e forma con la scapola un angolo quasi retto. L’avambraccio è dritto, perpendicolare al terreno, i metacarpi sono lievemente obliqui e i piedi sono ovali, con dita serrate e arcuate. I cuscinetti sono spessi ed elastici. La larghezza degli arti posteriori è uguale a quella degli anteriori, il ginocchio è ben definito, il garretto abbastanza angolato, i metatarsi sono corti, perpendicolari al terreno e paralleli fra loro. Non sono ammessi speroni. I piedi sono ovali, compatti, con dita serrate e arcuate. I cuscinetti sono spessi ed elastici
  • Andatura: l’andatura è sciolta, facile e calma. È agile e ha un passo bilanciato, capace di cambiare improvvisamente di direzione

Colore del mantello

Il pelo è di media lunghezza, può essere dritto o ondulato, resiste alle intemperie. La quantità di sottopelo varia a seconda del clima. Sulla testa, orecchie, parte anteriore degli arti e sotto i garretti il pelo è corto e liscio. La parte posteriore degli anteriori e culottes sono moderatamente frangiati. Nei maschi ci sono criniera e pettorina moderati.

Veniamo ora al colore, quelli ammessi sono:

  • blue-merle
  • nero
  • red-merle
  • rosso

Tutti questi colori possono essere con o senza macchie bianche e/o focature. Il collare bianco non deve superare il garrese. Il bianco è concesso su collo (collare intero o parziale), petto, arti, parti inferiori del muso, lista sulla testa e può estendersi su fino a 10 cm nella regione inferiore. Il bianco sulla testa non deve mai essere predominante e gli occhi devono essere sempre circondati da colore e pigmento. I merle tendono a diventare più scuri con l’età

Considerazioni sul colore Merle

Visto che il pastore Australiano blue-merle è uno dei colori maggiormente richiesti, è bene fare qualche precisazione su questa colorazione. Il colore Merle di alcune razze di cani dipende da un gene che causa la diminuzione della melanina. Seguendo le combinazioni genetiche, possiamo avere:

  • MM: soggetti omozigote dominanti. Il cucciolo ha entrambi gli alleli del gene Merle con rischio di gravi patologie associate al gene Merle
  • Mm: soggetti eterozigoti, un allele è Merle e l’altro non Merle. Il cucciolo ha il colore del mantello Merle, ma non le patologie annesse. Se però si accoppia con un altro Merle, alcuni cuccioli potrebbero nascere omozigoti dominanti
  • mm: soggetti omozigote recessivi, hanno entrambi gli alleli Merle non mutati, quindi sono di colore solido

Ciò significa che i cani Merle devono essere fatti accoppiare solo ed esclusivamente con cani non Merle.

I cani Merle possono essere blue-merle e red-merle, white o tan. Nel caso di colori striati si definiscono brindle-merle. Un’altra particolarità del gene Merle modificato è che può far cambiare anche il colore degli occhi: i soggetti Merle possono avere occhi azzurri impari (uno azzurro e uno marrone) o anche screziati (marrone screziato in maniera più o men marcata dall’azzurro).

Altre razze di cani che possono manifestare il colore Merle sono i Border Collie, i Collie, il Pastore delle Shetland, il Welsh Corgi Cardigan e il Bassotto Tedesco. Anche alcuni meticci possono manifestare il colore Merle.

Fra le malattie associata all’omozigosi dominanti del gene Merle abbiamo:

  • microoftalmia
  • cecità
  • assenza di occhi
  • sordità
  • riassorbimento fetale
  • morte fetale
  • alterazioni dello sviluppo scheletrico
  • MDR1 (resistenza multipla ai farmaci: i soggetti MM non possono utilizzare tutta una serie di farmaci anche di comune utilizzo in quanto maggiormente sensibili agli effetti tossici)

Taglia: peso e altezza del Pastore Australiano

Come taglia, l’altezza al garrese del Pastore Australiano deve essere:

  • maschi: 51-58 cm
  • femmine: 46-53 cm

Lo standard non parla di peso, ma dovrebbe essere:

  • maschi: 25-32 kg
  • femmine: 16-25 kg

Se ti stai chiedendo quanto pesa un cucciolo di Pastore Australiano, in media un esemplare femmina a 3 mesi dovrebbe pesare fra i 6,5 e i 10 kg, mentre il maschio fra i 9,7 e i 12 kg.

Difetti

Qualsiasi variazione o deviazione allo standard viene considerato un difetto e la penalizzazione sarà proporzionata alla gravità. Fra i difetti gravi ci sono:

  • orecchie erette
  • orecchie pendenti
  • mantelli non tipici

Fra i difetti eliminatori abbiamo:

  • cane aggressivo o pauroso
  • prognatismo
  • enognatismo con più di 0,3 cm
  • macchie bianche sul corpo (bianco sul corpo fra garrese e coda, sui lati fra i gomiti e il dietro del treno posteriore per tutti i colori)
  • evidenti anormalità fisiche o comportamentali

Carattere del Pastore Australiano

Australian Shepherd
Fonte: Pixabay

Il Pastore Australiano è un cane da lavoro intelligente: ha un forte istinto come cane da pastore e come cane da guardia. È leale, attaccato al suo umano. Talvolta con gli estranei è riservato. Raramente è rissoso, solitamente ha un buon carattere.

Il temperamento varia da soggetto a soggetto: molto dipende anche dall’educazione e dalla socializzazione ricevute. Di natura è docile, molto addestrabile: è perfetto anche come cane sportivo e come cane da utility (cane guida, anti-droga e da salvataggio).

Molto attaccato alla famiglia, qui da noi viene utilizzato prettamente come cane da compagnia. È capace di sorridere: solleva le labbra per mostrare i denti, ma non ringhia, sorride solamente (un po’ come fanno anche alcuni Dalmata).

Tende ad andare d’accordo con gli altri cani e si affeziona tantissimo a un membro della famiglia. È estremamente attivo. Ha un forte istinto territoriale.

A chi è adatto?

Il cane da Pastore Australiano è un cane adatto a chi vuole un cane con cui fare attività sportiva (anche agility o corsa) o a chi vuole un cane da utility. Essendo un cane che ha bisogno di fare parecchia attività fisica, non è ideale per le persone che stanno tanto tempo fuori casa o che non amano fare attività fisica.

Alcuni soggetti presentano un temperamento un po’ più forte e deciso della media, difficili da gestire soprattutto per i neofiti. Per educare un cucciolo di Pastore Australiano, soprattutto se si è alle prime esperienze con i cani, il consiglio è quello di rivolgersi a un educatore cinofilo per impostare al meglio il suo programma educativo.

Alimentazione e salute

Per quanto riguarda l’alimentazione del Pastore Australiano, salvo particolari situazioni di allergie e intolleranze alimentari, questi cani non richiedono diete e integrazioni particolari. Si può procedere sia con alimentazione commerciale (crocchette o scatolette per cani di media-grossa taglia) che con alimentazione casalinga (meglio se con dieta formulata specificatamente per quel soggetto dal veterinario o da un nutrizionista veterinario). Chiedi al tuo veterinario come sia meglio procedere.

Malattie del Pastore Australiano

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono contrarre indipendentemente da razza o taglia, nel Pastore Australiano è più frequente vedere:

  • atrofia della retina
  • microoftalmia
  • cataratta
  • morbo di Addison
  • MDR1, resistenza ai farmaci
  • displasia dell’anca
  • displasia del gomito
  • mielopatia degenerativa
  • dermatite solare localizzata al naso
  • dotto arterioso pervio
  • cistinuria
  • epilessia
  • tiroidite autoimmune con ipotiroidismo
  • IBD
  • Lupus
  • pemfigo
  • dermatomiosite
  • glomerulonefrite
  • porpora trombocitopenica idiopatica
  • anemia emolitica immunomediata
  • Sindrome di Legg-Calvé-Perthes
  • vitiligine

Dove prendere un Pastore Australiano?

Aussie cucciolo
Fonte: Pixabay

Puoi trovare un cucciolo di Pastore Australiano in vendita presso allevamenti iscritti all’Enci, presso allevamenti famigliari, da cucciolate fatte nascere da privati o anche tramite annunci online (in questo caso affidati solamente a siti di fiducia e seri).

Quando prendi un cucciolo, ricordati che per la legge italiana nessun cane può essere ceduto, venduto o regalato se sprovvisto di microchip. Quindi il cane deve avere il microchip inserito a nome del proprietario della fattrice. Quando viene acquistato o adottato, si procederà al passaggio di proprietà.

Alternative sono quelle di provare a cercare Aussie o anche incroci in canile, nei rifugi o rivolgersi alle Rescue che si occupano del recupero di questa razza.

Quanto costa un cucciolo di Pastore Australiano?

Il costo di un cucciolo di Pastore Australiano varia dai 600 ai 1.200 euro. Tuttavia i prezzi potrebbero essere anche più alti per soggetti con genealogia o linee di sangue particolari. Fai attenzione a cuccioli venduti a prezzi eccessivamente bassi.

Curiosità

Ecco alcune piccole curiosità sul Pastore Australiano:

  • Il colore Merle può mostrare tantissime variazioni e combinazioni di mantello
  • Oltre al Pastore Australiano blue-merle, al Pastore Australiano red-merle, al Pastore Australiano rosso e al Pastore Australiano nero, esiste anche il Liver merle, il Pastore Australiano marrone merle, ma non è un colore accettato dallo standard di razza
  • In molti confondono il Pastore Australiano con il Border Collie. Tuttavia ci sono delle piccole differenze che permettono di distinguerli. Il Pastore Australiano tende a essere più alto e pesante. Inoltre il Border Collie può avere molti più colori di mantello. L’eterocromia è più probabile vederla nell’Aussie, anche se non è esclusa la sua presenza nei Border Collie. Le orecchie del Pastore Australiano tendono a essere cadenti e non devono mai essere erette, mente quelle del Border Collie possono essere erette o semi-erette

Perché prendere un Pastore Australiano?

Il Pastore Australiano è un cane intelligente, leale e molto legato alla sua famiglia. Perfetto come cane da compagnia, ma solo a patto di fargli fare sufficiente attività fisica in modo da permettergli di scaricare le sue energie. Forse non adatto a chi è alle prime esperienze, vista anche la sua territorialità e istinto alla guardia.

Seguici anche sui canali social