Calorie dello Spritz e alternative valide per un aperitivo durante la dieta

Calorie dello Spritz e alternative valide per un aperitivo durante la dieta

Fonte immagine: Pixabay

È possibile concedersi uno Spritz quando si è a dieta: ecco l'apporto calorico di questa bevanda, la variante light e altri cocktail dietetici.

Calcolare le calorie di un cocktail non è sempre facile, dovendo valutare l’apporto energetico di ciascuno dei componenti soprattutto se si tratta di bevande alcoliche. Lo Spritz è uno dei long drink più apprezzati e consumati, un aperitivo originario del Triveneto che si caratterizza per un retrogusto amaro e una ricetta base abbastanza semplice da replicare, sebbene esistano alcune varianti principali altrettanto diffuse. Il più celebre Spritz, infatti, si prepara unendo vino prosecco, acqua di seltz o soda o anche acqua frizzante e infine Aperol, tuttavia è possibile sostituire quest’ultimo con il Campari o un altro ingrediente amaro. A guarnire il drink è quasi sempre una fetta di arancia fresca.

Apporto calorico

Spritz

Lo Spritz non fa parte della lista dei cocktail più calorici, sebbene come tutte le bevande alcoliche sia sconsigliato durante la dieta finalizzata alla perdita di peso. Per ottenere questo aperitivo occorre miscelare tre parti di vino prosecco, due di amaro e solo uno spruzzo di soda, seltz o acqua frizzante, completando poi con una fetta di arancia. L’apporto calorico per circa 100 millilitri è pari a 90 calorie, quantità che può anche ridursi se si aggiunge del ghiaccio in modo che la componente liquida sia limitata.

Spritz analcolico

Spritz

Per rendere meno calorico lo Spritz, o semplicemente per fare in modo che possa essere consumato anche da coloro che non bevono alcolici o dalle future mamme, ad esempio, è possibile fare riferimento alla ricetta analcolica altrettanto semplice da preparare anche da parte dei più inesperti:

  • due parti di succo di arancia senza zucchero;
  • una parte di bitter analcolico;
  • una spruzzata di acqua frizzante o soda o seltz.

Utilizzando dei cubetti di ghiaccio sul fondo del bicchiere e una fetta di arancia come guarnizione, ecco pronto un delizioso Spritz analcolico e certamente ipocalorico.

Altri aperitivi dietetici

Succo di arancia

Lo Spritz analcolico non è l’unica alternativa per gustare ottimi e rinfrescanti aperitivi che non fanno ingrassare, permettendo comunque di godersi un cocktail in compagnia senza interrompere o compromettere un regime dietetico. Il cocktail Tuttifrutti, ad esempio, è un mix perfetto di alcune tipologie di succhi di frutta selezionati ad hoc in modo da non far lievitare l’apporto energetico della bevanda. Occorre procurarsi una banana frullata, succo di ananas e di arancia rigorosamente non zuccherati, succo di limone e menta fresca per guarnire.

Anche il Virgin Bellini, inoltre, rappresenta una valida alternativa ai cocktail alcolici grazie alla presenza di succo di pesca, succo di limone e acqua frizzante: la bevanda si guarnisce con alcune fettine di pesca fresca. Il Virgin Colada si prepara miscelando succo di ananas e latte di cocco, aggiungendo alcuni cubetti di ghiaccio e del succo di lime, guarnendo con una fettina di ananas fresca dopo aver shakerato il tutto in modo accurato.

Un altro aperitivo light, infine, è il Mimosa analcolico che si prepara miscelando succo di arancia e semplice acqua tonica senza zucchero, decorando con una fettina di arancia fresca da sistemare sul bordo del bicchiere.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Mozzarella fatta in casa, ricetta