Greenstyle Alimentazione Alimenti Castagne al forno: ricette e trucchi per caldarroste morbide e facili da sbucciare

Castagne al forno: ricette e trucchi per caldarroste morbide e facili da sbucciare

Castagne al forno: ricette e trucchi per caldarroste morbide e facili da sbucciare

Fonte immagine: ReneCiampaArt

Le castagne al forno o, come anche si chiamano, caldarroste, rappresentano una delle ricette autunnali della tradizione. Non c’è anno nel quale non vengano portate in tavola, magari a fine cena, quando si gustano accompagnate con un bicchiere di vino rosso corposo.

Cuocere le castagne al forno regala grandi soddisfazioni, a patto che si mettano in pratica i consigli ed i trucchi per avere caldarroste morbide e facili da sbucciare. Come procedere? Di seguito ti forniamo le dritte per non sbagliare.

Fonte: Federicomaderno

Come fare le castagne al forno

Le castagne sono il frutto del castagno: si raccolgono tipicamente in autunno, in particolare nel periodo che va dalla fine di settembre fino a tutto novembre. I frutti raccolti vengono destinati a due utilizzi principali: il consumo come frutto fresco e la conservazione come prodotto di pasticceria, in forma di purea, crema aromatizzata al cioccolato o alla vaniglia, nonché conservate sotto vuoto, surgelate o glassate, pronte a diversi impieghi. I frutti freschi vengono cucinati e tradizionalmente serviti come caldarroste cotte direttamente sul fuoco, oppure al forno o ancora bollite. Vediamo tutti i metodi per cuocere le castagne al forno.

Ammollo

La maggior parte delle ricette delle caldarroste prevede una prima fase di ammollo. Tale operazione consente di farle ammorbidire in acqua prima della cottura. In questo caso, solitamente il tempo di ammollo è di almeno 2 ore. Al termine di tale lasso di tempo, noterai che alcuni frutti saranno saliti a galla. Ebbene, questi vanno subito eliminati in quanto non sono buoni.

Tempo di cottura

Tra i segreti per delle castagne al forno perfette c’è l’osservazione del giusto tempo di cottura. Questo dipende dalla grandezza delle castagne e si aggira tra i 25 ed i 40 minuti. Durante la permanenza in forno è consigliabile mescolarle di tanto in tanto. Ti consigliamo di prelevare una castagna e sbucciarla (con cura, per non bruciarti le dita) per verificare lo stato di cottura prima di spegnere l’elettrodomestico.

I segreti per delle caldarroste perfette

Una volta cotte, le caldarroste andrebbero tirate subito fuori dal forno e coperte con un canovaccio pulito o, meglio ancora, poste all’interno di un sacchetto del pane per circa 15 minuti. Questo le mantiene calde ma permette loro di raffreddarsi quanto basta per non risultare ustionanti. Allo stesso tempo, facilita la loro sbucciatura. Solo così facendo si ottengono delle castagne al forno morbide e facili da sbucciare. Le caldarroste perfette sono dorate e croccanti all’esterno, morbide all’interno e non troppo annerite o bruciacchiate in superficie.

Fonte: congerdesign

La ricetta delle caldarroste

Ingredienti

  • 400 g di castagne fresche
  • 400 ml di acqua fresca

Procedimento

Raccogli tutte le castagne in una ciotola da cucina e coprile con acqua fresca. Lasciale in ammollo per circa due ore, quindi scolale e raccoglile in un panno in cotone pulito e asciutto. Con l’aiuto di un coltello affilato, incidi ogni castagna sulla parte superiore: fai in modo di praticare un taglio di circa un cm sulla superficie. Preriscalda il forno alla massima temperatura, circa 250°C, quindi disponi le castagne su un’ampia teglia antiaderente. Cuoci in forno già caldo per circa 30 minuti. Sforna e raccogli le castagne cotte in un canovaccio di cotone pulito o in un sacchetto di carta. Fai riposare per circa 10 minuti prima di servire.

Castagne al forno senza ammollo

E’ possibile cuocere le castagne arrosto al forno senza ammollo. Il risultato si traduce in castagne abbrustolite al punto giusto e che si sbucciano velocemente. Anche il sapore ne beneficia, risultano più gustose. Per prepararle, basta strofinarle bene per eliminare eventuali residui di polvere, inciderle con un coltello sulla parte bombata (ma senza intaccate la polpa), adagiarle sulla placca del forno e farle cuocere a 200°C per circa 25 minuti, mescolandole di tanto in tanto.

Castagne al forno ventilato senza ammollo

Se preferisci cuocere le castagne in forno ventilato, impostalo alla temperatura di 220°C per circa 20 minuti. Anche in questo caso sistema le castagne evitando che si sovrappongano l’una sull’altra e salale a piacere. Ricordati di mescolarle di tanto in tanto per favorire una cottura uniforme su tutti i lati.

Altre ricette per le castagne al forno

Tra le ricette per le castagne al forno c’è anche la versione “alla bergamasca”. Le castagne, lavate e incise, vengono poste in forno esattamente come nella ricetta precedente ma, dopo circa 20 minuti di cottura, vengo spruzzate con un cucchiaio di vino bianco e uno di grappa, quindi fatte riposare al caldo e infine servite. La ricetta è chiaramente adatta agli adulti, anche se la quantità di alcol è limitata.

Caldarroste nel forno a microonde

Ingredienti 

  • 400 g di castagne fresche
  • 400 ml di acqua fresca
Procedimento
Per le castagne al microonde, procedi per questa preparazione come nella ricetta precedente: lava le castagne, asciugale e tagliale in superficie. Mettile a bagno in acqua fredda per 10 minuti, quindi raccoglile in un panno pulito e asciutto, senza però asciugarle a fondo. Raccoglile sul piatto del microonde o su un piatto piano in un unico strato, non sovrapponendole e con il taglio rivolto verso l’altro. Fai cuocere a 750-800 W per 5 minuti. Controlla la cottura e preleva le castagne.
Fonte: Federicomaderno

Calorie delle caldarroste

Le castagne sono frutti piuttosto calorici: una porzione da 100 g apporta circa 193 kcal. La maggior parte dell’apporto energetico è dovuta alla elevata concentrazione di carboidrati complessi.

Vediamo nel dettaglio i valori nutrizionali e le calorie delle castagne al forno conteggiate su 100 g di prodotto:

Valori Nutrizionali delle Caldarroste 

Calorie 193 kcal
Carboidrati 42 g
Grassi 2 g
Proteine 3 g

Il contenuto di calorie va considerato nell’ambito dell’apporto complessivo del pasto: una buona soluzione è ridurre la porzione del primo, magari alla metà ed evitare di consumare pane o altri panificati. Meglio preferire un secondo piatto e un’abbondante porzione di verdura fresca di stagione, per lasciare spazio a una porzione di castagne senza appesantire il pasto con un eccesso di carboidrati.

Molto interessante è il contenuto di micronutrienti come potassio e vitamine del gruppo B. Il contenuto di fibra alimentare rappresenta uno dei maggiori valori delle castagne: 100 g apportano già 8.3 g di fibra, circa il 28% del fabbisogno quotidiano di questo nutriente.

Conservazione

Le castagne al forno vanno consumate calde in quanto solo così è possibile godere al meglio della loro fragranza. Tuttavia, una volta fredde, puoi sbucciarle e congelarle per consumarle quando più ti aggrada. Ricorda di scongelarle lentamente e di scaldarle leggermente in forno prima di gustarle. Le castagne al forno si conservano fino a 10-15 giorni opportunamente coperte. Per praticità, sbucciale subito, quando sono ancora calde.

Castagne al forno con vino

Quale vino abbinare alle caldarroste? Inutile dire che le castagne al forno risultano decisamente più accattivanti se accompagnate da un calice di vino rosso. Quale preferire? La tradizione impone che si beva un novello, ma non è il solo che si presti ad accompagnare tali frutti. Ottimi sono, ad esempio, un Rosso dei Colli Euganei, un Valpolicella o anche un classico Lambrusco.

Seguici anche sui canali social