• GreenStyle
  • Auto
  • Auto elettriche: l’Emilia Romagna chiama Elon Musk

Auto elettriche: l’Emilia Romagna chiama Elon Musk

Auto elettriche: l’Emilia Romagna chiama Elon Musk

Fonte immagine: Unsplash

Auto elettriche, l'Emilia Romagna chiama Elon Musk: la Terra dei Motori italiana si rende disponibile a produrre vetture per Tesla.

Il settore italiano delle auto elettriche potrebbe trarre beneficio dall’arrivo di Elon Musk. È quanto si apprende da un’iniziativa nata in Emilia Romagna, la “Terra dei Motori” dello Stivale, pronta a chiamare il magnate di origine sudafricano per produrre le sue Tesla. È l’appello lanciato in questi giorni da Il Resto del Carlino e ripreso da Vincenzo Colla, Assessore Regionale al Lavoro e allo Sviluppo Economico, così come svela TGCom24.

Le vetture di Musk si aggiungeranno quindi ai grandi marchi dell’Emilia Romagna, come Ferrari, Maserati, Lamborghini, Ducati, Pagani e Dallara?

Auto elettriche: Elon Musk in Emilia Romagna

Così come già accennato, l’Emilia Romagna sogna gli impianti di Elon Musk per la produzione di vetture Tesla. L’appello è partito da Il Resto del Carlino ed è stato ripreso dall’Assessore Vincenzo Colla. La Regione ha tutte le potenzialità per attrarre investimenti esterni, nonché un know-how invidiabile proprio inerente alla produzione di auto di valore, un sapere invidiato in tutto il mondo:

La nostra Regione è attraente per gli investimenti pazienti. […] Nel 2019 il nostro Pil regionale ha sfiorato i 170 miliardi, di questi 70 miliardi riguardano l’export. Non siamo noi a dire che siamo internazionali, ma lo dicono i numeri. Ma c’è di più: abbiamo l’Università, il sapere, le competenze che ci permettono di governare la transizione verso l’elettrico. Chi l’avrebbe detto che un giorno avremmo costruito una Ferrari ibrida ed elettrica? Ripeto: basta volerlo e qui, in Emilia-Romagna, tutto è possibile.

Tesla valuta ormai da tempo investimenti in Europa, considerata come un mercato centrale per lo sviluppo delle auto elettriche. La società di Elon Musk ha già deciso di aprire una delle sue Gigafactory in Germania, ma non si esclude possa scegliere anche altri Paesi. L’Emilia Romagna sembra avere tutte le carte in regola per soddisfare le necessità del magnate sudafricano, considerando come la Regione abbia già attratto investimenti esteri. Ad esempio, i cinesi di Faw sarebbero pronti a spendere un miliardo di euro per approfittare della “Motor Valley Italiana” per lo sviluppo di auto elettriche.

In Germania il gruppo statunitense darà lavoro a 10.000 persone, in particolare nella produzione di batterie e di alcuni veicoli di punta del marchio, come la Model Y. L’azienda ha deciso di dedicare 12 miliardi di euro nei prossimi due anni per espandersi in tutto il mondo: chissà che parte di questa cifra non possa proprio approdare in Italia.

Fonte: TGCom24

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle