Greenstyle Mobilità Auto Auto elettriche, Nio Et7 usa batterie allo stato solido

Auto elettriche, Nio Et7 usa batterie allo stato solido

Auto elettriche, Nio Et7 usa batterie allo stato solido

Fonte immagine: Nio

Auto elettriche, comincia la rivoluzione delle batterie allo stato solido. È il produttore cinese Nio, divenuto famoso negli ultimi mesi per la sua linea di elettriche a costi contenuti, a inaugurare il mercato. Arriva infatti la Nio Et7, la prima vettura del gruppo dotata di tecnologia “solid state”.

Le batterie allo stato solido sono considerate normalmente più sicure rispetto alle comuni soluzioni, poiché il rischio incendio è ridotto. Ancora, offrono una migliore gestione dell’elettricità accumulata e, almeno dal punto di vista teorico, una maggiore autonomia per carica.

Auto elettriche: Nio Et7 allo stato solido

La prima vettura di Nio con batterie allo stato solido si chiama Et7, così come già accennato. Si tratta di una vettura con motore a magneti permanenti da 180 kW, abbinato a un propulsore a induzione da 300 kW, per un totale di 480 kW e una coppia di 850 Nm. L’auto elettrica è una berlina dedicata al segmento alto del mercato e, almeno nei mercati asiatici, si confronterà direttamente con marchi noti del settore, quali Tesla.

La batteria presenta una potenza di 70 kWh e un’autonomia fino a 500 chilometri, a seconda delle modalità di utilizzo. Ancora, è disponibile una seconda versione della vettura dotata di una batteria aggiuntiva, capace di aumentare il range fino a 700 km. Nio ha però già annunciato un aggiornamento per il 2022, con la possibilità di montare batterie fino a 1.000 km di autonomia. Nel frattempo, l’automobile è in grado di garantire un’accelerazione da 0 a 100 chilometri orari in 3,9 secondi.

La vettura verrà anche dotata del sistema NAD – Nio Autonomous Driving – per la guida autonoma, grazie a 11 telecamere ad alta risoluzione, sensori LiDaR, sensori Radar, sensori a ultrasuoni e molto altro ancora.

La Nio Et7 sarà inizialmente disponibile solo in Cina, a 54.800 euro, così come riferisce Il Sole 24 Ore. Sarà possibile acquistare la batteria anche in modalità Battery As A Service, ovvero con la possibilità di sostituire le batterie nei centri convenzionati anziché ricorrere alla classica ricarica.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Seguici anche sui canali social