Una vera e propria “rivoluzione silenziosa” per il settore fotovoltaico tedesco. Così gli analisti hanno definito il boom dei sistemi di accumulo che è stato registrato di recente nel mercato interno della Germania e che, soprattutto, è atteso per i prossimi anni.

Secondo un recente rapporto di Germany Trade & Invest (GTAI), infatti, le vendite di accumulo energetico in Germania saliranno dalle 6.000 unità dello scorso anno a circa 100.000 pezzi entro il 2018. Secondo lo stesso GTAI, il motivo di una tale crescita starebbe in una combinazione dell’aumentato volume della potenza fotovoltaica installata e del calo degli incentivi feed-in tariff.

Ha dichiarato Tobias Rothacher, manager del comparto energie rinnovabili di GTAI:

Una serie di fattori stanno concorrendo ad un boom delle soluzioni di stoccaggio dell’energia fotovoltaica in Germania. Molti impianti solari, ad esempio, raggiungeranno presto la fine del loro contratto ventennale di feed-in tariff.

Con il miglioramento della tecnologia delle batterie, più efficienti ed economiche, i proprietari di impianti fotovoltaici sono stati in grado di immagazzinare l’energia in eccesso prodotta durante il giorno, piuttosto che immetterla in rete a prezzi bassi, ed evitare di acquistarla nelle ore della notte, quando è più costosa.

3 giugno 2014
Fonte:
I vostri commenti
figlioditris, giovedì 18 settembre 2014 alle10:10 ha scritto: rispondi »

in italia SEMPRE DOPO

vincenzo, mercoledì 4 giugno 2014 alle23:55 ha scritto: rispondi »

finalmente l'indipendenza energetica

De Luca Giuseppe, mercoledì 4 giugno 2014 alle7:41 ha scritto: rispondi »

Quali sono i prezzi e quali le aziende che in Germania vendono i sistemi di accumulo? In Italia sembra che l'accumulo sia sconosciuto almeno fino a quando verranno emanate le norme relative al suo uso.

Lascia un commento