Il contorno occhi è probabilmente la zona più delicata di tutto il viso: qui la pelle è molto sottile, sottoposta a tantissimo movimento e tantissimi stimoli. La perdita di tono è subito evidente e lo stress si nota sempre subito da lì: borse, occhiaie, zampe di gallina.

Bene, dopo aver fatto questa carrellata spaventosa, pensiamo a cosa si può fare invece per proteggere e curare il contorno occhi in modo naturale ed efficace, soprattutto per quanto riguarda l’estate, l’esposizione al Sole e l’abbronzatura.

Come già visto in altri articoli sull’abbronzatura è sempre importante usare i prodotti corretti per il proprio tipo di pelle, esporsi gradualmente, usare protezioni solari e fisiche come creme, cappelli e occhiali, essere sempre ben idratati bevendo molta acqua e con un occhio di riguardo ad un’alimentazione che preferisca frutta e verdura di stagione, ricca di vitamina A, B, betacarotene e omega-3.

Attenzione alle creme specifiche per contorno occhi che contengono retinolo: il retinolo sensibilizza la pelle e può reagire con l’esposizione al sole creando antiestetiche macchie.

Per proteggervi dal sole potete arrivare a spalmare accuratamente la protezione solare anche sul contorno occhi, attenzione solo a non farne finire nell’occhio: brucia! Va sciacquata semplicemente con dell’acqua fresca. In commercio però si trovano creme ad alta protezione specifiche per il contorno occhi, la loro formulazione è più idratante, ma allo stesso tempo meno pesante rispetto a una comune protezione solare.

Piccolo suggerimento: conservate anche la protezione solare al riparo dal Sole, il calore eccessivo potrebbe danneggiarne la composizione e ridurne così l’efficacia. Insieme a un cappello a tesa larga, sono consigliabili degli occhiali da Sole che coprano non solo l’occhio ma anche la zona circostante. L’insieme è molto vintage, ma d’estate ce lo si può permettere.

È soprattutto importante che gli occhiali abbiano, nelle lenti, un filtro UVA e UVB, e che siano polarizzate, questo non solo per proteggere la pelle dai danni del Sole, ma soprattutto per proteggere la salute degli occhi, della retina e del cristallino: fissare direttamente il Sole, anche tramite le palpebre chiuse può portare, a lungo andare, danni alla retina, cataratta precoce e altre patologie che nessuno vuole andarsi a cercare.

Potreste pensare che, fra il cappello chiaro a tesa larga e gli occhialoni da diva del cinema, il vostro viso rimarrà completamente pallido rispetto al resto del corpo.

Questo non è vero, anche se “all’ombra” la pelle reagisce comunque all’esposizione al sole e produce comunque melanina, per difendersi, così facendo rimangono filtrati il più possibile solo i raggi UV.

Inoltre, considerando che la faccia è la parte del corpo sempre più esposta, è anche quella che prende sempre più colore; senza contare poi che col trucco estivo (un fondotinta più scuro magari, o la terra abbronzante) si aggiungerebbe ancora più colore al colore; infine viso e collo che prendono meno Sole rimangono e sembrano più giovani a lungo.

9 maggio 2014
Lascia un commento