Anche per i nostri amici cani esiste una predisposizione alle patologie di tipo cardiaco, che possono rendere complessa la loro vita. Questo genere di problematica è caratterizzata dalle malattie valvolari acquisite, come le displasie, e in particolare dall’insufficienza mitralica. Molti i fattori che concorrono alla loro formazione come la predisposizione genetica ed ereditaria, oppure l’età o un’alimentazione e uno stile di vita scorretti.

Per il cane le regole non devono essere solo di tipo comportamentale ma invadere anche il campo dello abitudini quotidiane. In particolare se esiste una predisposizione verso le cardiopatie che, se non curate in modo adeguato, possono degenerare negativamente. Tra le patologie più diffuse quelle del muscolo cardiaco, le cardiomiopatie, il soffio, le insufficienze e le anomalie, il malfunzionamento del nodo sinusale, la Dap, la stenosi aortica o polmonare fino agli aumenti e le diminuzioni della frequenza cardiaca.

Cani e cuore, le cause

Cane e cuore

English Bulldog Laying Beside Toy Blood Pressure Gauge With Sorrowful Expression via Shutterstock

Tra le cause più frequenti che conducono alla formazione delle patologie cardiache, possiamo individuare un’origine di tipo genetica, quindi congenita ed ereditaria. Ma anche di tipo acquisito, ovvero subentra l’età con la salute instabile. Le problematiche legate al cuore riguardano le valvole cardiache che perdono la capacità di chiudersi adeguatamente, causando un flusso sanguigno anomalo. Oppure l’assottigliamento delle pareti muscolari del cuore, che risultano più delicate.

Tra le motivazioni scatenanti possiamo individuare una dieta sbagliata, troppo ricca di sodio che affatica il cuore oltre che i reni. Un apporto scorretto di calcio e potassio, quindi la somministrazione di proteine di qualità scadente che possono danneggiare  gli organi interni. Oltre all’assenza d’acqua, oppure all’utilizzo di una bevanda troppo ricca di sodio. Una dieta confusa, sbagliata, impatta negativamente sulla salute del cane aggravando il suo benessere.

Sintomi e cura

Un cane con problemi di cuore mostra sintomi particolari come respiro affannoso, affaticamento diffuso, tosse frequente specialmente di notte, debolezza, inappetenza e perdita costante di peso. A questi si possono associare svenimenti, modificazione del colore delle mucose quali lingua e interno degli occhi, segni di stanchezza marcati nel compiere semplici gesti, mentre nei casi più estremi la sintomatologia è assente e il cane muore all’improvviso. Importante condurre subito Fido dal veterinario, magari effettuando annualmente una visita di controllo specifica.

Il medico effettuerà alcuni esami mirati e, se necessario, un’ecocardiografia Doppler e un ECG (bidimensionale) per intercettare subito il disturbo. La cura dipenderà sempre dalla tempestività della scoperta della malattia, in caso contrario il medico prescriverà medicinali specifici per la sua guarigione come i salvacuore.

20 marzo 2014
Lascia un commento