Il rapporto tra sesso e mal di testa è uno degli argomenti più gettonati dalle coppie di tutto il mondo. E non solo perché i dolori al capo sono spesso utilizzati come valida scappatoia per sfuggire da una sessione intima poco gradita, ma anche perché da sempre è noto come il piacere fisico possa ridurre o eliminare disturbi vari dell’organismo. La buona notizia è l’arrivo della conferma scientifica sulle facoltà dell’orgasmo come rimedio naturale contro il dolore. La cattiva è il doversi arrendere: non si potrà più far ricorso alla tanto abusata scusa.

>>Scopri i rimedi naturali contro il mal di testa

È da diversi decenni che la scienza studia il rapporto tra sesso e riduzione del dolore, tanto che da più di due lustri presso la Clinica del Mal di Testa della Southern Illinois University si consiglia ai pazienti di aumentare l’attività erotica per ridurre i fastidi connessi all’emicrania. Nel 2001, inoltre, uno studio pubblicato sul The Journal Of Head And Face Pain ha certificato il potere salvifico dell’orgasmo sulla riduzione dei cerchi alla testa.

I ricercatori hanno analizzato la vita erotica di 83 pazienti affette da emicrania cronica, per capire come l’attività in camera da letto influisse sul loro malessere. Per il 47,4% delle intervistate l’aumento del sesso ha portato alla completa risoluzione dei dolori, per il 48,5% non vi sono stati miglioramenti di lungo corso seppur spesso sia stata presente una mitigazione momentanea durante l’atto, mentre per il 4,1% l’orgasmo ha addirittura intensificato il mal di testa.

Entra più nel dettaglio uno studio condotto dal sessuologo Beverly Whipple dell’Università di Rutgers: chiedendo ad alcune pazienti di sottoporsi a sessioni di autoerotismo, si è scoperto come il raggiungimento dell’orgasmo aumenti la soglia di tolleranza del dolore:

La tolleranza al dolore e il livello di rivelazione del dolore crescono significativamente, rispettivamente del 74.6 e del 106,7%.

In altre parole, più si raggiunge il picco del piacere, minori sono le possibilità di accorgersi del mal di testa, perché avviene un fenomeno di desensibilizzazione al fastidio. Non è però tutto: uno studio condotto a inizio anno dall’Università di Munster ha voluto indagare quali siano i meccanismi biologici e chimici che portano alla riduzione del dolore durante l’attività sessuale, analizzando il comportamento di 800 pazienti con emicrania cronica e 200 con mal di testa a grappolo. È emerso come l’atto sessuale stimoli la produzione di endorfine – un antidolorifico naturale – e dell’ossitocina, l’ormone antistress.

Insomma, la scienza lo dimostra, non vi è più alcuna ragione di dire: «Tesoro, non stasera perché ho mal di testa».

1 agosto 2013
Lascia un commento