L’acidità è una delle principali cause del cosiddetto mal di stomaco. Si tratta di un’eccessiva produzione dei liquidi che ogni giorno consentono di digerire i cibi e assimilarne le sostanze. Qualora si verifichi tale eccesso si corre il rischio di irritare o danneggiare la parete protettiva della mucosa gastrica. Il pericolo è che possa sfociare in patologie quali il reflusso gastroesofageo, la gastrite e l’ulcera.

Cause dell’acidità di stomaco

Il fenomeno dell’acidità di stomaco può derivare da cause alimentari come l’ingestione di particolari cibi/bevande ad alto valore acido o ad azione irritante (come le bevande alcoliche, le bibite gassate e i cibi piccanti), a motivazioni farmacologiche (utilizzo ad esempio di FANS, Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei) o psicologiche (stress e ansia). In quest’ultimo caso è bene praticare con regolarità tecniche di rilassamento come lo yoga e la respirazione zen.

Importante in primo luogo è intervenire subito sul problema, se possibile ingerendo alcuni alimenti in grado di ridurre l’eccessiva presenza di acidi nello stomaco. In questo senso si dimostrerà un buon alleato in situazioni di “emergenza” anche qualche pezzetto di pane, così come potranno dare validi benefici una mela o una banana.

Rimedi naturali contro l’acidità di stomaco

Veniamo ora ai rimedi naturali veri e propri, utili in ogni occasione per tenere sotto controllo e ridurre l’acidità di stomaco. Uno di questi è il bicarbonato di sodio, indicato in particolare nel caso di digestione laboriosa o ingestione di cibi irritanti della mucosa gastrica. Bene anche la camomilla, un calmante naturale per gli spasmi muscolari. Utile quest’ultima anche in combinazione con melissa e valeriana per contrastare lo stress.

Altro valido alleato è l’argilla verde, in grado di ridurre il livello di acidità nello stomaco. Sarà possibile acquistarne le polveri in erboristeria, sciogliendone un paio di cucchiaini in mezzo bicchiere di acqua calda. Sì all’utilizzo di latte di mandola, anche in combinazione con i fiocchi d’avena. Questo particolare liquido agisce in funzione regolativa per quanto riguarda la presenza dei succhi gastrici. Può essere acquistato pronto o realizzato a casa frullando 100 gr. di mandorle dolci per ogni litro d’acqua utilizzato.

Effetti benefici contro l’acidità di stomaco vengono assicurati anche dalla liquirizia, le cui radici sono di facile reperibilità e possono in molti casi essere masticate anche durante l’attività lavorativa. Un valido aiuto anche contro il mal di gola, la nausea e le afte, questo rimedio è tuttavia sconsigliato a chi soffre di ipertensione (in quanto può favorire l’aumento della pressione).

Verdure lesse, carote e patate bollite sono altri cibi consigliati contro l’acidità di stomaco, da condire con un pizzico di sale e olio d’oliva extra vergine. Per chi soffre di questo disturbo è consigliato infine il consumo di pasti di ridotte dimensioni, più volte al giorno. Questo per non sovraccaricare il già irritato apparato digestivo, garantendone al contempo la più o meno costante presenza di cibo al suo interno ed evitando così l’aggressione delle pareti della mucosa protettiva da parte dei succhi gastrici.

1 luglio 2013
I vostri commenti
Gianna, mercoledì 16 aprile 2014 alle14:03 ha scritto: rispondi »

Ciao Marina Io da una decina di giorni prendo un infuso a base di foglie di ulivo che mi ha consigliato un'amica pure lei con problemi di gastrite e reflusso.Nei primi giorni mi è sembrato che non facesse nessun effetto però da un paio di giorni mi sento meglio e stanotte non ho avuto bruciore allo stomaco

marina, giovedì 10 aprile 2014 alle13:49 ha scritto: rispondi »

dopo anni di medicine contro il dolore alla schiena(terapie del dolore) mi ritrovo con il reflusso esofageo, sono andata dal mio medico e stò facendo una cura, ma per il momento non trovo benefici, vuole farmi fare una grastroscopia...chi può aiutarmi per evitare tale indagine? potrei provare con medicine alternative? se si quali? grazie mille

Laura M., mercoledì 12 febbraio 2014 alle23:51 ha scritto: rispondi »

Articolo interessante, ci ho trovato quello che stavo cercando, mi è stato molto utile.

maria girardi, domenica 9 febbraio 2014 alle9:02 ha scritto: rispondi »

Inizierò a conseguire i vostri consigli e poi vi farò sapere

laura, venerdì 31 gennaio 2014 alle2:55 ha scritto: rispondi »

Io soffro di "ernia iatale", quindi ho problemi pure di acidità di stomaco.. Ma grazie hai vostri consigli riesco a controllare molto di più questo problema. Perché è veramente un problema questo..!! Grazie di cuore a tutti..

Lascia un commento