Greenstyle Alimentazione Alimenti Yogurt greco: proprietà, benefici, differenze con il tradizionale

Yogurt greco: proprietà, benefici, differenze con il tradizionale

Lo yogurt greco, rispetto a quello classico, è più denso e cremoso: ecco le proprietà nutrizionali nonché i benefici per la salute dell'organismo.

Yogurt greco: proprietà, benefici, differenze con il tradizionale

Fonte immagine: Unsplash

Lo yogurt greco trova sempre più estimatori, tanto che negli ultimi anni è diventato sinonimo della cucina sana, tradizionale e benefica per l’organismo. Un prodotto denso e cremoso che ha saputo conquistare i palati di tutta Europa e non solo, entrando di diritto anche nelle cucine gourmet. Ma quali sono le caratteristiche dello yogurt greco, quali i suoi benefici per l’organismo e, soprattutto, quali le differenze con gli yogurt tradizionali?

Naturalmente, quando si parla di yogurt greco si fa sempre riferimento a un prodotto di derivazione animale, poiché si fa con il latte. Per questo motivo, l’alimento non è adatto per coloro che hanno scelto di escludere questo ingrediente nel loro regime alimentare, come ad esempio nel caso della dieta vegana. Di seguito, qualche indicazione utile.

Yogurt greco: cosa è

Yogurt greco, menta

Lo yogurt greco è un derivato del latte dalla consistenza molto cremosa. In modo simile alla versione più tradizionale, viene realizzato grazie all’ausilio di alcuni fermenti lattici che, avviando proprio un processo di fermentazione del latte vaccino, portano alla trasformazione del lattosio in acido lattico. Tuttavia, lo yogurt greco presenta delle altre peculiarità rispetto a quello tradizionale, poiché viene sottoposto a un originale processo di creazione: il latte viene infatti filtrato – o, meglio, colato – per ben tre volte, per ottenere un siero dal basso contenuto di lattosio, ma ad alto contenuto di proteine.

Lo yogurt greco si presenta con una consistenza molto densa, non troppo lontana da un formaggio fresco spalmabile e si caratterizza per un colore molto candido, un sapore intenso ma non agrodolce e un’ottima digeribilità. Talvolta può essere arricchito con della frutta fresca, per esaltarne il gusto, ma anche con del miele, come nella tradizione ellenica. Ancora, può essere impiegato come ingrediente o abbinamento sia per ricette salate che dolci.

Origini e storia

Forse non tutti sanno che lo yogurt greco non è propriamente originario della Grecia. Sembra infatti che la tipica lavorazione di questo derivato del latte – che, così come già anticipato, prevede ben tre colature del liquido e la separazione del suo siero – provenga da antiche tradizioni bulgare. Proprio in Bulgaria si sarebbe sviluppata questa tecnica di fermentazione, per molti secoli rimasta invariata.

L’attribuzione alla Grecia arriva invece nel corso del ‘900 quando, per rendere il prodotto più appetibile sul mercato e permettere un confronto maggiormente diretto con lo yogurt classico, alcuni esperti di marketing decisero di “ellenizzare” questo derivato del latte vaccino.

Una strategia semplice ma che riuscì a conquistare un grande successo, considerato come proprio nella stessa Grecia comunque già esistessero dei prodotti analoghi, da tempo immemore. Oggi i principali produttori mondiali sono proprio marchi bulgari e greci.

Differenze con lo yogurt tradizionale

Yogurt tradizionale

Per quanto entrambi ricorrano alla fermentazione del latte e alla trasformazione del lattosio avvalendosi di appositi fermenti lattici, lo yogurt tradizionale e quello greco sono due prodotti sostanzialmente diversi. E non solo nella consistenza e nella densità, ma anche per i processi produttivi.

Come già affermato, il latte usato per lo yogurt greco viene sottoposto a tre filtrazioni, delle vere e proprie colature che permettono di ottenere un composto a ridotto contenuto di lattosio, ma alte quantità di proteine. Questo è possibile rimuovendo la parte più sierosa e acquosa dello yogurt che, proprio per effetto della sua eliminazione, lo rende più denso.

Benefici dello yogurt greco

Yogurt in tazza

In modo simile alla versione più tradizionale, anche lo yogurt greco garantisce degli effetti benefici per l’organismo, soprattutto a livello dell’intestino. Prima di elencarli, tuttavia, è bene concentrarsi sulle sue proprietà nutrizionali.

Valori nutrizionali

Il profilo nutrizionale dello yogurt greco è molto interessante: per 100 grammi di prodotto, si contano all’incirca 115 kcal. Non è quindi un alimento eccessivamente calorico e, di conseguenza, può essere incluso con moderazione anche all’interno delle diete volte al dimagrimento.

Ma non è tutto, per lo stesso peso si rilevano circa 2 grammi di carboidrati, 9 grammi di grassi di origine animale e ben 6 grammi di proteine. A questa composizione, si aggiungono sali minerali come sodio, calcio, ferro, potassio e fosforo, nonché vitamine A, B1, B2 e B3.

Vale però la pena ricordare come, a seconda delle tecniche di colatura, siano disponibili sul mercato delle varietà di yogurt greco con soli 2 grammi di grassi o, addirittura, anche a grassi zero.

Benefici per l’intestino

Pancia

Come facile intuire, il primo beneficio del consumo moderato di questo yogurt si avverte a livello dell’intestino. I fermenti lattici vivi contribuiscono infatti al ripristino della normale flora batterica a livello dello stomaco, con effetti immediati per il benessere personale. Un colon efficiente comporta infatti un minore gonfiore, una scarsa produzione di aria e un corretto assorbimento dei principi nutritivi.

In particolare, lo yogurt greco è ideale per regolare la peristalsi o il transito intestinale alterato, ritornando utile sia nei momenti di diarrea che in quelli di stipsi. Inoltre, il ridotto contenuto in lattosio lo rende un prodotto altamente digeribile.

Benefici per le ossa

Lo yogurt greco è un alimento ricco di calcio e, per questo motivo, è consigliato per rafforzare le ossa. Questo minerale è infatti essenziale per garantire la funzionalità dell’intero apparato digerente.

In particolare, questo yogurt può essere utile sia per i giovanissimi nella fase dello sviluppo che per gli anziani, soprattutto per le donne che possono soffrire di osteoporosi dopo la menopausa.

Proprietà per il cuore

Questo straordinario prodotto, rispetto allo yogurt più classico, prevede un apporto minore di sodio. Un fattore favorevole per il cuore e il sistema cardiocircolatorio nel suo complesso, poiché proprio gli eccessi di sodio possono essere responsabili dell’aumento della pressione sanguigna.

Non è tutto però, soprattutto se si scelgono le versioni da 2 oppure zero grassi, lo yogurt greco non determina un accumulo significativo di colesterolo. Naturalmente, sempre all’interno di una dieta equilibrata e con un consumo moderato.

Proprietà per i muscoli

Correre

Povero di sodio ma ricco di potassio, lo yogurt greco è un perfetto alleato per la massima performance muscolare. Questo minerale è infatti essenziale per ridurre il senso di stanchezza, garantire la corretta forza dei muscoli ed evitare le fastidiose conseguenze dovute ai crampi.

Proprio per questa ragione, spesso lo yogurt greco è incluso all’interno della dieta degli sportivi.

Benefici per la pelle

Infine, non si deve dimenticare come questo gustoso alimento sia ricco di vitamina A, un vero e proprio toccasana per la salute della pelle, dei capelli e delle unghie.

Insieme alla vitamina E, la vitamina A è uno dei principali antagonisti all’azione dei radicali liberi, i primi responsabili dell’invecchiamento cellulare. Consumando yogurt greco regolarmente, la pelle potrebbe diventare più luminosa, i capelli più lucidi e morbidi, le unghie più resistenti.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Yogurt greco

Lo yogurt greco è solitamente ben tollerato dall’organismo, anche nei casi di intolleranza al lattosio, celiachia o diabete di tipo 2. Naturalmente, è necessario scegliere un prodotto senza zucchero, di qualità e valutare preventivamente il parere del proprio medico curante.

Allo stesso modo, è utile valutare eventuali allergie, nonché prestare attenzione a non esagerare con le quantità per evitare effetti collaterali fastidiosi come dolore addominale, gonfiore e transitoria dissenteria.

Come già precedentemente accennato, lo yogurt greco può essere inserito con moderazione all’interno delle diete dimagranti, dato il modesto contenuto calorico, rivelandosi migliore rispetto a quello tradizionale. Ancora, è ottimo anche per gli sportivi e per gli anziani.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare