Vlaamse Kost, alimentazione fiamminga sostenibile e circolare

Vlaamse Kost, alimentazione fiamminga sostenibile e circolare

Fonte immagine: Unsplash

Nasce Vlaamse Kost il progetto innovativo della politica fiamminga utile a favorire un'alimentazione sostenibile per una produzione circolare

Il sistema alimentare fiammingo, sempre sotto pressione dal punto di vista ambientale, economico e sociale, ha spinto la politica locale a cercare una soluzione sostenibile. Sia per la popolazione fiamminga che per l’agricoltura locale, così da agevolare un contatto diretto tra produttore e consumatore. Favorendo anche una migliore sicurezza e tracciabilità in funzione di un futuro sostenibile per il sistema alimentare fiammingo.

In risposta alle varie sollecitazioni locali è nato il progetto Vlaamse Kost ovvero letteralmente cibo fiammingo, come ha ribadito la ministra fiamminga dell’Agricoltura Hilde Crevits:

Con Vlaamse Kost intendiamo concentrare l’attenzione sulle produzioni agroalimentari locali, e nello stesso tempo desideriamo che i responsabili della produzione alimentare abbiano un salario equo. Il nostro obiettivo è rafforzare l’economia della filiera alimentare delle Fiandre, ascoltando i cittadini e le organizzazioni del settore.

Dieta fiamminga sostenibile e circolare

Sono venti i rappresentanti del gruppo che si occuperà di gestire e ampliare il progetto Vlaamse Kost, venti persone tra creativi, esperti di politiche agricole locali, operatori del settore alimentare e della ristorazione, politici e anche scienziati. Un team che proporrà idee e soluzioni per un’economia in grado di sostenere le produzioni e il cibo locale, in favore di un consumo consapevole, stagionale e al giusto prezzo. Sempre tenendo conto anche delle idee e delle opinioni della popolazione del posto.

Tutti i suggerimenti verranno analizzati e convergeranno all’interno di un vertice sull’alimentazione che si terrà a fine 2022. Un programma che vuole mettere in pratica i principi della strategia europea di Farm to Fork, ovvero resilienza, sostenibilità e innovazione. Il cibo prodotto deve risultare disponibile per tutti, deve essere sano, sicuro e sostenibile agevolando anche una maggiore consapevolezza da parte degli acquirenti nei confronti degli stessi prodotti.

Alimenti tracciabili, acquistati localmente in favore di una produzione qualitativamente elevata e pagata in modo adeguato ed equo agli stessi produttori. Un rapporto diretto che preserva l’ambiente e garantisce una circolarità produttiva sostenibile, migliorando anche la qualità e il benessere dello stesso suolo.

Fonte: Departement Landbouw & Visserij

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle