Greenstyle Alimentazione Stop alla carne: ok del presidente argentino se McCartney…

Stop alla carne: ok del presidente argentino se McCartney…

Stop alla carne: ok del presidente argentino se McCartney…

Fonte immagine: Pixabay

Alberto Fernández ha lanciato una sfida diretta a Paul McCartney invitandolo a cantare nel suo ufficio la canzone Blackbird, in cambio il presidente argentino potrebbe abbandonare per sempre la consumazione della carne. Una provocazione nata durante un recente incontro tenutesi con la Unión Vegana Argentina (UVA), uno scambio di vedute tra il presidente Fernández e il presidente dell’UVA Manuel Martí pronto a consegnargli una petizione firmata da più di 500mila persone. Una moltitudine contraria alla costruzione di nuovi allevamenti di suini in Argentina.

La discussione ha contemplato anche l’iniziativa nata nel 2009 proprio per mano dell’ex Beatles e delle figlie nota come Meat Free Monday. Per questo il presidente Fernández ha rilanciato il tutto con una battuta nei confronti di sir Paul. Queste le parole di Martí sull’esito dell’incontro:

Il presidente ha ricevuto le firme senza prendere posizione e ha ascoltato attentamente tutto ciò che gli abbiamo detto sull’impatto del consumo di carne sul cambiamento climatico […] era molto preoccupato per questo problema

Stop alla carne, la risposta di Paul McCartney

Per stimolare un intervento diretto Martí ha scritto a sir Paul per sottoporgli la questione ottenendo una risposta diretta da parte dello stesso ex Beatles, con tanto di lettera indirizzata ad Alberto Fernández. Nella missiva McCartney punta l’attenzione sull’impatto che potrebbero avere le venticinque fattorie di suini sull’ambiente, le relative emissioni di gas e le risorse utilizzate. Il cantautore ha rimarcato l’utilità del Meat Free Monday, iniziativa sostenuta da più di 40 Paesi e anche in Argentina grazie al supporto di UVA.

Si è offerto di ampliare il discorso alimentazione, visto l’interesse mostrato dal presidente dell’Argentina, sostenendolo e affiancandolo attraverso un’informazione maggiormente capillare. In modo da estendere il Meat Free Monday anche nelle scuole, negli uffici di governo e nelle istituzioni pubbliche.

L’ex presidente Mauricio Macri era un sostenitore del progetto tanto da aver istituito il MFM anche alla Casa Rosada, coinvolgendo i 554 dipendenti ad affrontare con lui ogni lunedì un’alimentazione senza carne e vegan. Una routine importante e utile sia per l’ambiente che per la salute, vista l’alta percentuale di carne presente nell’alimentazione locale.

Fonte: VegNews

Seguici anche sui canali social