Greenstyle Ambiente Pianeta Terra Tundra e Taiga: le differenze tra questi due ecosistemi

Tundra e Taiga: le differenze tra questi due ecosistemi

Quali sono le caratteristiche della taiga e della tundra? I due biomi sono accomunati dalle basse temperature e da paesaggi mozzafiato, ma tra tundra e taiga vi sono anche numerose differenze e sfumature che rendono unici questi santuari di biodiversità.

Tundra e Taiga: le differenze tra questi due ecosistemi

Fonte immagine: iStock

Tundra e Taiga sono due degli ecosistemi più freddi della Terra, ma quali saranno le differenze tra i due biomi? Qual è il più freddo, e in quale dei due crescono più alberi e piante? Esplorare da vicino le caratteristiche dei biomi terrestri suscita sempre un’emozione unica.

Tra tutti, la taiga, anche detta “Foresta Boreale”, e la Tundra, sono quelli che catturano la nostra più viva curiosità. Insieme, i due ecosistemi si estendono dal Canada alla Scandinavia, includendo l’Alaska e la Russia.

Sarà per le temperature estreme che si registrano in queste regioni, sarà perché sono così lontani da noi geograficamente e climaticamente, o forse sarà per la fauna che li caratterizza o per il particolare tipo di terreno, ma non possiamo fare a meno di rimanere affascinati da questi biomi terrestri.

In questo articolo vogliamo mettere a confronto la foresta boreale e la tundra, scoprire cosa accomuna i due biomi e cosa, invece, li rende speciali nella loro unicità.

Quali sono le differenze tra Tundra e Taiga?

tundra
Fonte: iStock

Tra tutti i biomi della Terra, Tundra e Taiga sono senz’altro quelli in cui si registrano le temperature più rigide.

Eppure, nonostante le tante somiglianze che vedremo, i due ecosistemi hanno numerose caratteristiche che li contraddistinguono l’uno dall’altro: presentano una biodiversità differente, livelli di precipitazioni più o meno intense, climi differenti e persino il tipo di suolo può variare molto passando dalla foresta boreale alla Tundra.

Proprio le differenze di precipitazioni e terreno rendono così dissimili i due biomi.

In quale regione si trovano la tundra e la taiga?

La prima distinzione tra Taiga e Tundra risiede nella localizzazione geografica: dove si trovano questi due biomi?

La Foresta Boreale è considerata il più grande bioma terrestre (copre circa il 17% del nostro pianeta), e si estende dal confine con la tundra alle foreste temperate dell’America e dell’Eurasia.

La tundra, invece, si trova nell’emisfero settentrionale del pianeta: ai limiti a Nord si distende verso le regioni polari (tundra artica), mentre a Sud si allunga fino alle foreste della taiga.

Il clima della Tundra e della Taiga

Una delle più grandi differenze tra la tundra e la taiga riguarda il diverso tipo di clima.

In entrambe le regioni fa molto freddo, ma nella Tundra si registrano temperature molto più rigide rispetto a quelle della Taiga.

La colonnina del mercurio va infatti dai 4°C in estate ai –32°C in inverno. Nella Foresta boreale, invece, le temperature medie vanno da pochi gradi sopra lo zero in estate a -10°C in inverno.

Come vedremo, proprio le diverse temperature determinano la formazione di un suolo differente e, di conseguenza, anche lo sviluppo di un diverso tipo di vegetazione.

taiga
Fonte: iStock

Differenze di precipitazioni tra Tundra e Taiga

Anche le precipitazioni variano non poco tra i due diversi biomi. La Tundra è caratterizzata da una quasi completa assenza di piogge, un po’ come la taiga, ma in quest’ultima si registrano frequenti nevicate, assenti nel bioma che si estende verso il Nord.

Di conseguenza, mentre la taiga è un bioma umido, la tundra è considerata un bioma secco, asciutto e arido.

Il permafrost della tundra e della taiga

Altra differenza tra i due biomi riguarda la presenza del cosiddetto “permafrost”, diffuso nella tundra e molto meno presente nella taiga, dove peraltro tende a scongelarsi durante le stagioni più “calde”.

Il permafrost è un particolare tipo di terreno composto da grossi strati di ghiaccio perenne, che non favoriscono la crescita di alta vegetazione.

Differenze di vegetazione tra tundra e taiga

Come accennato, le diverse condizioni climatiche, le precipitazioni perlopiù assenti tipiche della tundra e le condizioni del terreno differenti contribuiscono a distinguere i due biomi terrestri dal punto di vista floristico.

Ad esempio, la tundra è praticamente priva di alberi. Non a caso, la parola “tundra” deriva dal finlandese “tunturi”, e vuol dire proprio “pianura senza alberi“.

Al contrario, nella taiga crescono vaste foreste di conifere resistenti al freddo, pini e abeti rossi. La biodiversità della tundra include, però, diversi tipi di piante basse, come piccoli arbusti, licheni e muschi.

biomi terrestri
Fonte: iStock

Gli animali della Tundra e della Foresta boreale

Anche la biodiversità faunistica varia notevolmente tra il bioma della tundra e quello della foresta boreale; entrambi gli habitat sono la casa di mammiferi e uccelli, volpi, lepri, orsi, lupi e roditori, ma mentre nella Taiga vivono alci e cervi, nella tundra è più facile trovare le renne e le volpi artiche.

Inoltre, nella tundra si trova l’orso polare, diversamente dalla foresta boreale, dove troviamo i grizzly.

Queste sono alcune delle differenze più salienti tra i due biomi. Come puoi notare, però, tundra e taiga sono accomunate anche da diversi fattori.

Entrambe le regioni sono preziose per la vita sul nostro Pianeta. Sono santuari di biodiversità, dove fauna e flora convivono in un equilibrio millenario, ed è importante proteggere questi e gli altri biomi che compongono la Terra, il grande puzzle che noi chiamiamo “casa”.

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Certificato MSC per la pesca sostenibile: quali sono gli standard
Pianeta Terra

Il certificato MSC per la pesca sostenibile è un riconoscimento rilasciato dall’organizzazione no profit Marine Stewardship Council, ente indipendente che opera in molti Paesi del mondo, inclusa l’Italia. La certificazione viene assegnata alle aziende che rispettano una serie di principi di sostenibilità, tuttavia non mancano le critiche in merito ai parametri previsti.