Tiramisù light senza mascarpone: ricetta

Tiramisù light senza mascarpone: ricetta

Fonte immagine: Pixabay

Come ottenere un tiramisù leggero e soffice sostituendo il mascarpone con altri ingredienti cremosi, come ricotta e yogurt: ricetta, passaggi e varianti.

Tiramisù e dieta sono due parole in perfetta antitesi: il primo, infatti, è uno dei dolci tradizionali più amati e appartiene alla lista dei dessert più calorici, un primato che deriva soprattutto dalla presenza del mascarpone tra gli ingredienti principali.

La variante light del tiramisù si basa proprio sulla sostituzione del mascarpone con un altro componente cremoso, utile per conferire alla crema la tipica consistenza soffice, liscia e compatta perfetta per stratificare al meglio i biscotti. Ecco la ricetta del tiramisù light e alcune idee per personalizzare la preparazione in base ai gusti personali.

Ingredienti

Tiramisù biscotti
Tiramisù biscotti

Come anticipato, il mascarpone è totalmente assente dalla versione leggera del tiramisù. È necessario procurarsi:

  • 2 uova intere;
  • caffè;
  • cacao amaro in polvere;
  • 250 grammi di ricotta fresca;
  • un vasetto di yogurt bianco magro;
  • 6 cucchiaini di zucchero;
  • biscotti savoiardi o pavesini.

Procedura

Tiramisù
Tiramisù

Il primo step da compiere nella preparazione del tiramisù è la preparazione del caffè, che deve essere utilizzato tiepido o freddo. Nel frattempo, si procede con la lavorazione dei tuorli con lo zucchero, che devono essere amalgamati energicamente in modo da ottenere una crema liscia e chiara. A questo punto si procede con l’aggiunta della ricotta e dello yogurt, mescolando così da sciogliere ogni eventuale grumo. A parte di montano a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale, da incorporare al resto dell’impasto usando mescolando dal basso verso l’alto in modo da incamerare più aria possibile. Questa strategia fa si che la crema diventi gonfia e soffice.

Una volta realizzata la crema, si prosegue con la preparazione del dolce disponendo di una teglia rettangolare oppure ovale. È anche possibile preparare delle monoporzioni di tiramisù, utilizzando alcune ciotole o bicchieri abbastanza larghi.

Dopo aver spalmato un po’ di crema sul fondo della teglia o della ciotola, si versa il caffè in un piatto fondo e si bagnano i biscotti, che saranno poi sistemati all’interno della teglia uno accanto all’altro senza lasciare spazi vuoti. Si procede poi con uno strato di crema e un altro strato di biscotti bagnati nel caffè, concludendo con uno spesso strato di crema sopra il quale spolverizzare il cacao amaro usando un comune colino. Per evitare che il dolce sia eccessivamente asciutto è preferibile bagnare poco i biscotti dello strato inferiore, abbondando invece con l’immersione di quelli dello strato superiore: in questo modo il caffè scenderà verso il basso.

Varianti e consigli

Tiramisù fragola
Tiramisù fragola

Il tiramisù al caffè è certamente la ricetta più conosciuta di questo dessert, di cui tuttavia esistono numerose varianti. Ecco alcuni esempi:

  • tiramisù all’ananas: come bagna si utilizza il succo d’ananas, mentre tra uno strato e l’atro di biscotti e crema si adagiano alcune fette di ananas (vanno bene anche quelle in barattolo, meglio se senza zucchero);
  • tiramisù alle amarene: ideale per i bambini, si bagnano i biscotti in una soluzione composta da acqua e topping all’amarena, adagiando sopra la crema alcune ciliegie amarene;
  • tiramisù al tè matcha: i biscotti possono essere bagnati semplicemente nel tè verde, mentre la superficie del dolce può essere cosparsa di polvere di tè matcha.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi che migliorano l’umore: 5 consigli