Greenstyle Alimentazione Alimenti Spesa di giugno: frutta e verdura del mese

Spesa di giugno: frutta e verdura del mese

Spesa di giugno: frutta e verdura del mese

Fonte immagine: Image by RitaE from Pixabay

La spesa di giugno è tra le più gustose e colorate dell’anno. Tra la frutta e la verdura che si conferma sulle nostre tavole, ecco che si fanno strada alcune prelibatezze tipiche del periodo estivo. Albicocche e ciliegie rappresentano le regine di questo mese, senza trascurare l’arrivo delle prime pesche.

Fare la spesa a giugno vuol dire riempire il proprio carrello di colore, ma anche di vitamine e sali minerali. Questi ultimi si rivelano molto utili, insieme ad alcune vitamine, per affrontare l’arrivo dell’estate (previsto il 21 giugno) e del tipico caldo estivo.

Molti alimenti presenti nel mese di giugno serviranno anche per difendere la pelle, soprattutto dai più intensi raggi del sole. Tra la frutta sono presenti i primi rimedi naturali per un’abbronzatura salutare e per proteggere la pelle dall’invecchiamento precoce.

Sfoglia la gallery per scoprire quali sono gli alimenti più indicati per un’abbronzatura salutare

Spesa di giugno, la verdura del mese

Quando si parla di verdura del mese, la spesa di giugno punta senz’altro sulle zucchine e sui fiori di zucca. Le prime sono tra gli alimenti consigliati a chi vuole dimagrire, magari alla ricerca della forma migliore in vista dell’estate. Possono essere grigliate e condite con un filo d’olio, per una versione più light, oppure tagliate a julienne e fritte all’interno di una gustosa pastella.

I fiori di zucca sono una piacevole tentazione culinaria, soprattutto se fritti con un ripieno di mozzarella e alici. Possono essere utilizzati anche per condire la pasta, rendendo particolarmente gustoso un primo piatto cucinato per amici o parenti. Al loro interno diverse vitamine (A, B1, B2, B3 e B9), oltre a calcio (in grandi quantità), ferro, magnesio e potassio. Questi ultimi sono molto utili per resistere all’arrivo del caldo estivo.

Gli arrivi di giugno non si fermano qui, ma prevedono ad esempio un elemento di primo piano come la melanzana. Spazio anche ai cetrioli, ai fagiolini e ai ravanelli. Da non dimenticare i pomodori, che con il loro 95% d’acqua e appena 20 calorie per 100 grammi di parte edibile rappresentano un alimento ideale per idratarsi e mantenere la linea.

Idratazione garantita anche grazie all’arrivo delle lattughe estive: romana, cappuccio, lollo e trocadero. A giugno troviamo anche cicoria, scarola, oltre alla riconferma di alcune verdure primaverili:

  • Aglio, asparagi;
  • Barbabietole, bieta;
  • Cardo, carote, ceci, cicorino, cime di rapa, cipolla, cipollotto, costa;
  • Fagiolini, fave, finocchi;
  • Lenticchie;
  • Ortica;
  • Patate, piselli;
  • Radicchio, rapa, rucola;
  • Scalogno, sedano, songino o valerianella, spinaci;
  • Tarassaco;
  • Valeriana.

Le piante aromatiche presenti nella spesa di giugno sono alloro, basilico, cappero, dragoncello, melissa, menta, prezzemolo, rosmarino, salvia e timo.

Albicocche
Albicocche

Fare la spesa, la frutta di giugno

Arriviamo infine al capitolo frutta. Fare la spesa a giugno permette di regalarsi un pieno di sapore e gusto con un monte calorie tutto sommato contenuto. Basterà scegliere i prodotti giusti e non esagerare con i quantitativi. Da evitare anche l’utilizzo di zuccheri aggiunti, che possono rendere meno salutari anche le sempre amate ciliegie.

Proprio le ciliegie sono tra i graditissimi ritorni di questo mese, seppure qualche anticipazione sia stata già avvistata sul finire di maggio. È però nella spesa di giugno che questo frutto raggiunge la piena maturazione ed è pronto a regalare tentazioni uniche, da “una tira l’altra”. Di positivo hanno senza dubbio il gusto, ma anche l’azione depurativa e detox, oltre alla stimolazione della diuresi.

Grandi protagoniste di questo mese sono le albicocche, ricche di vitamine (A, B, C e PP) e di sali minerali. Presenti calcio, ferro, fosforo, potassio e sodio, insieme a una buona scorta di carotenoidi (molto utili per una bella e sana abbronzatura).

Questo frutto si rivela quindi molto utile per chi soffre di anemia, grazie al contenuto di ferro. Tuttavia un’ulteriore azione curativa ne sconsiglia un consumo esagerato: si tratta delle proprietà lassative, benefiche per chi soffre di stipsi, ma controindicata in altre condizioni.

Classica o “noce”, a pasta bianca o gialla, la pesca è un altro gradito ritorno tra la frutta di giugno insieme alle prugne e a diversi tipi di frutti di bosco (lampone, more di gelso, ribes). Impossibile non citare anche l’arrivo dell’uva spina e del re dell’estate: il melone.

Un ottimo modo per consumare tutti i gustosi frutti presenti nella spesa di giugno è quello di utilizzarli come spuntini a metà mattinata o a merenda. Un modo per stare in forma e anche per evitare di cedere a snack poco salutari. Perché no, anche realizzando una colorata e gustosa macedonia di frutta.

Seguici anche sui canali social