Greenstyle Alimentazione Alimenti Dieta Mediterranea, gli alimenti di maggio

Dieta Mediterranea, gli alimenti di maggio

Dieta Mediterranea, gli alimenti di maggio

Fonte immagine: Unsplash

Dopo un mese dal clima ballerino ecco che arriva maggio, il quinto in ordine di presentazione, ma vero cuore pulsante della stagione primaverile. Il colore è il vero protagonista di tutto il mese in particolare in tavola, grazie alla presenza di cibi dai toni vivaci e degni rappresentanti della Dieta Mediterranea. Frutta e verdura succosa e nutriente ravvivano i banchi della spesa, garantendo sapore e benessere a tutte le ricette.

Il mese di maggio assicura la presenza di tanti dei cibi presenti nella piramide alimentare della Dieta Mediterranea, la stessa che nel 2010 l’UNESCO ha inserito nella lista dei patrimoni orali e immateriali dell’umanità. Un insieme di ricette, combinazioni e prodotti, ma anche una guida che fonda i suoi principi sul rispetto per il territorio e per la biodiversità, in favore della conservazione e dello sviluppo delle attività tradizionali che da sempre animano il Mediterraneo.

Uno stile alimentare che è diventato un simbolo di benessere e nutrimento tanto da favorire una bassa incidenza di patologie cardiovascolari e di disturbi gastrointestinali. Mentre i campi seminati a cereali iniziano a crescere, a maggio si procede con la semina del girasole, del mais e della soia.

Di certo non mancano tanti di quei prodotti che caratterizzeranno la stagione estiva, utili per depurare l’organismo dalle tossine ripulendo anche la pelle dalle impurità. Scopriamo insieme cosa ci riserva il mese di maggio.

Dieta Mediterranea e verdura, le nutrienti novità di stagione

fave
Fonte: Pixabay

Le proposte di maggio sono tante, il ricambio di prodotti avvenuto durante aprile ha permesso di salutare molti dei protagonisti invernali in favore delle innumerevoli primizie primaverili. Per gustarle al meglio, con un impatto ambientale inferiore, ci si può rivolgere alle aziende agricole e ai venditori locali per un acquisto a chilometro zero che non produca CO2. Che non coinvolga prodotti fuori stagione e di importazione, favorendo così un’alimentazione stagionale, sana, in grado di rappresentare in pieno le indicazioni della Dieta Mediterranea.

Largo alle novità del mese di maggio in fatto di verdura, tra queste possiamo trovare le fave fresche, i piselli freschi e le patate novelle. Insieme agli asparagi e ravanelli incontrati e gustati sin dal mese precedente; riconfermati invece cicoria, finocchi, rucola, spinaci, radicchio rosso, lattuga, sedano, barbabietole, carciofi, cardo, tarassaco, carote, cipollotti, erbette e fagiolini. Il banco della verdura propone anche un’anteprima estiva interessante ovvero le zucchine, che conosceremo meglio il prossimo mese.

Per quanto riguarda le novità, come anticipato, il cesto si arricchisce della gustosa presenza delle patate novelle, dei piselli freschi e delle fave fonte proteica perfetta per la Dieta Mediterranea. I primi sono una presenza fondamentale per chi segue anche una dieta vegetariana perché assicurano una ricarica di ferro, in tandem con fosforo, calcio, potassio, vitamina A, B1, C e PP. Facilmente digeribili sono alleati importanti per chi sta affrontando la menopausa, perché prodighi di fitoestrogeni.

Preservano il benessere della cute, del cuore e del sistema immunitario, sono perfetti come contorno ma anche come ingredienti per creare primi, ripieni e secondi gustosi. Senza dimenticare la golosa crema di piselli realizzata aggiungendo cipolle, patate, qualche foglia di basilico e sale. Si lessa il tutto, si frulla con l’aggiunta di formaggio grattugiato (o panna fresca a piacere), servendo con un spolverata di pepe nero.

Anche le fave sono una vera ricarica di ferro e di vitamina C, oltre che di fibre così da favorire la pulizia intestinale. Ciò che le caratterizza è la presenza dell’amminoacido Levodopa (o L-dopa), un toccasana per migliorare la concentrazione di dopamina nel cervello. Lo stesso amminoacido è presente nei medicinali necessari per rallentare il percorso del morbo di Parkinson. Se non si è intolleranti sono un prodotto perfetto per creare zuppe e contorni gustosi e saporiti.

Frutta, una ricarica di energia e idratazione

ciliegie
Fonte: Unsplash

Con il mese di maggio invece salutiamo le arance e i kiwi, che potremo gustare ancora per poco perché degnamente sostituite dalle fragole nel pieno del loro splendore, dalle mele e dai primi pompelmi. Il banco frutta è un tripudio di colori, profumi e sapori intensi, un appuntamento con il gusto da non perdere. Il mese di maggio porta in tavola tante novità come le primissime ciliegie, i primi lamponi, le golose albicocche e le nespole giapponesi.

Queste ultime sono poco caloriche ma anche una valida ricarica di minerali e vitamine, contengono acido formico ovvero una fibra alimentare che aumenta la sensazione di sazietà. Delicate, un po’ asprigne vanno gustate alla giusta maturazione per assorbire i nutrienti presenti.

Ma le vere protagoniste di maggio sono le ciliegie e le albicocche, una combinazione di sapori e colori davvero unici che ci accompagneranno fino all’estate. Le prime dal gusto dolce e succoso sono ricchissime di magnesio, potassio, rame e vitamina C, ottime antiossidanti e antinfiammatori naturali molto importanti per il benessere del corpo.

Invece le albicocche dal gusto dolce e vellutato contengono fibre, vitamina A, betacarotene e licopene per il bene della pelle e in grado di regolare livelli di colesterolo. L’alta presenza di minerali combatte la spossatezza ricaricando il corpo di energia e di forza. A maggio fare la spesa sarà un’avventura e una scoperta avvincente.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ti potrebbe interessare