Riciclare vecchi mobili per rinnovare il look di casa

Riciclare vecchi mobili per rinnovare il look di casa

Fonte immagine: Pixabay

Come svecchiare e riciclare i mobili di casa trasformandoli in oggetti di design sofisticati e originali: idee, istruzioni e consigli.

I mobili di ottima qualità sono destinati a durare molto a lungo, tuttavia il desiderio di sostituirli o di svecchiarli può nascere anche quando sono ancora integri e funzionali. Volendo rinnovare il look della propria casa, infatti, è possibile riciclare i vecchi mobili per realizzare oggetti di design o semplicemente per dare loro un nuovo volto, adattandoli ai gusti personali. Le idee non mancano, basta affidarsi alla creatività e sperimentare le tecniche più utili per rinnovare le superfici dei mobili in modo ottimale, ottenendo un effetto originale e sorprendete.

Decoupage

Tra le tecniche più semplici da applicare per svecchiare i mobili è da annoverare il decoupage, una soluzione che richiede poche materie prime garantendo un risultato davvero innovativo. È necessario avere a disposizione vecchi giornali, pagine di fumetti, carta da regalo di vario tipo che serviranno per rivestire le superfici esterne dei mobili, non prima di averle pulite e levitate in modo da garantire un effetto perfettamente uniforme. A questo punto si procede facendo aderire i ritagli di carta utilizzando della comune colla vinilica, da stendere con l’aiuto di un pennello. Dopo averla fatta asciugare perfettamente, è possibile stendere uno strato di vernice trasparente per creare un effetto lucido ancora più intenso. Con questa tecnica si possono recuperare e rinnovare sedie, tavoli, cassettiere e credenze che sono caratterizzate da un design datato ma che possono trasformarsi in complementi d’arredo unici.

Effetto shabby chic

Una valida alternativa per riciclare e svecchiare un mobile è la tecnica detta shabby chic, perfetta per creare un effetto usato e invecchiato senza tuttavia trasmettere un’idea di stantio e datato. È un metodo che si addice molto ai mobili ricchi di rilievi e decorazioni, intagli e particolari che possono essere valorizzati facilmente. Caratteristiche del shabby chic sono l’uso di una vernice colorata per il legno, di tonalità chiara tendente al bianco, al beige o al grigio chiaro. Si procede poi creando piccole crepe sulla vernice, che deve sembrare logorata e scrostata, creando un effetto allo stesso tempo vintage e moderna.

Riciclo cassettiere e armadi

Le cassettiere e gli armadi sono tra i mobili di cui ci si stufa con maggiore facilità, soprattutto se caratterizzati da un design ormai in disuso. I cassetti, ad esempio, possono essere riciclati in vari modi creando mensole, attaccapanni da parete e perfino pratiche librerie o scaffali da sistemare in varie parti della casa. È sufficiente estrarre i cassetti, appoggiarli in verticale ed eliminare le maniglie o i pomelli. Il fondo può essere abbellito con della semplice carta adesiva, mentre per ottenere più ripiani è necessario sistemare uno o più pannelli di legno o cartone rigido che fungano da divisori. Per quanto riguarda gli armadi, l’idea più semplice da mettere in pratica è quella di creare un rivestimento ad hoc, rendendo questo mobile un pezzo unico completamente personalizzato. In alternativa, è possibile prelevare gli sportelli e adoperarli come ripiani per realizzare un tavolino, oppure come mensole da far aderire alla parete o perfino come pratici organizer da parete.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle