Ricette vegan per Pasqua, le proposte della LAV

Ricette vegan per Pasqua, le proposte della LAV

LAV propone un menu vegetariano per la Pasqua al posto delle tradizionale carni di agnello: ogni anno uccisi centinaia di migliaia di ovini e caprini.

Menu di Pasqua vegani per salvare gli agnelli. La proposta arriva dalla LAV, che propone alcune soluzioni gastronomiche “cruelty-free” per festeggiare con gusto la ricorrenza pasquale. Una scelta differente da quella che ogni anno, in occasione di queste festività, porta la carne d’agnello a rappresentare la portata principale del pranzo della domenica.

La tradizione pasquale costa molto caro agli agnelli: ogni anno è stimato in alcune centinaia di migliaia il numero di loro che finisce in questo periodo sulle tavole degli italiani. Un consumo che può essere drasticamente ridotto, secondo LAV, con soluzioni come quelle contenute nel proprio menu vegan:

Ideato per questa speciale occasione dallo chef Giuseppe Capano e consultabile sul sito cambiamenu.it, è ricco di idee per una Pasqua che celebri la vita in ogni senso: una sfiziosa insalata con le cipolle e la salsa d’arancia per antipasto fara’ spazio al primo di ravioli di taccole impreziositi dallo zafferano, alle uova di tofu con salsa di carote e carciofi e infine al dolce pasquale con delicata crema alla vaniglia.

Nessun pericolo di un pranzo di Pasqua povero di sapori, anzi arricchito da nuove e gustose portate “cruelty-free”. Piatti in grado di accontentare tutti i palati, anche i più esigenti, da realizzare con ingredienti semplici:

Ricette con ingredienti semplici, ideali per tutti i fornelli e per tutti i palati e, soprattutto -rileva la Lav- buone per lo spirito. Nonostante la macellazione di ovicaprini sia infatti in crisi ( -2% è il numero della flessione di quest’attività nello scorso anno), nei primi mesi del 2011 sono stati 2.446.620 gli agnelli, le pecore e i capretti finiti in pentola, per un totale di 22.444 tonnellate di carne.


Oltre ai benefici che un’alimentazione con minor consumo di carne, sostituita da legumi, cereali e verdura fresca di stagione, scegliere dei piatti vegan a Pasqua assume un significato diverso secondo Paola Segurini, responsabile Lav Settore Vegetarismo:

Festeggiare con un menu senza crudeltà significa scegliere di salvare la vita a tanti animali: non è forse il miglior modo per celebrare il rito della Pasqua?

Seguici anche sui canali social