Piante da siepe, quali sono le più adatte

Piante da siepe, quali sono le più adatte

Fonte immagine: Pixabay

Una siepe folta e rigogliosa rappresenta una barriera naturale perfetta per il giardino: ecco le piante più adatte.

Favorire la crescita armonica della siepe per delimitare uno spazio privato non è un’operazione sempre facile ma permette di ottenere diversi vantaggi: una siepe rigogliosa può rappresentare una barriera naturale contro il vento, il rumore o gli sguardi indiscreti di chi passa vicino alla proprietà, oppure essere utile per rivestire una cancellata ma anche più semplicemente abbellire il giardino in tutte le stagioni.

La siepe può avere forme, caratteristiche e dimensioni differenti. È possibile optare per una siepe sempreverde o destinata a fiorire periodicamente, rampicante, folta o irregolare, tenendo conto che a seconda della specie di piante può raggiungere anche altezze elevate. Ecco una rassegna delle piante più adatte.

Gelsomino

Gelsomino

Il gelsomino, che appartiene alla grande famiglia delle Oleaceae, è una pianta rustica resistente e profumata. Esistono tipologie diverse, in grado di raggiungere anche i due metri e mezzo di altezza e di generare fiori bianchi o chiari a seconda della stagione. Le specie più coltivate sono il gelsomino comune e quello trifogliato, mentre il Jasminum nudiflorum e il Jasminum primulinum sono noti per la fioritura invernale.

Bosso

Bosso

Arbusto sempreverde usato per creare siepi dalla forma originale, il bosso si caratterizza non per la produzione di fiori ma per il fogliame verde e intenso anche durante i mesi invernali. Si adatta ai climi temperati e può essere “lavorato” in modo molto facile, dando la forma che si preferisce a tutta la siepe. Il bosso cresce bene nelle zone soleggiate o semiombreggiate, non necessitando di irrigazioni frequenti o abbondanti.

Lauroceraso

Lauroceraso

Il lauroceraso è una pianta sempreverde che cresce molto rapidamente, raggiungendo anche i sette metri di altezza. Dotata di foglie verdi allungate, si caratterizza per la comparsa primaverile di fiori chiari e di frutti scuri di piccole dimensioni.  Questa pianta, tuttavia, presenta un fogliame contenente elevate dosi di acido citrico, pertanto può rivelarsi tossico per l’uomo e per gli animali.

Biancospino

Biancospino

Il biancospino è noto per la presenza dei fiori chiari e delicati, in grado di creare un suggestivo contrasto cromatico con le bacche di colore rosso. Le foglie verdi e scure sono perfette per creare barriere folte e molto coprenti, anche perché la pianta può crescere in altezza raggiungendo anche i cinque metri.

Ibisco

Ibisco

L’ibisco è una pianta molto decorativa e si presta bene alla realizzazione di siepi grazie al suo sviluppo in verticale. Raggiunge anche i tre metri e la sua fioritura copre diversi mesi, dalla primavera fino ai primi freddi. I fiori sono campanulati e rosati, mentre le foglie sono ovali e verdi. La pianta è resistente al freddo e alle gelate invernali, purché sia esposta alla luce senza assorbire direttamente i raggi del sole.

Alloro

Alloro

Aromatico e prezioso in cucina, l’alloro si presta bene allo sviluppo in siepe anche perché è molto facile da coltivare. Si caratterizza per una fioritura estiva, con fiori bianchi piccoli, e per la presenza di fogliame florido e rigoglioso di colore verde intenso. L’alloro necessita di alcune cure, come la potatura semestrale e il controllo dei pericolosi ristagni d’acqua, tuttavia è una pianta non solo molto decorativa ma anche molto longeva.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Giardinaggio, come facilitarlo