Festa della Mamma: fiori non recisi da regalare

Festa della Mamma: fiori non recisi da regalare

Fonte immagine: Pixabay

La Festa della Mamma può rappresentare l'occasione ideale per regalare dei fiori non recisi: ecco le piante più adatte, sia per stagione che significati.

Fra le varie ricorrenze annuali, la Festa della Mamma è una delle più sentite: in Italia, in particolare, si onora il ruolo di questa figura centrale per la famiglia e la società. Tra cene e momenti di gioioso convivio, in questa celebrazione non può mancare il momento dei doni: tra i mille cadeaux che si possono scegliere per onorare la propria madre, i fiori sono certamente immancabili. Anziché scegliere una varietà recisa, pronta ad appassire in pochi giorni, perché non approfittare di questa occasione per regalare una pianta, pronta a durare per anni e a mantenere vivo il ricordo di una giornata tanto speciale?

Sono moltissime le varietà di piante che si possono regalare per la Festa della Mamma, alcune scelte perché tradizionalmente simbolo di questa ricorrenza, altre perché molto belle da ammirare o dai significati profondi. Di seguito, qualche proposta.

Azalea e rosa

Rosa
Fonte: Pixabay

Uno dei fiori più rappresentativi delle celebrazioni per la mamma è di certo l’azalea, tradizionalmente associata proprio alla figura della madre e, negli ultimi decenni, protagonista anche di numerose campagne di raccolta fondi e sensibilizzazione. La più nota è quella dell’AIRC che, ogni anno, offre splendidi esemplari di questo fiore per finanziare la ricerca sul cancro. Di origine orientale, l’azalea si caratterizza per piccole foglie d’intenso colore verde e fiorellini delicati, rosacei o rossi: nella cultura asiatica, indica la femminilità, nonché l’amore indissolubile come quello tipico tra una madre e un figlio. Facile da coltivare in vaso, non richiede grandi interventi di manutenzione, inoltre si adatta a ogni ambiente della casa prediligendo i davanzali dalla media esposizione al sole.

Anche la rosa è uno dei fiori caratteristici della Festa della Mamma: anziché scegliere un mazzo di esemplari recisi, tuttavia, si potrebbe optare per una piccola pianticella, magari da trapiantare in un giardino, se presente. Il colore prediletto è il bianco, che indica l’amore puro tipico dei genitori, ma anche il rosa per l’affetto e l’arancio per sottolineare la bellezza femminile. Se l’intenzione è quella di una dimora all’aperto, è bene informarsi preventivamente sulle condizioni climatiche del luogo di residenza. Ancora, potrebbe essere utile aggiungere al dono degli strumenti di giardinaggio: oltre a guanti spessi, per evitare le dolorose spine, anche cesoie per effettuare la ciclica potatura, nonché dotazioni di fertilizzanti organici.

Piante grasse

Piante grasse

Le piante grasse, dette anche succulente, rappresentano un nugolo ben nutrito di varietà vegetali molto apprezzate, non solo per la Festa della Mamma. Questo perché le loro necessità di cura sono assai ridotte, inoltre tendono ad adattarsi facilmente a qualsiasi tipo di ambiente, dai più secchi ai più umidi. Sebbene vengano tradizionalmente associate ai luoghi della terra più afosi, le piante grasse sono abituate a grandi escursioni termiche, come quelle che di notte coinvolgono le zone del mondo più desertiche.

Le varietà tra cui scegliere sono le più disparate, dai classici cactus al fico d’India, passando per Euphorbia o l’Echinopsis. Unica specie da evitare, anche per non imbattersi in una pericolosa gaffe, è l’Echinocactus grusonii: questa varietà, dalle forme tonde e appiattite nonché caratterizzata da lunghi aculei, è infatti nota nella tradizione popolare con il nome di “cuscino della suocera”. Non proprio il modo migliore per omaggiare una mamma, soprattutto quella del proprio partner, a meno che non sia dotata di una spiccata ironia.

Dalia e tulipano

Dalie

Fra tutti i fiori tipicamente preferiti, la dalia è certamente uno dei più amati e appariscenti, grazie alle bellezza delle forme geometriche composte dai suoi morbidi e colorati petali. Proprio per la complessità e la resistenza di questa composizione, da sempre la dalia è associata alla figura della donna: esprime bellezza, saggezza, completezza e maturità. A seconda delle varietà, sarà semplice coltivarne un esemplare sia in vaso che in orto, considerato come la specie prediliga il clima tipicamente mediterraneo e può resistere anche a precipitazioni di modesta intensità.

Anche i tulipani possono risultare perfetti per la Festa della Mamma, poiché simbolo sia dell’affetto che dell’amore profondo, quello che lega una madre ai propri figli. Le varietà da preferire sono quelle rosa, poiché il rosso è legato all’innamoramento e alla passione carnale: regalare dei bulbi potrebbe rappresentare un’idea simpatica, con la promessa di coltivarli insieme.

Piante aromatiche

Erba cipollina

Un soluzione originalissima, infine, potrebbe essere rappresentata dalle piante aromatiche. Sempre comode in casa, soprattutto per arricchire piatti e ricette con nuovi e più intensi sapori, sono perfette anche semplicemente come varietà ornamentali. Basti pensare, ad esempio, come l’erba cipollina produca dei caratteristici ed eleganti fiori viola, noti anche per il loro intenso profumo. Le alternative tra cui scegliere sono le più disparate: basilico, prezzemolo, coriandolo, timo, origano, rosmarino, maggiorana, menta e salvia potrebbero rappresentare le opzioni da cui cominciare. Anche in una composizione in un grande vaso, per avere questi preziosi alleati sempre a portata di mano.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uber JUMP: come noleggiare le biciclette elettriche