Greenstyle Ambiente Animali Iguana: aspetto, caratteristiche, curiosità

Iguana: aspetto, caratteristiche, curiosità

Con il termine di iguana si intende un genere che, in realtà, comrepnde solo due specie: l'Iguana iguana o iguana verde e l'Iguana delicatissima o Iguana delle piccole Antille. Tuttavia della famiglia Iguanidae fanno parte anche altri rettili che, tecnicamente, non sono iguane in senso stretto, ma che comunque vengono definite iguane. Conosciamole meglio vedendo i diversi tipi, l'aspetto, l'alimentazione, il comportamento e curiosità.

Iguana: aspetto, caratteristiche, curiosità

Si fa presto a parlare di iguana. La famiglia di sauri delle Iguanidae, infatti, comprende 8 generi e 38 specie che sono chiamate tutte iguane. Solo che, in teoria, le iguane vere e proprie sono quelle del genere Iguana.

In effetti, l‘Iguana verde o iguana comune appartiene proprio a questo genere. Ed è proprio sul genere Iguana che ci concentreremo, andando a vedere aspetto, colori, comportamento, riproduzione, alimentazione e qualche curiosità.

Classificazione scientifica dell’iguana

Questa è la classificazione scientifica delle iguane:

  • Dominio: Eukaryota
  • Regno: Animalia
  • Phylum: Chordata
  • Classe: Reptilia
  • Sottoclasse: Diapsida
  • Infraclasse: Lepidosauromorpha
  • Superordine: Lepidosauria
  • Ordine: Squamata
  • Sottordine: Lacertilia (Sauria)
  • Infraordine: Iguania
  • Famiglia: Iguanidae

Da qui si dipartono poi otto generi:

  • Amblyrhynchus
  • Brachylophus
  • Conolophus
  • Ctenosaura
  • Cyclura
  • Dipsosaurus
  • Iguana
  • Sauromalus

Come puoi vedere, le iguane propriamente dette sono quelle del genere Iguana. Tuttavia anche negli altri generi sono presenti specie che sono comunque chiamate iguane.

Quanti tipi di iguana esistono?

iguane blu

Questi sono tutti i tipi di iguana esistenti, sia quelli del vero genere Iguana che le sue cugine:

Amblyrhynchus

  • Amblyrhynchus cristatus: iguana marina

Brachylophus

  • Brachylophus bulabula
  • Brachylophus fasciatus
  • B. vitiensis Gibbons: iguana crestata delle isole Figi

Conolophus Fitzinger

  • Conolophus marthae: iguana rosa
  • Conolophus pallidus: iguana terricola di Santa Fé
  • Conolophus subcristatus: iguana terrestre delle Galápagos

Ctenosaura

  • Ctenosaura acanthura
  • Ctenosaura alfredschmidti
  • C. bakeri
  • Ctenosaura clarki
  • Ctenosaura defensor
  • C. flavidorsalis
  • Ctenosaura hemilopha
  • Ctenosaura melanosterna
  • C. oaxacana
  • Ctenosaura oedirhina
  • Ctenosaura palearis
  • C. pectinata
  • Ctenosaura praeocularis
  • Ctenosaura quinquecarinata
  • C. similis: iguana nera

Cyclura

  • Cyclura carinata
  • Cyclura collei
  • C. cornuta
  • Cyclura cychlura
  • Cyclura nubila
  • C. pinguis
  • Cyclura ricordi
  • Cyclura rileyi

Dipsosaurus

  • Dipsosaurus dorsalis: iguana del deserto

Iguana

  • Iguana delicatissima
  • Iguana iguana: iguana dai tubercoli, iguana verde o iguana comune

Sauromalus

  • Sauromalus ater
  • Sauromalus hispidus
  • S. klauberi
  • Sauromalus slevini
  • Sauromalus varius

Dove vive?

Le iguane vivono nella zona tropicale delle Americhe. Le puoi trovare dal Messico meridionale fino al Brasile centrale, Paraguay e Bolivia. Si trovano anche ai Caraibi e nelle isole Galapagos.

Caratteristiche dell’iguana e cenni di biologia

Le iguane sono rettili che assomigliano assai alle lucertole, ma tendono ad essere più grandi. Gli esemplari adulti hanno una cresta sul dorso particolarmente sviluppata nei maschi. I maschi hanno la testa più triangolare, le femmine più tondeggiante. Come dimensioni, con variazioni a seconda della specie, ecco che in natura arrivano ad essere lunghe anche 2,5 metri, mentre in cattività arrivano al massimo a 1 metro.

Le iguane ci sentono benissimo e ci vedono anche bene. Sono anche in grado di distinguere alcuni colori. Di sicuro distinguono il rosso, visto che amano mangiare i fiori di ibisco rosso.

Iguana verde (Iguana iguana)

iguana verde

L’iguana verde o iguana dei tubercoli o iguana comune è l’iguana propriamente detta, visto che fa parte del genere Iguana. Vive in centro e sud America, dal Messico al nord dell’Argentina, arrivando in Brasile, Paraguay e Caraibi. Ama le zone ricche di vegetazione, con alti alberi.

È considerata la specie più grande, anche se alcune specie del genere Cyclura possono arrivare al suo peso. Gli adulti sono lunghi 120-170 cm dalla testa alla coda, con maschi che arrivano ai 2 mesi e superano gli 8 kg di peso.

In realtà la sua livrea non è verde, ma si presenta di colori diversi. Per esempio, in Perù sono blu, mentre nei Caraibi il colore va dal verde al nero, passando per il lavanda e il marrone rossiccio. In Costa Rica sono rosse, mentre in Messico l’iguana è arancione. Anche le iguane di El Salvador sono blu da giovani.

Ha grandi guance evidenti, soprattutto nel maschio: sono protette da una grossa squama tonda. Anche le iguane verdi sono erbivore, raramente ingeriscono insetti.

Sono ovipare: ogni femmina depone fino a 70 uova all’anno. Una volta deposte, la femmina si disinteressa del tutto della prole. I piccoli di iguana nascono dopo 10-15 settimane di incubazione. I cuccioli delle iguane sono praticamente uguali agli adulti, ma non hanno la cresta.

I giovani rimangono in gruppetti famigliari per tutto il primo anno di vita.

Iguana delle piccole Antille (Iguana delicatissima)

L’iguana delle Piccole Antille è una specie a grave rischio estinzione. Vive ormai solamente più sulle isole settentrionali delle Piccole Antille, in zone ricche di arbusti e foreste.

Tali iguane sono lunghe, coda esclusa, 39-43 cm e pesano 2,6-3,5 kg. Il maschio presenta squame sollevate sul dorso che assomigliano a spine. Queste squame sono presenti anche sulla giogaia. I maschi sono verde o grigio scuro, guance rosate e squame ai lati della testa azzurre durante il periodo riproduttivo. Le femmine sono verdi brillanti, testa chiara e coda marrone.

I cuccioli sono verdi brillanti alla nascita con strisce bianche e tre bande bianche verticali sui fianchi. Quando l’animale è nervoso, assume dei riflessi marroni. Tuttavia, crescendo, perde sia le strisce bianche che la capacità di cambiare colore, a differenza del camaleonte. Nel frattempo la coda diventa marrone.

Durante il periodo della riproduzione, le femmine si spostano per costruire i nidi in zone sabbiose. Qui depongono fino a 18 uova in tunnel scavati a terra.

Le uova devono incubare per tre mesi. La maturità sessuale viene raggiunta a 3 anni, con maschi che però non possono accoppiarsi fino a quando non conquistano un proprio territorio. La durata di vita media è di 15 anni.

Anche queste iguane sono erbivore, ma nella dieta mangiano anche più frutta.

Riproduzione

Le iguane sono ovipare, si riproducono deponendo le uova. I maschi tendono a combattere sia per il territorio che per le femmine e tendono ad avere un harem.

Comportamento e abitudini

iguana nera

Le iguane tendono a vivere tutta la vita sopra i grandi alberi e scendono a terra solo per deporre le uova, per accoppiarsi o per spostarsi in un’altra zona, magari maggiormente ricca di cibo. Tuttavia è possibile trovare iguane anche nei muri delle case, nelle rovine o in tane sotterranee.

Al mattino, appena si alzano, vanno subito a prendere il sole, rimanendo esposte al suo calore per qualche ora. Come tutti i rettili sono eteroterme, non sono in grado di regolare da sole la loro temperatura corporea. Esattamente come le tartarughe, regolano la temperatura spostandosi continuamente da un punto caldo a un punto più fresco.

Di notte si nascondono nelle tane per sfuggire ai predatori. Sono molto coriacee, hanno un’alta resistenza alle cadute e nuotano anche benissimo.

Dieta e alimentazione

Le iguane sono erbivore, anche se ogni tanto possono mangiare degli insetti. Di solito non lo fanno volontariamente, ma semplicemente perché ingeriscono accidentalmente quelli presenti sulle piante che mangiano. Amano nutrirsi dei fiori rossi dell’ibisco e di foglie di basilico, specie quelle più tenere.

Curiosità sull’iguana

Ecco qualche piccola curiosità sulle iguane:

  • Non esiste l’iguana barbuta, ma forse con questo nome ci si riferisce al drago barbuto o pogona, la Pogona vitticeps, sauro della famiglia Agamidae
  • La durata di vita media di un’iguana verde è di circa 20 anni
  • Il prezzo di un’iguana verde o comune varia dai 50 ai 200 euro, con costi maggiori per alcuni colori. Tuttavia a questo devi poi sommare i costi per il terrario, le lampade e gli accessori, cosa che potrebbe far salire la spesa totale anche sopra i mille euro
  • Non esiste un Pokémon iguana

Un’iguana come animale domestico?

L’iguana verde può essere allevata in cattività come animale domestico. Naturalmente è necessario allestire un terrario molto ampio, con apposite lampade UVB e lampade riscaldanti. Il terrario deve essere sufficientemente umido.

Non scordare, infatti, che in natura vivono in zone in cui di giorno si arriva ai 35-40 gradi, mentre di notte 20-22 gradi, con un’umidità che arriva anche al 70-80%.

L’interno del terrario deve essere abbastanza ampio da permettere la crescita del rettile, con alberi e rami su cui possa arrampicarsi. Occhio che l’iguana morde, come tutti gli animali. E viste le sue dimensioni, il suo morso può essere decisamente doloroso e provocare lesioni anche importanti.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Olimpiadi invernali 2026, mascotte due ermellini: per salvare una specie potenzialmente a rischio
Animali

Due ermellini, Milo e Tina, sono le due mascotte ufficiali dei Giochi olimpici invernali di Milano Cortina 2026. Si tratta di due animali di cui si parla troppo poco, anche perché esistono pochi studi che li descrivono o che possano in qualche modo dare una stima della popolazione di questi carnivori sulle Alpi italiane. Animali potenzialmente a rischio di estinzione per i cambiamenti climatici, visto che vivono nei luoghi innevati e la neve è sempre meno.