Greenstyle Benessere Rimedi naturali Sintomi gravidanza: quali sono e i rimedi naturali utili

Sintomi gravidanza: quali sono e i rimedi naturali utili

La nausea, la tensione al seno e l'affaticamento sono solo alcuni sintomi della gravidanza, che vanta una sintomatologia molto varia e ricca. Ma a volte, proprio questa rosa di sintomi, può rendere la gestazione difficile, quasi invalidante per la futura mamma. Per fortuna che madre natura ci viene incontro con ottimi rimedi.

Sintomi gravidanza: quali sono e i rimedi naturali utili

Fonte immagine: Pixabay

I sintomi di una gravidanza possono non essere del tutto chiari, specie all’inizio della gestazione, quando eventuali disturbi possono farci pensare a cause diverse. Ci sono poi donne che, tolta l’amenorrea, ossia l’assenza di mestruazioni, non sperimentano alcun disagio. Il che indica come la risposta del corpo di ogni futura mamma sia davvero soggettiva.

In altri casi le nausee, o i giramenti di testa, che sono di norma i primi sintomi della gravidanza, possono arrivare in modo precoce. Di fatto, l’impianto dell’ovulo fecondato stimola la produzione di hCG, un ormone che stimola a sua volta la produzione di progesterone, causando la sintomatologia tipica del periodo che, però, come detto, non è uguale per tutte le donne.

È quindi poco utile cercare i primi sintomi di gravidanza sui forum online, perché ogni caso può essere diverso da un altro. Al contrario, questi siti possono essere d’aiuto per non sentirsi sole, condividere con altre mamme e future mamme i disturbi che si provano, mettere a fuoco anche le proprie paure. Per il resto, il test di gravidanza resta l’unico modo per capire se si è incinte.

Al massimo, online, si possono leggere le esperienze sui primi sintomi di gravidanza da parte di molte donne, per tranquillizzarsi sul proprio stato. Se infatti si è alla prima gestazione, è possibile che si abbiano una serie di timori e preoccupazioni su cosa sia naturale e cosa invece debba allarmare. Ma è importante ricordare che una chiacchierata col ginecologo non può essere sostituita alle ricerche sulla rete.

Quando si iniziano ad avere i primi sintomi di gravidanza?

Gravidanza i sintomi
Fonte: Pixabay

Lo abbiamo detto, ogni donna è diversa da un’altra e può capitare a molte di non percepire disturbi o fastidi nel corso dei 9 mesi, mentre ad altre possono arrivare violentemente da subito. Ma quando? È molto difficile che si abbia una sintomatologia già dopo 5 giorni dal rapporto non protetto.

Anche perché la fase ovulatoria potrebbe essere successiva al rapporto stesso, tanto è vero che si considerano come fertili i 6 giorni precedenti alla stessa ovulazione. In line di massima, si possono iniziare a notare sintomi dai 7 ai 12 giorni dalla fecondazione effettiva, ma per alcune donne questi potrebbero essere completamente assenti.

Sintomi gravidanza prima settimana e primo mese

Tra i sintomi di gravidanza più comuni nella prima settimana dal concepimento avvenuto troviamo la nausea, che tende a peggiorare quando i livelli di zucchero nel sangue si abbassano. Per tale motivo un senso di languore al mattino o tra i pasti si può rivelare un buon sintomo della dolce attesa.

Ma è anche frequente che si sperimentino:

  • stanchezza
  • stipsi
  • seno dolente o gonfio
  • capezzoli più scuri
  • mal di testa
  • minzione più frequente, dovuta in questo caso a cause ormonali piuttosto che alla pressione sulla vescica
  • avversioni alimentari o olfattive
  • voglie di cibo
  • cambiamenti di umore o emotività eccessiva
  • spotting o lieve sanguinamento, noto come sanguinamento da impianto

L’intensità di questi sintomi spesso aumenta col passare del tempo, andando di pari passo con l’aumento dei livelli di hCG. Verso la fine del primo trimestre, molte donne notano che i sintomi migliorano.

Come ci si accorge di essere incinta

I sintomi sono il campanello di allarme che, probabilmente, la cicogna sta per bussare alla nostra porta. Ma, come già affermato in questo articolo, senza test di gravidanza casalingo, o quello ematico da laboratorio, non esiste modo certo e sicuro per capire se effettivamente siamo incinte.

Ma è anche vero che molte donne, per non nutrire false speranze, attendono che le mestruazioni saltate siano almeno due e sperano di riconoscere i sintomi nel mentre.

La sintomatologia già descritta sopra è quella comune nella fase della gestazione e va acuendosi col passare del tempo, normalmente allentandosi alla fine del primo trimestre. Ma ci sono anche altri sintomi meno comuni che potremmo sperimentare, quali:

  • gonfiore, soprattutto alle caviglie e alle gambe
  • difficoltà a muoversi
  • bruciore di stomaco
  • dolore al legamento rotondo, che appare come un improvviso dolore allo stomaco
  • dolore all’anca o alla schiena
  • variazioni della pressione sanguigna o della frequenza cardiaca
  • dolore al seno o formicolio
  • produzione di latte materno

Rimedi naturali per i sintomi della gravidanza

Gravidanza i sintomi
Fonte: Pixabay

Se ci siamo accertate di essere in dolce attesa, forse vorremo anche ridurre i sintomi con i quali abbiamo già fatto la conoscenza. Per alcune donne i 9 mesi di gestazione sono magici e con pochi o nulli disagi, ma per altre nausea e affaticamento possono diventare invalidanti.

Tali rimedi sono considerati sicuri per la salute della futura mamma, ma ogni donna dovrebbe sentire prima il parere del proprio medico e solo dopo affidarsi alla natura.

Zenzero – È il rimedio anti nausea più quotato ed è adatto anche in questa delicata fase della vita di una donna. La tisana allo zenzero è un rimedio naturale facile da fare e buono da sorseggiare.

Mela – La regina della frutta, non toglie solo il medico di torno, ma aiuta a tenere nausee mattutine e languori lontani dalla gestante. Inoltre è anche ricca di vitamine e minerali utili per la salute.

Avocado e papaya – Se il bruciore di stomaco ci sta rendendo la vita da gestante difficile, questa frutta tropicale può aiutare a sedarlo senza ricorrere agli antiacidi in commercio. Il cetriolo è invece un ortaggio ideale per insalatone leggere e che limitano i bruciori gastrici.

Crusca di avena – La stitichezza non è infrequente in gravidanza, visto che gli ormoni possono renderci anche irregolari nelle nostre sedute. I cereali ricchi di fibre e l’ottima crusca di avena, che si presta a diventare protagonista a colazione, possono aiutare a risolvere il problema.

Massaggi ai piedi – Le gambe si gonfiano spesso durante i 9 mesi di gestazione, ma un massaggio leggero ai piedi e alle caviglie può donare sollievo. Magari usando olio essenziale di mandarino, che aiuta la circolazione periferica a restare in forma.

Pasti leggeri e frequenti – Il senso di affaticamento e stanchezza è un classico della gravidanza. Ma fare pasti leggeri e spesso, aiuta a non far calare il livello di zuccheri e mantenerci attive.

Yoga e meditazione – In gravidanza l’umore e ballerino, sempre a causa degli sbalzi ormonali, ma mantenersi stabili e rilassate, così come dormire la notte, fa bene a noi e al feto che portiamo in grembo. Ci sono classi di meditazione e yoga premaman che non vedono l’ora di accoglierci. E tutto diventa più semplice.

 

Fonti

 

 

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Baobab: 8 proprietà e controindicazioni
Rimedi naturali

La polvere di baobab è un rimedio naturale dalle mille proprietà benefiche e dalla storia molto antica. Questo ingrediente deriva da un superfrutto africano, il frutto del Baobab, noto per la sua capacità di rinforzare le difese immunitarie, aiutare a prevenire e trattare il diabete e supportare la salute del cuore e quella del fegato.