Greenstyle Ambiente Animali 10 cose + 1 da sapere prima di prendere un cucciolo di Golden Retriever

10 cose + 1 da sapere prima di prendere un cucciolo di Golden Retriever

10 cose + 1 da sapere prima di prendere un cucciolo di Golden Retriever

Se hai deciso di prendere un cucciolo di Golden Retriever, complimenti: è un’ottima razza. Socievole, adorabile, affettuosa, giocherellona. Come carattere il Golden è molto simile al Labrador Retriever, motivo per cui è spesso la prima scelta anche di persone che non hanno mai avuto cani o famiglie per bambini. Ma prima di prendere un Golden, ecco alcune cose da sapere.

1. A che età prendere un cucciolo di Golden Retriever?

Golden Retriever: cucciolo e mamma

Per legge, un cucciolo non può essere tolto dalla madre prima dei due mesi di vita. Questo vuol dire che puoi prendere il cucciolo dai 60 giorni di vita in su. Il periodo ideale è quello intorno ai 2-3 mesi, in modo da garantirsi il massimo periodo di socializzazione del cane.

È importante che il cucciolo rimanga con la madre per quei due mesi. Gli insegnerà come comportarsi, inclusa l’inibizione del morso.

I cuccioli presi troppo giovani possono avere problemi di socializzazione e di risposta agli stimoli. Oltre al fatto che, se li prendi troppo piccoli, potrebbe essere difficile gestire l’alimentazione. Ricordati che il cucciolo, sia esso in regalo, adozione o vendita, deve avere il microchip intestato al proprietario della fattrice (o al canile se preso qui): dovrai poi fare il passaggio di proprietà.

2. Quanto costa un cucciolo di Golden Retriever?

Golden Retriever costo

Il costo di un cucciolo di Golden Retriever parte solitamente dai 500-600 euro e arriva tranquillamente a superare i 1.000 euro in caso di linee di sangue particolari o genealogie ricercate. Non è raro, infatti, trovare cuccioli venduti a un prezzo di 1.000-1.500 euro. Diffida sempre di cuccioli venduti a prezzo troppo basso: chiediti il perché.

Diciamo che il prezzo di acquisto iniziale di un cucciolo di Golden Retriever non è proibitivo, ci sono razze che costano di più. È comunque in fascia medio-alta.

Il problema, semmai, è il costo di mantenimento, cosa di cui molti proprietari si scordano. Considera che il cane dovrà mangiare, essere curato, avrà bisogno di accessori, dovrà essere toelettato. Sono tutti costi a carico tuo.

Quanto costa al mese mantenere un cucciolo di Golden Retriever?

Quello che incide maggiormente, infatti, è il costo di mantenimento. Una domanda giusta sarebbe: quanto mi costa al mese un Golden adulto? Non esiste una cifra precisa, ma considera che è un cane di taglia medio-grande: mangerà al giorno sui 300-400 grammi di crocchette e sacchi di crocchette da 12-15 kg di buona qualità costano tranquillamente dai 60 agli 80 euro (o anche di più per marche premium).

Ci sono poi i costi relativi a ciotole, cucce, giochi e cappottini, anche se in questo caso la spesa verrà diluita nel tempo.

Quello che per te può fare la differenza sono le spese di toelettatura e, soprattutto, le spese veterinarie. Queste vanno suddivise fra spese ordinarie e spese straordinarie. Fra quelle ordinarie devi mettere in conto:

  • vaccinazioni annuali (o test anticorpali nel caso si opti per vaccinazioni core triennali)
  • test per le malattie parassitarie
  • antiparassitari esterni per pulci, zecche, pappataci…
  • sverminanti
  • profilassi antifilaria

Queste sono le basi e i prezzi dei farmaci, purtroppo, soprattutto in questo periodo sono in aumento. Se trovi che per le tue risorse economiche una confezione da tre pipette di antiparassitario da 40-50 euro sia troppo, allora rivaluta l’idea di prendere un cane.

A queste spese, poi, devi aggiungere le spese veterinarie straordinarie. I cani si ammalano e, come le persone, a volte le loro patologie sono facilmente gestibili dal punto di vista economico. Ma a volte richiedono esami anche costosi, fino ad arrivare a ricoveri, chirurgie specialistiche o sedute di fisioterapia.

Per alcune malattie si superano i 1.000 euro. Non esistendo una mutua veterinaria, tutte le spese saranno a tuo carico. Il consiglio è quello di valutare l’idea di fare un’assicurazione per cani, controllando bene massimali e cosa effettivamente copra. Potrebbe fare la differenza nel caso il tuo cane sviluppasse malattie croniche.

3. Carattere dei cuccioli di Golden Retriever

Golden Retriever ciotola

Il Golden Retriever, pur nascendo come un cane da caccia, è un ottimo cane da compagnia. Vuole farsi amare dalla sua famiglia, adora le coccole e vuole essere sempre partecipe della vita del suo branco umano. È fedele, leale, ma soprattutto è molto intelligente: impara rapidamente i comandi, cosa che fa sì che possa essere un cane assai versatile.

Lo puoi prendere come semplice cane da compagnia, ma in realtà può essere addestrato al salvataggio in acqua, come cane da ricerca, come cane in ausilio alle forze dell’ordine, come cane per ipovedenti, come cane da Pet Therapy.

Può anche essere un ottimo cane per chi ama correre o fare trekking insieme al proprio amico a quattro zampe. Inoltre sa anche fare la guardia: beh, forse non proprio tutti i Golden, alcuni fanno le feste a chiunque gli si pari davanti.

Adora la sua famiglia e i bambini, con cui potrebbe giocare per ore. Ama anche stare all’aperto e fare lunghissime passeggiate. Occhio solo a farlo socializzare molto bene sin da cucciolo con gli altri cani, anche dello stesso sesso. Come succede anche con i Labrador, a volte i maschi adulti tendono a non gradire troppo gli altri maschi.

Ma i cuccioli? Beh, un cucciolo di Golden deve essere un adorabile giocherellone, curioso e vivace. Alterna momenti di gioco a momenti in cui si butta a pancia all’aria per farsi fare i grattini alla pancia (cosa che alcuni Golden mantengono anche da adulti: appena ti vedono “svengono” a pancia all’aria per farsi coccolare).

Ci sono differenze di carattere a seconda del colore del mantello?

Non esistono differenze di carattere a seconda del colore del mantello del Golden anche perché un cucciolo di Golden Retriever, esattamente come gli adulti, può avere il mantello di color crema o oro, in tutte le loro sfumature. Non possono esserci Golden bianchi, neri o rossi. Per esempio l’American Kennel Club non accetta mantelli chiari o scuri: il bianco o il rosso per loro sono non accettabili. Non parliamo, poi, del nero.

Il cucciolo ha tipicamente un pelo più soffice e lanoso che tende poi a cambiare col pelo da adulto, impermeabile quello di copertura e morbido e soffice il sottopelo.

Appena nati i cuccioli di Golden Retriever potrebbero essere più chiari, con sfumature che si intensificano man mano che crescono. Un’ultima cosa: il Golden Retriever non può avere il pelo corto. Se vuoi un Golden a pelo corto, prendi un Labrador.

Se vuoi altre info sullo standard di razza del Golden Retriever, le trovi nella sua scheda di razza.

4. Arriva un cucciolo di Golden Retriever: dove farlo dormire?

Golden Retriever dorme

Dove far dormire un cucciolo di Golden Retriever? Metti in conto che le prime sere, se metti la cuccia in un’altra stanza rispetto alla tua camera da letto, potrebbe piangere perché si trova in un ambiente sconosciuto, pieno di odori strani e nuovi, lontano dalla madre e dalla sua cucciolata.

Se la prima sera ci può stare consolarlo un minimo, dalla seconda sera se ulula bisognerebbe ignorarlo. Se infatti ulula e tu corri da lui o ulula e tu ti metti a dormire sul divano accanto a lui, ecco che avrà vinto e imparato che se ulula, tu accorri e fai quello che vuole lui.

Quindi munisciti di tappi per le orecchie, scusati coi vicini e dai dei tappi anche a loro e rassegnati a qualche ululato notturno.

Per ovviare a ciò, potresti scegliere di mettere la cuccia nella camera da letto. Personalmente è una scelta che mi piace, la cuccia viene posta vicino al letto in modo che, le prime sere, se piagnucola puoi allungare una mano per rassicurarlo.

In questo caso considera che probabilmente il cane vorrà dormire in camera anche da adulto, molto dipende da quanto spazio hai e da come vuoi abituarlo. Ci sono persone che per nessun motivo vogliono il cane in camera, sono scelte personali.

È anche possibile che, crescendo, il cane salga sul letto. Con razze dall’indole dolce e non molto dominante non è un problema. L’unico guaio è che è un taglia grande e da adulto finirà con l’occupare tutto lo spazio disponibile.

5. Consigli su come educare un piccolo Golden Retriever

Golden Retriever educazione

Fondamentalmente l’educazione del cucciolo di Golden Retriever non differisce da quella di altre razze. Bisogna dargli delle regole precise sin da subito, non importa quanto sia carino e quanto sia bravo a fare gli “occhioni dolci”. Tutti in casa devono seguire la medesima linea gestionale, in modo da non creare confusione nel cane.

Il cucciolo andrà educato subito a non mendicare da tavola, a non salire sui divani, se non volete un cane che salga anche da adulto, in caso contrario preparatevi a condividere il divano con 40 kg di morbidezza, a usare pettorina e guinzaglio, a non tirare in passeggiata e a stare a casa da solo per qualche ora.

Il Golden, come il Labrador, tende a essere un cane mangione: questo torna utile durante il suo processo educativo perché è un cane che, solitamente, tende a “vendersi” per un po’ di cibo, cosa che rende facile la sua educazione.

Insegnagli sin da subito i comandi base, il “Seduto”, il “Fermo” e il “Resta”. Questo ti sarà utile per il futuro addestramento nel caso poi tu voglia fare agility, pet therapy o fare un percorso di cane da salvataggio in acqua.

6. Meglio la traversina o la passeggiata?

Golden Retriever gioca

Annosa questione. Quando sono cuccioli, effettivamente, visto che non hanno completato il ciclo vaccinale e non possono andare troppo in giro, ecco che la traversina torna utile. Tuttavia la traversina deve essere un qualcosa di temporaneo da usare finché non si possono fare delle belle passeggiate.

Col passare del tempo, quella traversina dovrà essere portata gradualmente fuori casa, ridotta piano piano di dimensioni fino a farla scomparire. Il tutto sempre premiando quando la fa nel posto giusto.

Se continuerai a tenere la traversina in casa, è possibile che ad un certo punto il cane cominci a farla in giro. Crescendo il cane potrebbe decidere che anche quel tappeto o quella maglietta caduta a terra possono essere delle utili traversine, facendoci i bisogni sopra.

Ed è anche difficile spiegare al cane che a volte deve usare la traversina e a volte deve fare i bisogni in passeggiata. In questo caso quello che il cane impara è che può farla ovunque e dove capita.

7. Come toelettare un Golden Retriever?

Golden Retriever toelettatura

Il Golden Retriever non è una razza che richiede una toelettatura particolare. Va spazzolato per eliminare i peli morti (soprattutto d’estate il sottopelo si sfoltisce parecchio) e per togliere eventuali foglie e rametti che rimangono incastrati nel pelo più lungo di quello del Labrador.

Particolare attenzione va posta alla pulizia di occhi e, soprattutto, delle orecchie. Come razza tende a produrre un po’ più di cerume. Inoltre molti Golden spesso hanno problemi di allergia e atopia, malattie che si manifestano anche come otiti ceruminose ricorrenti.

Meglio abituare il tuo cucciolo sin da piccolo a farsi pulire occhi, orecchie e spazzolare i denti: in questo modo sarà più facile che accetterà queste manovre anche da adulto.

8. Golden Retriever e alimentazione: ma quanto mangia?

Golden Retriever alimentazione

Chiedi consiglio al tuo veterinario su come alimentare il tuo cucciolo di Golden. Appena arrivato a casa, la cosa migliore da fare è chiedere al vecchio proprietario per capire cosa mangiasse. Questo serve per evitare bruschi cambi di alimentazione che possono provocare vomito e diarrea.

Valuta insieme al tuo veterinario se quel tipo di crocchetta per cucciolo di taglia grande sia adatta al tuo cucciolo. Nel caso, invece, optassi per un’alimentazione casalinga, visto che è più complicato gestire quella per un cucciolo e che i suoi fabbisogni nutrizionali cambiano ogni mese, per fare le cose correttamente è meglio farsi seguire da un veterinario nutrizionista.

Nel caso nella vecchia alimentazione del cucciolo fossero presenti costantemente alimenti come latte, omogeneizzati per bambini, cubetti di pancetta, beh, ti diciamo da subito che quel tipo di alimentazione non è adatta per un cucciolo in crescita.

Ricordati che il Golden è una razza tendenzialmente mangiona e golosona, non lasciare nulla a portata del tuo cucciolo perché tenderebbe ad assaggiare tutto ciò che vede.

9. Attività divertenti da fare insieme al tuo Golden Retriever

Golden Retriever adulto

Ci sono un sacco di attività divertenti che si possono fare con il proprio Golden Retriever, sin da cucciolo. Le stesse sessioni di educazione, complici le lodi e i premietti, possono diventare momenti divertenti.

Puoi insegnargli giochi come la ricerca e il nascondino, da fare insieme. Inoltre, se ami camminare, perché non organizzare delle belle passeggiate insieme a lui?

Questo senza dimenticare i classici giochi come il lancio della pallina col riporto (o il lancio del frisbee). Essendo un cane molto intelligente e portato ad apprendere rapidamente, potresti anche provare ad insegnargli a fare percorsi di agility o a ballare insieme a te. Si tratta di momenti di qualità da trascorrere insieme al proprio cane.

10. Quali controlli veterinari fare?

Golden retriever cuccioli

Da piccolo bisognerà fare esami feci (eventualmente ripetuti), vaccini e controlli crescita. Essendo un cane di taglia grande, sarebbe bene fare un primo controllo per la displasia dell’anca e del gomito da un veterinario ortopedico entro il sesto mese di vita. Poi, a un anno e un giorno, se ha il Pedigree, si possono fare le radiografie ufficiali per la displasia.

Qualsiasi altro sintomo il cane manifesti, fallo controllare dal tuo veterinario. Da adulto, molto dipende dal cane, ci sono soggetti sani, che non soffrono di particolari problematiche, che hanno bisogno di 1-2 controlli all’anno compreso il vaccino.

Un consiglio: quando il cane diventa grande, fai fare controlli veterinari più frequenti in modo da cogliere sul nascere eventuali patologie cardiache, degenerative o tumorali tipiche dei cani anziani.

Bonus: Come far felice un Golden Retriever?

Golden Retriever cucciolo felice

Far felice un Golden Retriever è semplice: coccolalo, vezzeggialo, fallo diventare parte della tua routine quotidiana, fagli fare delle belle passeggiate stimolanti ed è fatta. E il bello è che farà felice anche te: è un cane devoto e affettuoso, molto dolce e coccolone, che dà grandi soddisfazioni a chi lo ha.

Seguici anche sui canali social