Greenstyle Mobilità Eco-turismo Giardino di Ninfa: informazioni e curiosità sul parco

Giardino di Ninfa: informazioni e curiosità sul parco

Il Giardino di Ninfa ha riaperto le porte per la stagione 2023: questa bellissima oasi di storia e biodiversità, fondata dalla famiglia Caetani all'inizio del '900, è uno scrigno di piante e fiori dai colori e dai profumi unici. Guarda qual è il periodo migliore per visitare il Giardino di Ninfa, la storia e le curiosità su questo parco in stile inglese, considerato il giardino più romantico del mondo.

Giardino di Ninfa: informazioni e curiosità sul parco

Fonte immagine: Pixabay

Immerso fra le terre del comune di Cisterna di Latina, si trova il Giardino di Ninfa, un luogo incantato che sembra sbucare fuori da una favola. Una destinazione che, ogni anno, attira nel Lazio migliaia di visitatori da tutto il mondo. Il giardino si estende su 8 ettari di terreno, accoglie centinaia di piante dai colori e dai profumi straordinari.

Passeggiando fra i prati all’inglese, ascoltando il canto degli uccelli e lo scorrere delle acque, potrai ammirare gelsomini, aceri giapponesi, glicini, cipressi, lecci, roseti, alberi di cedro, iris, faggi, bambù provenienti dalla Cina e magnolie.

Quello che ti attende, nel Giardino di Ninfa, è un viaggio tra profumi e colori straordinari. Il giardino sorge nell’ormai scomparsa cittadina medioevale di Ninfa, della quale ancora oggi è possibile ammirarne gli antichi resti. La realizzazione di questo bellissimo parco si deve a Gelasio Caetani, che agli inizi del 1900 gettò le fondamenta di uno spazio che oggi ha il profumo della serenità.

Vuoi sapere qual è il periodo migliore per visitare i giardini di Ninfa? Diamo un’occhiata a tutte le curiosità in merito a questo mondo incantato, vediamo come e quando visitare il giardino.

3 curiosità sul Giardino di ninfa

Quello che ti attende a Cisterna è un viaggio a metà fra storia e natura. Il Giardino di Ninfa è un tipico giardino all’inglese, le cui basi furono gettate da Gelasio Caetani nel lontano 1921.

Questo luogo fuori dal tempo sorge nell’antica e ormai scomparsa località medioevale di Ninfa, il cui nome sembra derivi da un tempio di epoca romana costruito proprio in quest’area, e dedicato alle divinità delle acque dolci, le Ninfe Naiadi.

Patrimonio europeo dei giardini e del giardinaggio

Per la sua eccezionale bellezza, questo pittoresco giardino ha ricevuto il secondo premio dell’European Garden Heritage Network nella categoria “Patrimonio europeo dei giardini e del giardinaggio” (Europe’s Heritage of gardens and gardening).

Come potrai notare semplicemente passeggiando in questo spazio incontaminato, a guidare la realizzazione del giardino sono state soprattutto la spontaneità, le emozioni e la sensibilità. Si tratta di un luogo privo di geometrie rigide o prestabilite, frutto della passione per la natura e per tutto ciò che di straordinario ha da offrire.

Il giardino più bello e romantico del mondo

Nel corso degli anni, sono stati apportati numerosi cambiamenti al parco. Marguerite Chapin, moglie di Roffredo Caetani, introdusse nuove specie di piante, mentre negli anni Trenta del Novecento il giardino divenne luogo d’incontro per il circolo di letterati ed artisti.

Definito dal New York Times “il giardino più bello e romantico del mondo“, nel 2000 questa oasi è stata dichiarata “Monumento Naturale dalla Regione Lazio”.

Il Parco Naturale Pantanello

Nei dintorni del Giardino di Ninfa sorge un’area realizzata grazie al lavoro dei volontari del WWF, un’oasi di circa 1.800 ettari fondata nel 1976 con l’obiettivo di proteggere e tutelare la fauna e la flora della zona, favorendo la nidificazione degli uccelli.

In questo spazio trovano ristoro numerose specie provenienti dai paesi africani. Qui sono stati avvistati esemplari di germani reali, aironi, pavoncelle e numerosi altri volatili.

Qual è il periodo migliore per visitare il Giardino di Ninfa?

giardino di ninfa
Fonte: Pixabay

Il periodo ideale per visitare il Giardino di Ninfa è senz’altro quello che va da aprile a maggio, quando le piante cominciamo a fiorire, mostrando uno spettacolo variopinto di colori e profumi.

È possibile visitare il giardino durante le giornate di apertura al pubblico. La visita ha una durata di 60 minuti.

Quando apre il Giardino di Ninfa 2023?

Per quanto riguarda le aperture 2023 del giardino di Ninfa, sarai felice di sapere che, con l’arrivo della Primavera, è possibile prenotare una passeggiata all’interno del parco.

La struttura ha infatti riaperto le sue porte il 18 Marzo scorso, quindi puoi già prenotare la tua prossima visita secondo il seguente calendario.

Giardino di Ninfa: calendario aperture 2023

  • Marzo: 18, 19, 25, 26
  • Aprile: 1, 2, 8, 9, 10, 15, 16, 22, 23, 25, 29, 30
  • Maggio: 1, 6, 7, 13, 14, 20, 21, 27, 28
  • Giugno: 2, 3, 4, 10, 11, 17, 18, 24, 25
  • Luglio: 1, 2, 8, 9, 15, 16 (orario 9-18.30), 21, 22, 23, 28, 29, 30 (orario 18-19.30)
  • Agosto: 4, 5, 6, 11, 12, 13 (orario 18-19.30), 15, 19, 20, 26, 27 (orario 9-18)
  • Settembre: 2, 3, 9, 10, 16, 17, 23, 24, 30
  • Ottobre: 1, 7, 8, 14, 15, 21, 22, 28, 29
  • Novembre: 1.

Il giardino resta aperto al pubblico a Pasqua, il 25 Aprile e l’1 Maggio: perché non prenotare una visita per trascorrere le festività in un modo tutto nuovo? Puoi richiedere ulteriori informazioni sul sito www.giardinodininfa.eu per conoscere gli orari di apertura e prenotare la visita guidata.

Quanto costa l’ingresso ai Giardini di Ninfa?

Fonte: Pixabay

Il biglietto di ingresso individuale per visitare il Giardino di Ninfa ha un prezzo di € 15,00+ € 0,75 di prevendita online, comprensivo di visita guidata. L’ingresso è gratuito per i bambini di età inferiore ai 12 anni accompagnati da un genitore.

È inoltre possibile usufruire di alcune agevolazioni, ossia una riduzione del costo per accedere al giardino pari a 3 euro per Soci FAI, Lazio YOUthCard – EYCA e Società Dante Alighieri.

Le persone diversamente abili, con severa invalidità maggiore del 75%, hanno diritto a un prezzo ridotto (8 euro).

Ricordiamo che il contributo non è rimborsabile. Ciò significa che, una volta acquistato il biglietto, non sarà possibile cancellare la prenotazione o modificare la data, né ottenere un rimborso qualora non fosse possibile partecipare alla visita.

Prima di procedere con l’acquisto, quindi, ti consigliamo di prestare attenzione alle date e agli orari scelti.

Come acquistare i biglietti per il Giardino di Ninfa?

Puoi acquistare i biglietti per il giardino di Ninfa on line, attraverso il sito ufficiale. Nella sezione apposita del sito potrai prenotare anche la visita al vicino Castello Cetani, che si trova a circa 15 minuti di auto dal giardino.

La disponibilità di biglietti non è garantita per coloro che scelgono di acquistarlo sul posto. I biglietti potrebbero essere disponibili solo in caso di improvvisa cancellazione da parte di altri visitatori.

Una volta acquistato il biglietto, bisognerà mostrarlo all’ingresso con il QR-code. In alternativa, potrai stampare il PDF di ogni biglietto o salvarlo come immagine sul cellulare.

Dove si trova il Giardino di Ninfa?

Fonte: Pixabay

Questa verde oasi di natura, biodiversità e storia si trova a Cisterna di Latina, in provincia di Latina, tra i comuni di Norma e Sermoneta, in Via Ninfina, 68.

Il castello Caetani di Sermoneta, invece, si trova a circa 9 chilometri di distanza. Non è possibile raggiungere il giardino con i mezzi pubblici o con una navetta, ma puoi facilmente raggiungere il parco con la tua auto privata o usufruendo del servizio taxi che porta dalla stazione di Latina Scalo a Ninfa. Sul luogo, potrai trovare un ampio parcheggio.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

L’Italia dei calanchi: ecco dove ammirarli
Eco-turismo

I calanchi sono erosioni della roccia e del terreno che spesso caratterizzano il paesaggio di alcune regioni. Di fatti, in Italia ci sono luoghi da cartolina dove questi solchi del suolo, che talvolta costeggiano colline e montagne, sono noti. In alcuni casi si è proceduto ad una sorta di risanamento, ma in altri sono ancora visibili questi pittoreschi smottamenti in stile lunare.