Greenstyle Mobilità Eco-turismo Lago Verde in Valle Stretta: cosa fare e info utili

Lago Verde in Valle Stretta: cosa fare e info utili

Al confine tra Italia e Francia, la Valle Stretta offre dei panorami mozzafiato, il Lago Verde in primis. Il trekking o le semplici passeggiate in queste zone sono gettonati in ogni periodo, ma in estate soprattutto. La stagione calda offre infatti la bellezza tono smeraldo del lago e consente ai visitatori di godere della frescura montana e di una boccata di aria buona e pulita.

Lago Verde in Valle Stretta: cosa fare e info utili

Fonte immagine: iStock

Il bellissimo Lago Verde in Valle Stretta è uno dei punti panoramici del nostro territorio italiano, meta di trekking e passeggiate nella natura. Il lago si trova in una zona di confine tra Italia e Francia, dove è detto Lac Vert, in piena Val di Susa, di cui è una vallata laterale. In estate il lago è uno dei luoghi alpini più scelti da sportivi e famiglie.

Se infatti i primi lo considerano un punto di arrivo dopo lunghe scarpinate con lo zaino in spalla, percorrendo sentieri e stradine sterrate, le seconde lo apprezzano per l’aria pulita e gli scorci pittoreschi. Ma non solo questo, visto che il clima è fresco e permette di rinfrancarsi dalla calura estiva.

In inverno, se anche lo specchio d’acqua si ghiaccia in toto, il fascino del Lago Verde non smette di richiamare a sé i suoi appassionati. La sua ubicazione, incastonata in una foresta di larici, lo rende uno scenografico luogo da cartolina e di fotografie immersi in un paesaggio innevato.

Di certo dopo questo preambolo ci potrà essere venuta voglia di programmare una visita in questa vallata che, lo ricordiamo, si divide tra territorio francese e italiano. Ma il Lago Verde è invece sito in Italia, se anche i vicini di confine non disdegnano una passeggiata per vedere il suo colore smeraldo.

Lago Verde in Valle Stretta
Fonte: iStock

Lago Verde in Valle Stretta

La Valle Stretta, come accennato, si divide tra Italia e Francia, dove prende il nome di Vallée Étroite: la sua ubicazione va quindi da Torino al comune di Névache, dall’altro confine. Il Lago Verde è invece nella zona della valle italiana, area Bardonecchia. E sebbene la sua estensione non sia grandissima, è apprezzatissimo per il suo tono smeraldo.

Il colore sembra che sia merito di un’alga che vive sul fondale, che dona appunto al lago questa tonalità che richiama quella delle conifere che lo circondano. Il larice è infatti il tipo di albero che attornia lo specchio di acqua, le cui fronde sono di una tonalità verde chiaro in primavera e virano sul giallo oro in autunno.

Al lago si può accedere tramite una serie di sentieri che lo costeggiano e che permettono di vederlo da ogni direzione, per foto pittoresche. Si può arrivare al Lac Vert, come detto, sia dalla Francia sia dall’Italia e in questo caso è obbligatorio lasciare la macchina in zona Pian Del Colle, dove dal rifugio I Re Magi parte il sentiero.

La camminata è di circa 45 minuti, ma si può anche rallentare e farla diventare una passeggiata lenta di un’ora, per vedere con calma la natura alpina. Il percorso francese, da Passy Plain-Joux è invece più breve, circa una ventina di minuti e, anche in questo caso, si può decidere di rallentare per ammirare da lontano il Monte Bianco.

Lago Verde, che cosa fare

A seconda del periodo dell’anno in cui decidiamo di visitare il Lago Verde in Valle Stretta, ci sono alcune cose da sapere. In inverno, va rammentato, il lago si ghiaccia e non è possibile ammirare il suo vivace tono. Ma questo non significa che non si possa ciaspolare nei dintorni e degustare le specialità tipiche del luogo nei rifugi della zona.

Al contrario, in primavera e in estate, il lago torna verdissimo e fresco e qualche temerario osa persino fare il bagno tra le sue gelide acque. Ma chi non vuole immergersi, può impiegare il suo tempo passeggiando tra i sentieri e programmando un pic nic con la famiglia nel verde.

Da non sottovalutare il periodo autunnale per un giro al lago, nella stagione in cui i larici diventano oro puro e si riflettono nello specchio di acqua in tutta la loro bellezza. Si può, anche in questo caso programmare un pranzo al sacco nelle giornate di sole. Il Lago Verde, generoso, ci offrirà scorci e colori per foto naturalistiche mozzafiato.

 

Fonti

 

 

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Parco nazionale del Circeo: mappa e cosa vedere
Eco-turismo

Con le sue antiche grotte, i paesaggi mozzafiato e la natura incontaminata, il Parco nazionale del Circeo è un vero scrigno di biodiversità. In questo luogo puoi immergerti tra miti, leggende e le più straordinarie bellezze che Madre Natura può offrire.