Fame nervosa: possibili cause e rimedi naturali

Fame nervosa: possibili cause e rimedi naturali

Fonte immagine: Pixabay

Cosa scatena la fame nervosa e quali strategie adottare per controllarla ed evitare conseguenze spiacevoli per la linea e la salute.

Viene chiamata fame nervosa ma anche fame emotiva, oppure emotional eating se si preferisce utilizzare la nomenclatura inglese. In ogni caso, può essere descritta come la sensazione di dover sempre ingerire del cibo, un desiderio spesso incontrollabile che tuttavia non proviene da una reale necessità di alimentarsi.

Dietro la fame nervosa non si nascondono generalmente cause biologiche. La fame emotiva, infatti, deriva da un disagio che coinvolge la sfera psicologica, spingendo a mangiare pur senza avere effettivamente bisogno di farlo solo al fine di allontanare una sensazione negativa o di colmare e compensare una carenza. Spesso, inoltre, chi soffre di fame nervosa è perennemente alla ricerca di cibi particolarmente ricchi di zuccheri o di grassi, appartenenti alla categoria dei cosiddetti “comfort food” in grado di donare benessere temporaneo.

Cause e tratti distintivi

Stress
Stress

A scatenare la fame nervosa sono generalmente stati di ansia e condizioni di stress prolungato, ma anche altre condizioni caratterizzate da tristezza e depressione generate da un episodio spiacevole o da una delusione. Anche la semplice noia, inoltre, può sfociare in attacchi di fame incontrollata non generata da un bisogno fisiologico.

Il rischio che si corre appagando in modo spontaneo la fame nervosa, tuttavia, è quello di causare danni alla salute andando incontro a problemi di aumento di peso, incremento dei livelli di glicemia e colesterolo, disturbi di carattere digestivo in generale. È importante, inoltre, saper distinguere la fame emotiva da quella reale: la prima insorge in modo repentino e spinge solitamente a ingerire cibi dolci o comunque calorici, mentre la seconda compare in modo graduale e viene placata con un pasto normale o uno spuntino veloce a seconda dei casi.

Comportamenti utili

Sport

La fame nervosa si combatte innanzitutto impostando alcuni comportamenti salutari, a tavola ma non solo. Da un lato è importante seguire un regime alimentare equilibrato che preveda cinque pasti regolari al giorno, introducendo tutti i nutrienti nelle giuste proporzioni. In questo modo si eviterà di sedersi a tavola troppo affamati e si terranno lontani i cali di zuccheri causati dai lunghi digiuni. Dall’altro lato è fondamentale evitare di tenere in dispensa troppi cibi ipercalorici e deleteri per il controllo del peso, come dolciumi e snack vari. Meglio avere a disposizione frutta e verdura da usare come spezzafame, cercando di bere sempre acqua e liquidi a sufficienza. Altri comportamenti virtuosi prevedono la pratica di attività sportiva, utile per scaricare lo stress. È sempre importante, inoltre, parlare con un esperto nel caso in cui la fame nervosa sia effettivamente fuori controllo a causa di disagi di natura emotiva che necessitano dell’aiuto di un professionista.

Rimedi naturali

Succo arancia
Succo arancia

Per placare la fame emotiva e ritrovare la serenità è anche possibile adottare alcuni rimedi naturali efficaci, alcuni dei quali possono essere sperimentati a tavola:

  • consumare cibi e bevande ricchi di triptofano, precursore della serotonina (l’ormone del buonumore) contenuto ad esempio nelle banane, nei cereali integrali, nelle uova;
  • inserire nella dieta alimenti ricchi di magnesio, come la frutta secca e il cacao, sebbene con moderazione;
  • usare le spezie per insaporire i piatti, sfruttando la capacità di favorire il senso di sazietà e di liberare endorfine, benefiche per l’umore;
  • sfruttare l’effetto sedativo dell’estratto secco di citrus aurantium (arancio amaro), utile per controllare lo stimolo della fame;
  • usare integratori alimentari a base di gomma guar e glucomannano, in grado di far sentire sazi a lungo;
  • placare l’ansia e favorire il rilassamento con le tisane a base di melissa, tiglio e passiflora.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A