Estrattore a freddo: come scegliere il migliore e ricette

Estrattore a freddo: come scegliere il migliore e ricette

Fonte immagine: Antioxidant via pixabay

Estrattore a freddo: ecco come scegliere il migliore, quali caratteristiche considerare, la frutta e la verdura e quattro ricette facili da realizzare.

Sul mercato si trovano decine di diversi modelli di estrattori di succhi: variano molto nel prezzo e nelle caratteristiche tecniche. La domanda più importante da farsi, prima di procedere all’acquisto, riguarda il tipo di succo che si desidera bere. Alcuni estrattori, infatti, non sono in grado di estrarre il succo dei vegetali più asciutti e sono utili solo per la frutta.

Un parametro di scelta da non sottovalutare è la facilità d’uso, ma anche la fase di pulizia dovrebbe essere tenuta in giusta considerazione. L’eliminazione facile di tutti i residui dalla coclea e dalle retine di filtraggio, infatti, è una delle caratteristiche su cui chiedere maggiori delucidazione in fase di acquisto. Un estrattore che ha parti rimovibili in modo semplice ed è lavabile in lavastoviglie sarà l’ideale. Inoltre, l’elettrodomestico dovrebbe essere leggero e facile da riporre, per chi non ha posto per tenerlo sul piano di appoggio della cucina.

Gli estrattori più seri sono sicuri perché sono normalmente dotati di piedini antiscivolo in gomma, che impediscono movimenti durante il funzionamento e riducono al minimo le vibrazioni e il rumore.

Il succo fresco appena estratto deve mantenere le qualità nutrizionali della frutta: per assicurarsi di non danneggiare i micronutrienti e servire tutti benefici dell’estratto al naturale, è necessario che la coclea giri lentamente e operi un’estrazione lenta e progressiva, evitando così di generare calore.

Quale frutta e verdura scegliere

Fruit

Tra le verdure più popolari ci sono carote, cetrioli, sedano, cavoli, spinaci e barbabietole. I frutti più popolari sono i limoni, le arance, le mele, l’ananas, il kiwi e il lime. Altri ingredienti sono lo zenzero fresco e la curcuma.

  • Gli spinaci freschi hanno sapore delicato e sono ricchi di vitamine;
  • il cetriolo, fatto per il 95% di acqua, è un buon dissetante e diuretico;
  • il limone è ricco di vitamina C e antiossidanti;
  • le carote sono una buona fonte di beta-carotene, fibra, vitamina K e potassio;
  • il sedano è un ortaggio a basso contenuto calorico, basso indice glicemico e una buona fonte di fibre alimentari, vitamina A, vitamina C e vitamina K;
  • le barbabietole contengono sostanze nutritive che possono aiutare a ridurre la pressione sanguigna e combattere l’infiammazione;
  • le mele assicurano l’apporto di micronutrienti benefici per il sistema cardiovascolare;
  • le arance sono una fonte di vitamina C e basso contenuto di calorie.

Infine alla curcuma sono riconosciute proprietà anti-infiammatorie e anti-ossidanti, mentre allo zenzero immuno-stimolanti e digestive.

Alcune ricette

Ecco 4 semplici succhi da realizzare con ingredienti comuni.

  • Un succo ricco di acido folico e molto dissetante si può realizzare con spinaci, cetrioli, sedano, limone, zenzero e mela;
  • Ottimo come disintossicante dopo un periodo di stress o di abusi a tavola è il succo che si prepara con 100 g di barbabietole, 100 g di carote, mezzo limone, una mela e 10 g di zenzero.
  • Bastano 200 g di carote, due arance e 10 g di zenzero per fare un succo utile alla >salute degli occhi.
  • Ai bambini piacerà molto il succo di mela e carota: dolce, colorato e dissetante. Una porzione di questa bevanda si prepara mettendo nel calice dell’estrattore una carota sbucciata e tagliata a pezzetti e una mela sbucciata e divisa in spicchi.

La frutta e la verdura scelte per preparare il succo devono essere lavate e preferibilmente provenire da coltivazione biologica.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Roberto Pasi – Beeing