Greenstyle Mobilità Auto Eco bonus auto: incentivi 2024 e come fare domanda

Eco bonus auto: incentivi 2024 e come fare domanda

Sono da poco ripartite le prenotazioni per accedere all'Eco bonus auto 2024, l'incentivo che punta a incoraggiare l'acquisto di auto e mezzi ecologici, a basse emissioni di CO2 e gas inquinanti. Ma come fare la domanda, e a chi sono rivolti gli incentivi?

Eco bonus auto: incentivi 2024 e come fare domanda

Fonte immagine: iStock

Pochi giorni fa sono state riattivate le prenotazioni per usufruire dell’Eco Bonus auto 2024, incentivo messo a disposizione dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy che mira a favorire e incoraggiare l’acquisto di auto meno inquinanti, in modo da ridurre le emissioni di CO2 e di gas effetto serra, e soddisfare nel più breve tempo possibile gli obiettivi dell’Agenda 2030 ONU per lo Sviluppo Sostenibile in materia di ambiente e qualità dell’aria.

Le prenotazioni per accedere al contributo sono state riattivate il 23 Gennaio scorso, e secondo le prime informazioni chi otterrà gli incentivi potrebbe usufruire di sconti fino a 5000 euro, con la rottamazione della vecchia auto, per l’acquisto di un veicolo più green e meno inquinante.

Fra le tipologie di veicoli in questione rientrano senza dubbio le auto elettriche e quelle ibride, ma sono incluse anche le auto a benzina o diesel, a patto che siano poco inquinanti e sostenibili.

Eco bonus auto 2024: come funziona?

Ma esattamente come funzionano gli incentivi auto 2024? Come anticipato, al momento sarebbe prevista una scontistica fino a 5000 euro per l’acquisto di nuove auto e veicoli ecologici, con emissioni fino a 135 gr/km di CO2.

La concessionaria potrà accedere alla piattaforma Ecobonus MISE del Ministero delle Imprese e del Made in Italy per prenotare i contributi sulla vendita delle auto e veicoli a basse emissioni di CO2 che rientrano nelle seguenti categorie:

  • M1: autoveicoli destinati al trasporto delle persone;
  • L1eL7e, ovvero motocicli e ciclomotori;
  • N1 e N2: veicoli commerciali.

Il nuovo piano incentivi offrirà anche maggiori agevolazioni fiscali per coloro che rottameranno un vecchio veicolo e per coloro che hanno un basso reddito.

Quando partono gli incentivi auto 2024?

Come abbiamo visto in apertura, la prenotazione per gli incentivi Eco Bonus auto 2024 è partita proprio pochi giorni fa.

Il 1 febbraio il ministero per le Imprese e il Made in Italy presenterà ufficialmente il Piano incentivi, che potrebbe introdurre contributi ancor più generosi, che tengono in considerazione le necessità dei consumatori e l’andamento del mercato.

Il nuovo piano dovrebbe entrare in vigore in primavera, tra marzo e aprile.

Come saranno gli incentivi auto 2024?

incentivi auto 2024
Fonte: iStock

Allo stato attuale, quali agevolazioni potrebbe ottenere chi intende acquistare un’auto elettrica, ibrida o un mezzo a basse emissioni di CO2?

Come detto, i dettagli relativi alla nuova normativa saranno chiariti il 1 Febbraio. Nel frattempo, quel che sappiamo è che gli incentivi sono destinati ai mezzi appartenenti a 3 fasce di emissioni di anidride carbonica, e che andranno da 2000 a 5000 euro, a seconda del tipo di mezzo.

  • Veicoli 0-20 g/km (grammi di anidride carbonica per chilometro), ovvero le auto elettriche (fino a un costo massimo di 35 mila euro + Iva): incentivo di 3000 euro senza rottamazione e di 5000 euro con rottamazione;
  • Veicoli 21-60 g/km, ibridi plug-in (fino a 45 mila euro + Iva): 2000 euro per incentivi auto 2024 senza rottamazione, 4000 con rottamazione;
  • Mezzi 61-135 g/km, macchine con motore ibrido e termico: bonus di 2 mila con rottamazione.

Come si può notare dando uno sguardo alla tabella degli incentivi auto 2024, i contributi sono disponibili per mezzi che non superino un determinato prezzo da listino ufficiale della casa automobilistica produttrice.

L’agevolazione è valida per i mezzi ecologici acquistati dal 1 gennaio fino al 31 dicembre 2024, e la vettura acquistata non dovrà essere intestata necessariamente alla stessa persona cui era intestato il mezzo da rottamare, purché si tratti di un membro dello stesso nucleo familiare.

Come fare domanda?

I concessionari/rivenditori autorizzati potranno prenotare l’ecobonus per l’acquisto dei veicoli idonei agli incentivi (fino a esaurimento fondi) accedendo alla piattaforma informatica ecobonus.mise.gov.it.

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come risparmiare benzina: 15 consigli
Auto

La benzina ha un costo elevato e chi usa la macchina spesso risente dei rincari del carburante. Ma è possibile risparmiare, seguendo alcuni suggerimenti semplici ma efficaci: è meglio evitare frenate brusche ad esempio, o guidare con i finestrini chiusi.