Digiuno intermittente, dieta inutile secondo uno studio

Digiuno intermittente, dieta inutile secondo uno studio

La dieta del digiuno intermittente sarebbe inutile per chi vuole dimagrire, a sostenerlo uno studio della University of California, San Francisco.

Il digiuno intermittente non porta alcun beneficio per chi vuole dimagrire. Malgrado diversi precedenti studi a supporto di questa dieta, digiunare per un’ampia parte della giornata non aiuterebbe a perdere peso. Ad affermarlo il Dott. Ethan Weiss, cardiologo alla UCSF (University of California, San Francisco), il cui studio è stato pubblicato sulla rivista JAMA Network Open.

Il Dott. Weiss ha condotto due differenti fasi di ricerca. La prima ha analizzato la risposta nei topi, ottenendo risultati entusiasmanti e in linea con quanto creduto finora. Per accertare la reale efficacia del digiuno intermittente il ricercatore e i suoi colleghi hanno valutato l’impatto di questa dieta su uomini e donne sovrappeso od obesi.

Il ricercatore ha suddiviso i partecipanti in due gruppi, di 57 e 59 volontari: al primo è stato detto di consumare qualsiasi quantitativo e tipologia di cibo, al secondo di farlo esclusivamente in un intervallo compreso tra mezzogiorno e le 20. Al termine del periodo di studio (12 settimane) sono stati analizzati i profili dei soggetti coinvolti.

Malgrado il sostegno mostrato da volti noti come ad esempio Jennifer Aniston, all’atto pratico non vi sarebbe state differenze sostanziali nel peso perso dai partecipanti. Sia chi poteva mangiare in qualsiasi momento che chi seguiva il digiuno intermittente ha perso in media meno di un chilo in 12 settimane.

Secondo quanto dichiarato dal Dott. Weiss chi è dimagrito maggiormente avrebbe perso in sostanza massa magra, non grasso corporeo. Secondo il cardiologo il semplice limitare l’orario dedicato ai pasti non sarebbe quindi sufficiente a indurre il tanto desiderato dimagrimento.

Fonte: CNBC

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di magnesio: ecco quali sono (video)