Coop e il carrello che può cambiare il mondo

Coop e il carrello che può cambiare il mondo

Fonte immagine: Coop

La nuova campagna pubblicitaria di Coop tocca le corde etiche del consumatore, spingendolo a una spesa più consapevole.

È coinvolgente il nuovo spot della Coop, che affida a un carrello virtuoso il messaggio “Una buona spesa può cambiare il mondo”. L’inaspettato protagonista, fatto di acciaio e rotelle, spezza le catene che lo tengono fermo e legato agli altri carrelli, iniziando un viaggio nel mondo durante il quale compie azioni virtuose in difesa dell’ambiente, della qualità del prodotto e della sua eticità. Al di fuori del supermercato, contribuisce a limitare l’uso delle plastiche non riciclabili, preferisce le filiere sostenibili, non alimenta lo sfruttamento dei braccianti agricoli, interviene a difesa del mare e dei pesci, e cerca di ridurre gli effetti del cambiamento climatico.

Questa nuova campagna di comunicazione, ideata dall’agenzia Havas Milan, sarà on air dal 29 settembre, con spot in tre formati (60”, 30’’ e 15’’, oltre a uno lungo per cinema e web) e si declinerà attraverso varie uscite sulle principali reti televisive e a seguire nel circuito di Rai Cinema, coinvolgendo sia stampa sia web e arrivando nel punto vendita.

“Il nostro compito è stato tradurre ciò che Coop fa concretamente tutti i giorni in un racconto emotivo che, partendo dalla tv, abbraccia tutti i media, non ultimo il punto vendita, luogo reale di incontro tra marca e consumatore”, ha spiegato Giovanni Porro, direttore creativo di Havas Milan, durante la conferenza stampa di presentazione.

Così facendo, la storica insegna italiana, aggiunge una nuova tappa alla sua storia pubblicitaria: dagli spot non spot di Ugo Gregoretti all’autoironia del Tenente Colombo, fino agli intellettualismi di Woody Allen e al ricorso in anni più recenti a Luciana Littizzetto come testimonial. Dal consumismo degli anni Settanta all’economia circolare di oggi, la nuova campagna spiega e coinvolge perché consumare si fa con la testa e con il cuore prima che con la pancia e il portafoglio. Insomma, il carrello della spesa ha un grande potere, ma deve essere riempito con prodotti di qualità, etici e a basso impatto ambientale, del resto sono i piccoli gesti a innescare grandi rivoluzioni.

“Con questa nuova campagna di comunicazione raccogliamo esigenze diffuse e lanciamo una sfida, confidando che chi crede in un consumo corretto e consapevole ci ascolterà con interesse e vorrà seguirci”, ha spiegato Maura Latini, Ad di Coop Italia.  Con lo spot e i messaggi che seguiranno, non si raccontano prezzi o promozioni, ma si tiene alto l’impegno di un gruppo che lavora da sempre sulla qualità dei prodotti, sulla loro trasparenza ed eticità e sulle azioni sostenibili.

“Non tutti i nostri competitor possono essere credibili su messaggi così forti, come recita lo slogan Una buona spesa può cambiare il mondo. E anche quando racconteremo con altri mezzi il nostro impegno sul versante convenienza, ragioniamo su una convenienza doppia, rivolta al prezzo certo, ma anche a tutto ciò che c’è intorno: alla sicurezza, all’ambiente, agli altri, al pianeta. Questa campagna riflette il nostro bilancio, che unisce ai dati economici l’impatto sociale che gli stessi producono. I conti si fanno sui numeri, ma anche sulla rilevanza che si riesce a rappresentare nella vita delle persone e che si traduce in fiducia dei consumatori”, ha aggiunto Latini.

Campagna Comunicazione Coop
Fonte: Coop Campagna Comunicazione Coop

Iniziativa “Saturday for future”

Nella settimana internazionale dedicata al clima, il prossimo 28 settembre Coop aderisce al “Saturday for future”, in linea con l’appello lanciato dall’Alleanza dello Sviluppo Sostenibile del professor Enrico Giovannini e dall’associazione NeXt (Nuova Economia per Tutti) del professor Leonardo Bechetti.

In sette punti vendita nelle principali città italiane (Torino, Milano, Genova, Bologna, Firenze, Assisi e Roma) va in scena una giornata di mobilitazione per promuovere il consumo consapevole, con allestimenti di postazioni informative e di sensibilizzazione sulla necessità del riciclo, sulla trasparenza delle filiere, sull’etica del lavoro, sulle modalità innovative di tecniche agricole e di allevamento, ripercorrendo attraverso le immagini 40 anni di impegno sostenibile di Coop. Una sorta di fil rouge tra ciò che è stato fatto nel passato e gli impegni di oggi condensati nel messaggio della nuova campagna “Una buona spesa può cambiare il mondo”.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ciliegie senza glifosato: interviste ad Apofruit e Coop