Greenstyle Ambiente Pianeta Terra Colori dell’arcobaleno: quali sono e il significato

Colori dell’arcobaleno: quali sono e il significato

Colori dell’arcobaleno: quali sono e il significato

Fonte immagine: Unsplash

I colori dell’arcobaleno sono una delle tante meraviglie che la natura ci offre e quando questo fenomeno appare nel cielo, soprattutto dopo i temporali primaverili ed estivi, non possiamo fare a meno di ammirarlo.

Scientificamente parlando, gli arcobaleni appaiono nel cielo quando la luce solare entra nelle gocce di pioggia, causando dispersione e rifrazione della luce.

I colori dell’arcobaleno, come il fenomeno stesso, sono anche ricchi di simboli, scopriamo quanti e quali sono e che significato hanno.

Cosa causa l’arcobaleno

L’arcobaleno è un fenomeno ottico atmosferico a forma di arco che presenta i colori dello spettro e che deriva dalla rifrazione e riflessione totale dei raggi del sole in determinate nubi. Il fenomeno si manifesta quando una nube si risolve in pioggia nella parte del cielo che, rispetto a un osservatore, si trova opposta al sole.

Appaiono allora, totalmente o parzialmente, uno o più archi concentrici che presentano i colori dello spettro solare, brillanti soprattutto nell’arco più interno; in questo il violetto si trova all’interno e il rosso all’esterno, mentre nel secondo arco l’ordine dei colori è invertito.

Fu Cartesio a fornire la prima dimostrazione del formarsi dell’arcobaleno per i fenomeni di rifrazione e riflessione totale dei raggi solari nelle gocce di pioggia.

In linea generale un arcobaleno può essere osservato quando ci sono gocce di acqua nell’aria e la luce solare proviene da dietro l’osservatore a una determinata altezza. Per questo è possibile vederlo anche accanto a cascate o fontane, in determinate posizioni del sole e osservatore.

Quanti sono i colori dell’arcobaleno

colori arcobaleno
Fonte: Unsplash

Tradizionalmente i colori dell’arcobaleno sono sette. Newton nel 1672 divise lo spettro in cinque colori principali: rosso, giallo, verde, blu e viola. Successivamente ha incluso l’arancione e l’indaco, contando quindi sette colori principali per analogia al numero di note in una scala musicale.

Newton ha scelto di dividere lo spettro visibile in sette colori per una convinzione derivata dalle credenze degli antichi sofisti greci, che pensavano ci fosse una connessione tra i colori, le note musicali, gli oggetti conosciuti nel Sistema Solare e i giorni della settimana.

Ovviamente i colori dell’arcobaleno sono sfumati e il numero di colori di un arcobaleno è diverso da quelli di uno spettro, soprattutto se le goccioline sono grandi o piccole. In realtà l’arcobaleno è composto da oltre un milione di colori, la maggior parte dei quali l’occhio umano non può vedere o comprendere.

Quali sono i colori dell’arcobaleno

Quali sono i 7 colori fondamentali? I colori dell’arcobaleno in ordine sono:

  • rosso
  • arancione
  • giallo
  • verde
  • blu
  • indaco
  • viola

In realtà gli studiosi hanno di fatto eliminato il colore indaco rendendo i colori dell’arcobaleno principali: rosso, arancione, giallo, verde, blu e viola. Tuttavia, ormai nell’immaginario comune l’arco di colori è composto da sette colori, ognuno con il suo significato.

Qual è il significato dei colori dell’arcobaleno

Fonte: Unsplash

L’arcobaleno è ricco di simbolismo, e anche ciascuno dei colori rappresentati nell’arcobaleno ha significati importanti. Ad esempio è un simbolo importante per tutti gli amanti degli animali che immaginano i loro amici a quattro zampe nel ponte dell’arcobaleno dopo la morte.

Ecco una panoramica dei sette colori dell’arcobaleno e di ciò che ognuno rappresenta.

Rosso

Il rosso è elencato per primo perché è il primo colore nell’arco dell’arcobaleno. Ha anche la lunghezza d’onda più lunga di tutti i colori rappresentati. È un colore ricco di vivacità e di forti emozioni. Per i cristiani, il rosso simboleggia energia e saggezza. Per buddisti e indù, il rosso corrisponde al Muladhara chakra, Quello della radice.

Ma anche senza significato religioso, il rosso è un colore potente con una forte emozione. È un colore fortemente pigmentato che lo lega naturalmente a sentimenti forti. Il rosso non è mai usato per illustrare debolezza, mentre è usato in quasi tutti i paesi e le culture per designare un pericolo o per emettere un avvertimento.

Anche nella letteratura, il rosso è usato per rappresentare passione, ostilità e guerra. Quando si tratta di rose, ad esempio, il rosso rappresenta la forma d’amore più forte. Il rosso è anche il colore usato per rappresentare il male e il diavolo.

Il rosso quindi rappresenta:

  • entusiasmo
  • passione
  • sicurezza
  • vitalità

Arancione

Il secondo colore dell’arcobaleno, l’arancione, è un colore caldo e vibrante. In genere è un colore felice che fa sentire le persone amichevoli e a proprio agio.

Secondo il sistema dei chakra, l’arancione rappresenta l’energia spesso associata alla creatività, alla sessualità e alla fertilità. Oltre al sistema dei chakra, l’arancione rappresenta la creatività e la capacità di rilassarsi e godersi la vita.

In generale, le tonalità più chiare dell’arancione sono associate a sentimenti ed emozioni positive, mentre le tonalità più scure tendenti al rosso a sentimenti più forti.

Possiamo riassumere tra i significati dell’arancione:

  • resistenza
  • perseveranza
  • forza

Giallo

Il giallo è il colore più felice dell’arcobaleno. Il colore del sole, il giallo rappresenta energia e calore. È spesso associato alla felicità, al pensiero chiaro e alla comunicazione. Spesso, è legato anche all’ispirazione.

È il colore più luminoso dell’arcobaleno, cattura la nostra attenzione più facilmente di qualsiasi altro colore. Non è un caso, ad esempio, che è il colore più utilizzato nella scelta di un evidenziatore.

Il giallo dell’arcobaleno rappresenta quindi:

  • consapevolezza
  • allegria
  • energia
  • ordine

Verde

Nel mezzo dell’arcobaleno, il verde è il colore della vita. In Occidente è un colore che simboleggia anche la ricchezza. Ma soprattutto simboleggia la crescita e il rinnovamento.

Ma il verde ha anche dei significati opposti. Infatti, se da un lato, il verde rappresenta la vita e la crescita, d’altro, rappresenta anche l’invidia. La famosa frase “verde di invidia”.

E poiché gran parte della nostra vita vegetale è verde, questo colore è legato anche alla natura.

Il verde dell’arcobaleno rappresenta:

  • crescita
  • salute
  • natura
  • ricchezza

Una piccola curiosità è che l’occhio umano è in grado di distinguere più variazioni del colore verde rispetto alle altre dei colori dell’arcobaleno.

Blu

Il colore del cielo e dell’oceano, il blu rappresenta la pace, il relax e la stabilità. Poiché il blu è il colore del cielo, è spesso associato alla divinità ed è usato per illustrare la fiducia e la lealtà. È un colore stabilizzante, ma a volte è anche usato per illustrare la malinconia (in inglese si parla di monday blues per riferirsi alla malinconia del lunedì).

Inoltre, è un colore con molte proprietà curative e confortanti.

Il blu dell’arcobaleno quindi ha significato di:

  • calma
  • comunicazione
  • conoscenza
  • la pace

Indaco

L’indaco è il colore più controverso dell’arcobaleno. Per anni, scienziati e appassionati di meteorologia hanno discusso se l’indaco appartenga alla lista poiché è un colore difficile da distinguere. Che colore è l’indaco? È blu o viola? La risposta: è un mix di entrambi. In particolare, l’indaco è per tre quarti blu e un quarto viola.

Tale colore è quello del cielo di mezzanotte. Per questo motivo, l’indaco incoraggia le persone a pensare più profondamente alla vita e ha forti connessioni con lo spiritualismo e il pensiero interiore. È associato al Sesto Chakra ed è considerato un ottimo alleato per migliorare l’umore e contrastare depressione e malinconia.

L’indaco dell’arcobaleno può quindi significare:

  • consapevolezza
  • intuizione
  • realizzazione spirituale
  • saggezza

Viola

Il viola è uno dei colori più amati dell’arcobaleno. Mentre il rosso ha la lunghezza d’onda più lunga nell’arcobaleno, il viola ha la più corta. Situato all’estremità opposta dell’arcobaleno rispetto al rosso, il viola è il colore più sottile di tutti.

Le persone che indossano il colore viola riferiscono di sentirsi più empatiche e gentili. Il viola è anche associato all’individualità e all’altruismo.

Il viola dell’arcobaleno rappresenta:

  • creatività
  • immaginazione
  • lusso
  • mistero
  • regalità

L’arcobaleno nella Bibbia

Non possiamo parlare dei colori dell’arcobaleno senza menzionare la Bibbia. Nella storia dell’Arca di Noè, dopo che Dio apparve davanti a Noè dopo il diluvio, c’è un bellissimo arcobaleno nel cielo a significare la sua gloria e potenza così come il patto tra Dio e l’umanità.

Nella Bibbia, l’arcobaleno è menzionato nel Libro della Genesi, nel Libro dell’Apocalisse e anche nel Libro di Ezechiele:

  • Nella Genesi, è descritto come un segno della Misericordia di Dio così come il patto che fece con Noè che un tale diluvio non sarebbe stato inviato di nuovo.
  • Nell’Apocalisse, l’apostolo Giovanni paragona i colori dell’arcobaleno alla gloria o potenza di Dio.
  • In Ezechiele 1:26-28, i colori dell’arcobaleno sono paragonati alla gloria di Dio.

I colori dell’arcobaleno nella bandiera LGBTQ

colori arcobaleno
Fonte: Unsplash

L’arcobaleno e i suoi colori hanno un importante significato simbolico nella storia dell’umanità. In particolare, questi colori, oltre che a simboleggiare la pace, sono ormai universalmente riconosciuti come il simbolo della comunità LGBTQ nella lotta alla rivendicazione dei diritti civili e come simbolo di orgoglio.

La scelta di associare questi colori alla causa risale al 1978, quando l’artista Gilbert Baker, uomo apertamente gay e drag queen, disegnò la prima bandiera arcobaleno. Baker decise di trasformare quel simbolo in una bandiera perché associava la bandiera a un gesto potente e scelse l’arcobaleno che considerava la bandiera del cielo in natura.

Nella prima versione adottò otto colori per le strisce, ogni colore con un significato proprio (rosa caldo per il sesso, rosso per la vita, arancione per la guarigione, giallo per la luce del sole, verde per la natura, turchese per l’arte, indaco per l’armonia e viola per lo spirito).

Tuttavia, a causa di problemi di produzione, le strisce rosa e turchesi furono rimosse e l’indaco fu sostituito dal blu, il che ha portato alla bandiera a sei strisce, rossa, arancione, gialla, verde, blu e viola. Oggi questa è la variante più comune della bandiera, con la striscia rossa in alto, come l’arcobaleno. I vari colori vogliono rappresentare l’immensa diversità e l’unità della comunità LGBTQ.

 

Seguici anche sui canali social