Catrame: come toglierlo da piedi e vestiti

Catrame: come toglierlo da piedi e vestiti

Sulle spiagge si trova spesso il catrame, che macchia piedi e vestiti. I rimedi naturali per toglierlo sono diversi: dall'olio d’oliva, al ghiaccio, passando per burro e bicarbonato.

Passeggiando per le spiagge, o prendendo il sole distesi su un telo, è semplice imbattersi nel catrame: capita spesso di calpestarlo e sporcarsi i piedi, o ritrovarsi delle macchie sui vestiti. Chi lo ha fatto, sa bene che lavarlo con acqua, anche quella marina, non è sufficiente e che, se non trattato al più presto, può lasciare degli aloni gialli sui tessuti.

La pece è una massa nera di consistenza varia, residuo della distillazione dei catrami, spesso nascosta tra le pietre delle spiagge: è facile dunque macchiarsi i piedi o i vestiti con il catrame.

I metodi naturali per rimuoverlo sono diversi: a partire dal vecchio uso della pietra pomice. Ma ci sono anche altri rimedi con cui smacchiare delicatamente sia la pelle, che i vestiti.

È necessario però tenere a mente un’unica importante indicazione: evitare sempre di usare solventi o prodotti chimici, irritanti per la salute, quanto dannosi sui tessuti.

Ghiaccio. Uno dei metodi più comuni per togliere il catrame, simile a quello che si adotta con le gomme da masticare: congelarlo. Basta prendere un sacchetto e metterci dei cubetti, appoggiarlo sui piedi o sulla parte della pelle macchiata e aspettare che si raffreddi. Fatto questo si procede a staccarlo delicatamente.

Olio d’oliva. Un rimedio più dolce è l’olio d’oliva: con un batuffolo di cotone, si può strofinare sulla parte macchiata fino a rimuovere tutto il catrame. Questo vale anche per i vestiti: nel caso in cui, dopo aver rimosso il catrame, rimangano aloni gialli.

La cosa importante, in caso di macchie estese, è non usare lo stesso batuffolo ormai saturo di catrame, perché significherebbe spargerlo: usare, invece, diversi pezzi di cotone imbevuti di olio d’oliva. In caso di macchie spesse si può coprire la parte con l’olio per mezz’ora, prima di provare a rimuoverlo con il cotone.

Acqua e bicarbonato. Se disponete di bicarbonato, è possibile strofinarlo sulla macchia di catrame, formando un impasto con un po’ d’acqua: anche sui vestiti, è possibile aggiungere un cucchiaino di bicarbonato al bucato, oppure immergere i capi in una soluzione molto diluita.

Burro. Anche utilizzare il burro è un ottimo espediente per rimuovere le macchie di catrame da pelle e vestiti, anche se un po’ dispendioso. Basta strofinare un pezzo di burro sulla macchia, lasciarlo agire venti minuti circa e poi rimuoverlo delicatamente: sui vestiti, naturalmente, dovrete poi eliminare anche l’eccesso di burro.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Come eliminare la ruggine in modo naturale e veloce