Capillari rotti: rimedi naturali per evitarli

Capillari rotti: rimedi naturali per evitarli

Fonte immagine: Istock

I capillari rotti sulle gambe o sul viso sono una problematica piuttosto diffusa che diventa facilmente individuabile a occhio nudo.

I capillari sono piccoli vasi sanguigni e rappresentano le ultime diramazioni di arterie e vene. Per codice genetico alcuni soggetti ne hanno di particolarmente fragili che tendono a rompersi. I capillari rotti sono facilmente individuabili ad occhio nudo. In generale la loro dimensione varia a seconda dell’organo in cui si trovano e può variare dai 5 agli 8 millesimi di millimetro (micrometri) dei capillari dei polmoni e dei muscoli fino ai 25 micrometri dei capillari del midollo osseo e delle ghiandole.

La fragilità capillare si manifesta con un’evidente dilatazione del reticolo vascolare capillare soprattutto a livello del viso (couperose) e degli arti inferiori. Sono chiamati teleangectasie e risultano particolarmente evidenti nella zona intorno al naso, sul mento, sulle guance su polpacci, caviglie e cosce: possono essere eliminati attraverso alcuni trattamenti dermatologici.

Capillari rotti: quali sono le cause?

Capillari rotti: come possono essere individuati?
Fonte: Istock

Le cause per questo genere di patologia di solito sono:

  • traumi e piccole lesioni;
  • ritenzione idrica: i liquidi in eccesso accumulati nei capillari rompono le pareti e trasformano il capillare stesso in una piccola varice;
  • disturbi ormonali: nel sesso femminile questa variazione ormonale provoca la formazione di lesioni venose superficiali principalmente durante le mestruazioni e in donne che assumono la pillola;
  • sbalzi termici;
  • malattie dermatologiche specifiche.

In alcuni casi si può intervenire e con piccoli accorgimenti prevenire l’insorgere di questa problematica: tenersi in movimento aiuta a stimolare il flusso del sangue e a spingere il sangue verso l’alto, per esempio. Alternare getti di acqua calda e fredda sotto la doccia aiuta dato che con il caldo i vasi si dilatano e col freddo si restringono; infine avere un’alimentazione sana, leggera ed equilibrata perché il sovrappeso favorisce il gonfiore e la formazione di vene varicose.

I rimedi naturali

Oltre a modificare lo stile di vita, esistono rimedi naturali che aiutano la risoluzione del fenomeno. Tra le strategie naturali più efficaci per prevenire i capillari rotti ci sono  i rimedi a base di flavonoidi, composti chimici presenti in moltissime piante tra cui la betulla: queste sostanze agiscono aumentando la resistenza dei capillari e prevenendone così la rottura.

Generalmente la fragilità capillare è accompagnata da altre problematiche del sistema circolatorio e per prevenire la comparsa di capillari rotti è necessario modificare il proprio stile di vita. Non basta avere solo un’alimentazione equilibrata ma serve anche tenersi in forma attraverso l’attività fisica. Camminare almeno 30 minuti al giorno è un vero e proprio toccasana per la salute. Soprattutto se non si è molto allenati, meglio preferire la camminata alla corsa. Camminare non richiede uno sforzo fisico eccessivo e permette di fare movimento ogni giorno con costanza senza affaticarsi troppo.

Meglio scegliere calzature e indumenti comodi, che non costringano gambe, piedi, caviglie. Infine occorre riposare con i piedi leggermente sollevati rialzando la base del letto di 5-10 cm. Questo, secondo gli esperti aiuterebbe anche ad avere un sonno più sano ed equilibrato. Sollevare le gambe facilita la risalita del sangue al cuore ed evita la stasi circolatoria: in questo modo si può contrastare il fastidioso gonfiore di gambe, caviglie e piedi che molti (soprattutto le donne) accusano la sera, al termine di una giornata trascorsa in piedi o seduti.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A