Greenstyle Cani Rottweiler

Rottweiler

Rottweiler

Il Rottweiler è un cane molossoide che originariamente veniva utilizzato come cane da guardia e come cane da traino per i carretti. Di origine tedesca, troppo spesso i neo proprietari lo prendono con sé dimenticandosi di queste sue attitudini. Prima di prendere un cucciolo di Rottweiler è bene assicurarsi di conoscere bene carattere, temperamento e come educare/socializzare correttamente un Rottweiler: non sono concessi errori con questa razza.

Ma andiamo a conoscere meglio il Rott (diminutivo talvolta utilizzato), andando a scoprire qualcosa di più su storia, origini, aspetto, colore del mantello, taglia e carattere.

Storia e origini

rottweiler cani
Fonte: Pixabay

Il Rottweiler vanta storia e origini antichissime. Anzi, è una delle razze canine più antiche. Bisogna risalire fino agli antichi Romani per trovare gli antenati di quelli che sarebbero diventati i moderni Rott. All’epoca era utilizzato come cane da guardia e da pastore, ma anche dalle legioni romane per proteggere i soldati e il bestiame.

Quando le legioni romane arrivarono nella regione di Rottweil, in Germania, ecco che gli antenati dei Rott si incrociarono con cani locali. Fermo restando i compiti di guardia, difesa del padrone, difesa dei beni e conduzione delle greggi, fu proprio la città di Rottweil a dare il nome a questa razza: erano nati i cani da macellaio di Rottweil.

Per anni i Rottweiler vennero selezionati come cani da utilità, soprattutto da guardia, da gregge e da tiro. Arriviamo così all’inizio del XX secolo quando la Polizia, cercando dei cani da servizio, testò anche i Rottweiler, trovandoli perfettamente idonei per diventare cani poliziotto.

Come razza venne riconosciuta in via ufficiale nel 1920: in Europa divenne popolare proprio durante i primi anni del XX secolo, mentre negli USA rischiò di estinguersi poco dopo essere stata introdotta. Attualmente viene usato anche come cane da compagnia, ma non va mai dimenticata la sua attitudine di base.

Aspetto e colore del mantello del Rottweiler

rottweiler cane
Fonte: Pixabay

Il Rottweiler è la razza n. 147 della FCI: fa parte del Gruppo 2 – Cani di tipo Pinscher e Scnhauzer, Molossoidi e cani bovari svizzeri, Sezione 2.1 – Molossoidi, tipo Mastino (con prova di lavoro). Originaria della Germania, viene utilizzato come cane da compagnia, da servizio e da lavoro.

È un cane robusto, di media-grossa taglia: non deve essere troppo pesante o troppo leggero, neanche troppo alto o troppo levrettato. Le proporzioni devono essere armoniose, è forte, elastico e resistente.

Standard di razza del Rottweiler

Questo è lo standard di razza ENCI del Rottweiler:

  • Cranio: di media lunghezza, largo fra le orecchie, convesso se visto di profilo. La protuberanza occipitale deve essere ben sviluppata, ma non troppo evidente. Lo stop è abbastanza pronunciato, mentre il solco frontale non deve essere troppo marcato
  • Muso: il tartufo è largo, con narici grandi. Deve essere sempre nero. Il rapporto di lunghezza fra muso e cranio è di 1-1,5. La canna nasale è rettilinea, le labbra nere con gengive più scure possibili. Le mascelle hanno la chiusura a forbice. Gli occhi sono a mandorla, di colore bruno scuro. Le orecchie sono di media grandezza, pendenti e triangolari. Sono attaccate alte
  • Collo: potente, muscoloso, leggermente arcuato, senza giogaia
  • Corpo: dorso dritto, groppa larga leggermente arrotondata, torace spazio e largo, coste ben cerchiate e addome con fianchi non rientrati
  • Coda: forte e orizzontale
  • Arti: quelli anteriori sono dritti con avambraccio verticale, braccio aderente al tronco, avambraccio muscolo, metacarpi inclinati e piedi rotondi con dita chiuse e arcuate. Le unghie sono corte e nere. Gli arti posteriori sono dritti, coscia muscolosa, gamba muscolosa, garretto non troppo dritto e piedi posteriori un po’ più lunghi degli anteriori
  • Andatura: trottatore con andatura libera, energica, sciolta e armoniosa. Buon allungo
  • Pelle: può formare rughe sulla fronte

Colore del mantello del Rottweiler

Il mantello ha sia il pelo di copertura che il sottopelo. Il pelo di copertura è di media lunghezza, duro, liscio e ben aderente. Il sottopelo non deve mai superare il pelo di copertura. Inoltre il pelo è un po’ più lungo sugli arti posteriori.

L’unico colore del mantello accettato è il nero focato, con focature bruno-rossicce intense su guance, muso, sotto il collo, petto, arti, sopra gli occhi e sotto la coda.

Taglia: altezza al garrese e peso

Come taglia, l’altezza al garrese per i maschi varia dai 61 ai 68 cm:

  • 61-62 cm: piccolo
  • 63-64 cm: media altezza
  • 65-66 cm: grande (la taglia ricercata)
  • 67-68 cm: molto grande

Per le femmine l’altezza al garrese varia dai 56 ai 63 cm:

  • 56-57 cm: piccola
  • 58-59 cm: media altezza
  • 60-61 cm: grande (taglia ricercata)
  • 62-63 cm: molto grande

Come peso, invece, varia:

  • maschi: 50 kg
  • femmine: 42 kg

Difetti

Qualsiasi deviazione dallo standard viene considerata un difetto e verrà penalizzata in base alla gravità. Sono considerati difetti:

  • aspetto leggero, levrettato o alto
  • ossatura debole, muscoli leggeri
  • testa di cane da caccia o troppo molossoide
  • solco frontale troppo marcato
  • stop troppo pronunciato
  • muso troppo lungo o troppo corto
  • tartufo a farfalla, chiaro o depigmentato
  • canna nasale concava o convessa
  • labbra rosa o depigmentate, commessura labiale aperta
  • chiusura a tenaglia della dentatura
  • occhi chiari
  • esoftalmo
  • orecchie attaccate troppo basse troppo alte
  • collo troppo lungo, poco muscoloso o presenza di giogaia
  • corpo troppo lungo, corto o stretto
  • coste piatte
  • coda attaccata troppo alta o bassa
  • arti non paralleli, dita deformate, unghie chiare
  • troppe rughe sulla testa
  • pelo troppo lungo o corto
  • pelo ondulato
  • assenza di sottopelo
  • focature troppo estesi

Sono considerati difetti gravi:

  • tipo troppo molossoide o troppo pesante
  • pelle troppo rugosa sulla testa
  • giogaia pronunciata
  • trotto letargico

Sono considerati difetti da squalifica:

  • cani aggressivi o troppo timidi
  • comportamento ansioso, pauroso, timido, feroce, troppo sospettoso o nervoso
  • maschio effeminato o femmina mascolina
  • enognatismo, prognatismo, assenza di denti
  • entropion, ectropion
  • occhi gialli, eterocromia
  • coda rotta, arrotolata, portata lateralmente o corta naturale
  • pelo troppo lungo o ondulato
  • assenza del colore nero focato
  • macchie bianche

Carattere e temperamento del Rottweiler

rottweiler corre
Fonte: Pixabay

Il Rottweiler in standard dovrebbe avere un carattere calmo, obbediente, docile e affezionato alla sua famiglia. È rustico e sicuro di sé, impavido. È molto reattivo, ma deve essere equilibrato.

Fedele con gli amici, leale al padrone, è un cane da guardia e da difesa molto coraggioso e ha un morso molto potente. È intelligente e facilmente addestrabile. Come razza tende a essere dominante, motivo per cui non bisogna mai e poi mai accentuare l’aggressività in questi cani.

A chi è adatto?

Vista l’attitudine alla guardia e alla difesa, vista la diffidenza con gli estranei e visto il carattere dominante, il Rottweiler non è di sicuro adatto ai neofiti o alle persone abituate a razze di cani più docili. Ha bisogno di essere educato e socializzato correttamente sin da cucciolo onde evitare problemi comportamentali da adulto. Cuccioli che appaiono troppo nervosi, insicuri, reattivi e mordaci hanno bisogno di essere valutati da un veterinario comportamentalista e da un educatore cinofilo.

Pur essendo un cane da guardia, ama stare insieme ai suoi umani: onde evitare di fargli sviluppare problemi comportamentali, non deve essere relegato da solo in giardino.

Alimentazione, salute e malattie

L’alimentazione del Rottweiler non richiede particolari integrazioni: valuta col tuo veterinario se optare per una dieta commerciale (crocchette o scatolette per cani di grossa taglia) o per una dieta casalinga (con razione creata ad hoc dal tuo veterinario o da un nutrizionista veterinario).

Considera solo che essendo un cane di grossa taglia, mangia parecchio. Se opti per un’alimentazione commerciale, i grammi di crocchette per kg di peso dipendono sia dall’età del cucciolo che dalla marca: a seconda della composizione del mangime, infatti, potrebbe variare la quantità da somministrare (solitamente crocchette con più proteine richiedono dosi minori da somministrare per raggiungere i fabbisogni nutrizionali, mentre crocchette con troppi cereali richiedono dosi maggiori).

Anche se mantieni un’alimentazione casalinga, un Rottweiler deve mangiare una quantità di carne notevole al giorno. Metti in conto anche questo fatto prima di prendere un Rottweiler (anche considerando i costi).

Malattie del Rottweiler

Oltre alle classiche malattie che tutti i cani possono contrarre o sviluppare indipendentemente da razza o taglia, i Rottweiler sono particolarmente suscettibili a:

  • atrofia progressiva della retina
  • cataratta
  • stenosi subaortica
  • displasia del gomito
  • displasia dell’anca
  • osteocondrite dissecante del gomito
  • rottura del legamento crociato
  • epilessia
  • allergie
  • dermatite
  • paralisi laringea
  • polineuropatia
  • leucoencefalomalacia
  • distrofia neuroassonale
  • tumori (anche osteosarcoma e linfoma)

Dove trovare un Rottweiler?

rottweiler cucciolo
Fonte: Pixabay

Puoi trovare un cucciolo di Rottweiler chiedendo agli allevamenti iscritti all’Enci, a privati che fanno cucciolate o anche rivolgendoti a canili o Rescue che si occupano del recupero di cani di questa razza da situazioni disagiate.

Se opti per annunci su siti online, assicurati solo che i siti siano veramente affidabili.

Ricordati sempre che in Italia, per legge, nessun cucciolo di cane (di razza o meno) può essere venduto, ceduto o regalato se sprovvisto di microchip. Quest’ultimo viene applicato al cucciolo a nome del proprietario della fattrice. Sarà poi costui a provvedere a fare il passaggio di proprietà al nuovo proprietario presso i Servizi Veterinari della propria Asl di riferimento.

Costo Rottweiler

Il costo di un cucciolo di Rottweiler varia dai 500 ai 1.200 euro. Tuttavia il prezzo potrebbe variare anche a seconda della genealogia o della linea di sangue. Diffida sempre di cuccioli venduti a prezzi troppo bassi. Ti ricordiamo, poi, che per essere definito Rottweiler un cane deve essere accompagnato dal Pedigree. Cani sprovvisti di Pedigree non possono essere definiti di razza e venduti come tali.

Curiosità sui Rottweiler

Ecco alcune piccole curiosità sul Rottweiler:

  • Troviamo Rottweiler in numerosi film, serie di animazione e lungometraggi animati. Potete vedere un Rottweiler in film come Shadowhunters – Città di ossa, Alien 3, Omen – Il Presagio o anche ne Il cavaliere oscuro, Diario di una schiappa, Prima ti sposo poi ti rovino e anche in Up
  • Non è un cane che abbaia molto
  • Sono cani che hanno bisogno di fare abbastanza esercizio fisico durante il giorno
  • Non esiste il Rottweiler gigante: esiste uno standard di razza da rispettare. Rottweiler che superano i limiti di taglia non devono essere considerati una particolarità e come tali fatti pagare di più, bensì come cani che non rientrano nello standard di razza. In questo caso le dimensioni maggiori sono considerate un difetto
  • Non esiste un Rottweiler bianco: se nasce un Rottweiler albino o con mantello bianco, si tratta di un difetto di razza
  • I Rottweiler non sono cani molto longevi: come tutti i cani di grossa taglia hanno un’aspettativa di vita ridotta. Inoltre sono una delle razze maggiormente predisposte a sviluppare tumori

Cosa sapere prima di prendere un Rottweiler?

Prima di prendere un Rottweiler, fai qualche debita considerazione sul carattere e sul costo di mantenimento. Non è una razza adatta ai neofiti o a chi ha esperienza solamente con cani di temperamento più mite. Inoltre il costo del suo mantenimento di base mensile è notevole, come accade per tutti i cani di grossa taglia.

Seguici anche sui canali social