Cane e morso del ragno: sintomi e cure

Cane e morso del ragno: sintomi e cure

Fonte immagine: Pixabay

La curiosità di Fido potrebbe spingerlo a imbattersi in un ragno, pronto a mordere: ecco i possibili sintomi e le cure.

Il morso del ragno è una problematica da non sottovalutare e, come accade per l’uomo, è indispensabile scoprire la tipologia di aracnide che ha infierito sulla salute di Fido. Alcuni fattori risultano importanti come la zona interessata dal morso, nonché la presenza di eventuali allergie, una condizione in apparenza non pericolosa ma che potrebbe evolvere negativamente e condurre anche alla morte, seppure nei casi più rari e pericolosi. Intercettare i sintomi è fondamentale, come individuare il responsabile dell’attacco, in modo da agire tempestivamente.

Pericoli

La curiosità del cane potrebbe spingerlo ad avvicinarsi a una serie di animali e insetti potenzialmente pericolosi, come vespe, api, serpenti e ragni. Nonostante l’innocenza del gesto, il ragno potrebbe reagire perché spaventato e pungere la parte più esposta, come ad esempio il naso. Generalmente una situazione che può creare arrossamento gonfiore con bolle, ma nel caso degli esemplari più velenosi la situazione potrebbe complicarsi velocemente e condurre il cane alla morte.

Sintomi più comuni

Cane

Non tutti i ragni riescono a raggiungere la cute del cane, e a quindi iniettare veleno, e non tutti risultano pericolosi e letali, ma è necessario monitorare alcuni sintomi. Solitamente il ragno morde il cane sulle parti più esposte come il muso, in particolare quelle dove il pelo è presente in misura minore quali palpebre, naso e la parte morbida delle labbra. Si possono perciò formare bolle, foruncoli ma anche lacerazioni sanguinolente. Il morso può risultare doloroso al tocco, il cane potrebbe sottrarsi dal contatto quindi mostrare altri sintomi, quali vomito, diarrea, gonfiore, salivazione eccessiva, tremori, febbre, crampi muscolari fino alla paralisi. La pressione sanguigna potrebbe aumentare e potrebbero subentrare problematiche del sangue e renali, nei casi più estremi anche vere e proprie reazioni allergiche.

Cure e trattamento

I sintomi appaiono abbastanza velocemente, entro le 24 ore, quindi per circoscrivere il problema si può agire effettuando un impacco freddo direttamente sulla zona morsa dal ragno. Successivamente si può interpellare il veterinario conducendo l’amico in studio per una visita di controllo: il medico consiglierà la cura più adatta o somministrerà il siero anti-veleno nei casi più gravi. In caso di dubbio, ma solo se possibile, si può fotografare il ragno o portarlo dal medico per una corretta identificazione del problema. Come sempre è bene non improvvisare cure e rimedi, per non interferire nel percorso di soccorso e guarigione di Fido, ma è meglio consultare subito l’esperto che potrà agire tempestivamente.

Morso e tipologia

Ragno

Nei Paesi occidentali è molti difficile subire il morso di un ragno, ma nel caso dovesse accadere è possibile intercettare subito la problematica a causa all’incredibile dolore e alla presenza di due fori equidistanti e ravvicinati. Nel caso del ragno violino il morso appare quasi indolore, ma la puntura crea un arrossamento quasi immediato con un unico segno definito “lesione a bersaglio”, che può degenerare in un rigonfiamento con sangue e necrosi. In altri casi il ragno potrebbe lanciare dei peli simili ad aghi che si conficcano nella pelle, come ad esempio la tarantola.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!