Greenstyle Sostenibilità Consumi Bonus Verde 2021, confermati 1800 euro: come funziona

Bonus Verde 2021, confermati 1800 euro: come funziona

Bonus Verde 2021, confermati 1800 euro: come funziona

Bonus Verde 2021 confermato. Anche per l’anno in corso 1.800 euro di incentivi a disposizione di chi avrà diritto alla detrazione fiscale. Questa la principale notizia in merito al sostegno del governo al rifacimento di terrazzi e giardini.

Introdotto la prima volta all’interno della Legge di Bilancio 2018, il Bonus Verde consiste in una detrazione fiscale del 36%. Tale quota è da calcolare sul costo sostenuto per i lavori e verrà rimborsata nell’arco di 10 anni.

Bonus Verde 2021, come funziona

La percentuale del 36% è da applicare al tetto spesa, pari a 5.000 euro, per un incentivo massimo pari appunto a 1.800 euro per ciascun immobile. Chi ne avrà diritto riceverà il rimborso in 10 rate annuali di pari importo.

Interventi ammessi

Al fine di utilizzare il Bonus Verde 2021, occorre tenere a mente che potranno essere incentivati soltanto i seguenti tipi di lavori:

  • Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • Realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Concorrono alla formazione del tetto spesa, risultando quindi oggetto di bonus, anche le “spese di progettazione e manutenzione se connesse all’esecuzione di questi interventi“.

Sul fronte condomini l’Agenzia delle Entrate ricorda che sono ammissibili gli interventi sulle parti comuni esterne, anche qui con tetto di spesa pari a 5mila euro. In questo caso, sottolinea l’agenzia:

Ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Non risultano ammissibili al Bonus Verde 2021 le spese di manutenzione ordinaria periodica dei giardini, eccezion fatta per quella connessa a interventi che ne modifichino la struttura seguendo i parametri sopracitati. Esclusi dalla detrazione anche i “lavori svolti in economia”.

Bonus Verde 2021, altri requisiti

Altro aspetto da tenere da conto è la modalità di pagamento degli interventi, che dovrà rispettare i criteri di tracciabilità: tra le possibilità quella di procedere al pagamento attraverso carta elettronica o bonifico bancario/postale.

Per quanto riguarda i contribuenti è richiesto che detengano o possiedano l’immobile oggetto dei lavori. Ulteriore requisito sarà quello di aver sostenuto personalmente le spese connesse.

Seguici anche sui canali social