Greenstyle Mobilità Auto Auto Elettriche, Tesla preferisce le batterie all’idrogeno

Auto Elettriche, Tesla preferisce le batterie all’idrogeno

Auto Elettriche, Tesla preferisce le batterie all’idrogeno

Fonte immagine: Nasa via Wikimedia Commons

Sul fronte delle auto elettriche, Elon Musk non ha dubbi: le batterie al litio rappresentano una soluzione migliore rispetto all’idrogeno. È quanto ha suggerito il CEO di Tesla in risposta ad alcune domande sul Tesla Semi, il camion rimorchio che il gruppo potrebbe rendere disponibile fra qualche mese. La produzione pare abbia subito dei rallentamenti proprio per la carenza di celle batteria, che la società ha preferito al momento destinare alle comuni automobili.

Secondo quanto riferito dall’imprenditore di origini sudafricane, il ricorso all’idrogeno non sarebbe ancora sufficientemente maturo, soprattutto per veicoli di dimensioni importanti e con necessità di autonomia molto elevate.

Auto elettriche tra batterie e idrogeno

I dubbi di Musk, così come riferisce UtilityDive, sono stati espressi in relazione alla tecnologia all’idrogeno fuel cell. Qualche settimana fa il leader di Tesla ha confermato alcuni ritardi nella consegna dei Tesla Semi, i primi camion rimorchio del gruppo, poiché l’azienda non dispone ancora di un numero sufficiente di batterie per poterli alimentare. Musk ha infatti preferito conferire priorità alle auto elettriche del gruppo, attendendo la metà del 2021 per i primi esemplari di Semi, quando la fornitura di celle batteria dovrebbe assestarsi su livelli più abbondanti.

Alcuni analisti hanno quindi chiesto perché Tesla non ricorra all’idrogeno per il suo camion, scelta fatta già da altri produttori per i veicoli pesanti sia su strada che su ferrovia. L’imprenditore non ritiene però questa prospettiva “realistica”:

Le persone dicono che, in qualche modo, l’idrogeno diverrà un metodo migliore per l’accumulo di energia nelle auto rispetto alle batterie al litio. E secondo me non sarà proprio così. Non è realistico.

Secondo Musk, mantenere l’idrogeno in forma liquida richiede sfide tecnologiche molto avanzate e, per questa ragione, è ancora più complicato gestirlo all’interno di un sistema fuel cell. Per quanto alcuni produttori si siano già lanciati su questa tecnologia – Toyota e Hino Motors, ad esempio, hanno mostrato lo scorso anno un prototipo sulle strade del Giappone – il CEO di Tesla non la vede pratica ed economica, anche per il consumatore finale.

Non tutti sembrano però pensarla come l’imprenditore di origini sudafricane, anche perché i risultati di vari test scientifici appaiono promettenti. Così spiega un recente rapporto di IDTechEx:

Nonostante qualche problema nell’efficienza dell’idrogeno, le auto elettriche fuel cell rimangono nel dibattito sulla mobilità elettrica, in particolare per il trasporto pesante, dove una maggiore autonomia è necessaria. La percorribilità di questa strada dipende però dalla produzione di idrogeno a basso costo.

Fonte: Utility Dive

Seguici anche sui canali social