Greenstyle Mobilità Auto elettriche, colonnine di ricarica obbligatorie in autostrada

Auto elettriche, colonnine di ricarica obbligatorie in autostrada

Auto elettriche, colonnine di ricarica obbligatorie in autostrada

Fonte immagine: Unsplash

Piccola rivoluzione per le auto elettriche, almeno per i lunghi viaggi in autostrada. Le colonnine di ricarica potrebbero diventare obbligatorie su questi tragitti, affinché si possa garantire ai guidatori una stazione almeno ogni 50 chilometri. È quanto prevede un emendamento alla Legge di Bilancio 2021, al momento in via di approvazione.

Lo Stato punta quindi ancora sulla mobilità elettrica, dopo gli incentivi previsti nel 2020 per l’acquisto di una vettura abilitata a questa tecnologia. Una rete capillare di colonnine è certamente necessaria per spingere l’adozione di queste auto, poiché si riduce la cosiddetta “range anxiety”: la paura di non poter ricaricare il proprio mezzo.

Auto elettriche e colonnine in autostrada

Così come già accennato, un recente emendamento alla Legge di Bilancio 2021 ha proposto l’installazione di colonnine di ricarica in autostrada, dotate di tecnologie di ricarica veloce e distanziate fra di loro non più di 50 chilometri. L’onere d’installazione spetterà ai concessionari autostradali, i quali dovranno rispettare specifiche tempistiche per l’implementazione di queste strutture.

La Legge di Bilancio 2021 non è ancora stata approvata dal Parlamento, di conseguenza al momento l’obbligo non sussiste. Non appena entrerà in vigore, però, i concessionari autostradali avranno a disposizione 180 giorni di tempo per installare le colonnine, anche affidandosi a società terze. Qualora il concessionario stesso non fosse in grado di prevedere autonomamente delle stazioni di ricarica, ha infatti 30 giorni per pubblicare un bando, scegliendo poi la proposta che garantisce la maggiore potenza e la più rapida velocità di carica. Non è però tutto, poiché la Legge di Bilancio prevede anche misure per l’implementazione delle colonnine nei condomini, con bonus fino al 110% delle spese sostenute fino al 30 giugno 2022.

Si tratta di una novità molto importante, poiché gli spostamenti di lunga tratta – come quelli che normalmente si effettuano in autostrada – sono quelli che maggiormente preoccupano i futuri acquirenti di auto elettriche. La possibilità di poter trovare una colonnina ogni 50 chilometri, e la sicurezza di poter approfittare di una ricarica rapida, potrà ridurre l’ansia da autonomia e rendere più immediata la transizione all’elettrico.

Fonte: AlVolante

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle