Greenstyle Mobilità Auto Auto elettriche: benefici cancellati dal boom dei SUV

Auto elettriche: benefici cancellati dal boom dei SUV

Auto elettriche: benefici cancellati dal boom dei SUV

Fonte immagine: Unsplash

I benefici ambientali connessi alle auto elettriche potrebbero essere cancellati dal boom dei SUV a benzina e diesel. È quanto suggerisce il New Scientist, nel vagliare il parere degli esperti dell’International Energy Agency in Francia. Sebbene nel 2020 si sia assistito a una riduzione nella richiesta di combustibili fossili per automobili, la crescita nella vendita di veicoli dalla grande cilindrata e dagli elevati consumi potrebbero inficiare i traguardi raggiunti.

Indipendentemente dall’avvento dall’era delle elettriche, è comunque necessario convincere i consumatori ancora legati alle termiche di puntare su piccole ed efficienti vetture, dai consumi contenuti.

Auto elettriche e SUV: il rapporto

La grande popolarità dei SUV, il cui mercato ha visto una crescita anche in un anno complesso come il 2020, sta rendendo più difficile la riduzione dei consumi di carburanti inquinanti di origine fossile. A oggi, le emissioni zero derivanti dal ricorso a vetture elettriche non è ancora in grado di compensare le emissioni invece generate da queste vetture, per un bilancio purtroppo negativo.

Nel corso dell’ultimo anno, il consumo di carburanti per auto è diminuito di circa il 10%, pari a 1.8 milioni di barili ogni giorno. Si tratta di una conseguenza dovuta alla pandemia da coronavirus, che ha portato a una riduzione degli spostamenti quotidiani per lavoro e ai viaggi di piacere. Secondo le stime rese note da Laura Cozzi e Apostolos Petropoulos dell’International Energy Agency, di questa quantità la riduzione di circa 40.000 barili è legata all’aumento della circolazione di vetture elettriche. Eppure, mentre la richiesta di utilitarie termiche è crollata nel corso dell’anno, la vendita di SUV è cresciuta di tre punti percentuali.

Oggi circolano su strada circa 280 milioni di SUV a livello mondiale, una cifra importante se confrontata ai 50 milioni presenti nel 2020. In media, un SUV a benzina oppure a diesel consuma il 20% in più ogni singolo chilometro rispetto a una utilitaria oppure a una city-car. Tra il 2010 e lo scorso anno, le emissioni globali dovute a veicoli classi sono scesi di circa 350 megatonnellate di CO2, mentre quelle da SUV sono cresciute di 500. Così commenta Petropoulos:

I politici devono trovare modi per convincere i consumatori a scegliere auto più piccole ed efficienti.

Fortunatamente, anche il settore della mobilità elettrica si sta orientando verso la produzione di SUV maggiormente amici dell’ambiente, per fornire ai consumatori un design e uno stile di guida amato, tuttavia a emissioni zero.

Fonte: New Scientist

Seguici anche sui canali social