Greenstyle Benessere Bellezza Acqua di riso per capelli e non solo: tutti i benefici

Acqua di riso per capelli e non solo: tutti i benefici

Acqua di riso per capelli e non solo: tutti i benefici

Fonte immagine: Pixabay

L’acqua di riso per rendere i capelli forti, lunghi, lucenti e senza neanche un filo grigio, è un rimedio naturale che conoscevano già le nonne. Se fai parte di quel gruppo di persone che non ha più voglia di spendere denaro per metodi tanto “miracolosi” quanto deludenti, questa soluzione fa al caso tuo ed è anche molto semplice da seguire. Il segreto per avere capelli forti e curati potrebbe trovarsi proprio nella tua dispensa e potrebbe essere incredibilmente economico ed efficace.

Noto sin dai tempi più antichi, il risciacquo con acqua di riso è stato rispolverato negli ultimi anni, ed ha conquistato il cuore e la chioma di moltissime persone.

Il perché è chiaro: questo rimedio è incredibilmente versatile, oltre che efficace. Mentre prepari un buon riso, potresti creare il tuo rimedio di bellezza preferito. Inoltre, l’acqua di riso non migliora solo la bellezza dei capelli, ma è utile anche per la cura della pelle.

Sei curiosa di scoprire come usare questo rimedio naturale? Diamo un’occhiata ai diversi modi per preparare l’acqua di riso e ai tanti utilizzi per la cura di pelle e capelli.

Cos’è l’acqua di riso?

Già il solo nome di questo rimedio di bellezza racchiude in sé la lista degli ingredienti che lo compongono: l’acqua di riso non è altro che un liquido ottenuto dall’ammollo o dalla fermentazione del riso.

Si tratta, per l’esattezza, di un liquido amidaceo ben noto soprattutto in Cina, in Giappone e in generale nel Sud-est asiatico, dove l’utilizzo di questo prodotto affonda le radici in un passato molto lontano.

L’acqua di riso contiene le stesse vitamine e minerali che possiamo trovare nel riso da cui ha origine. Fra le sostanze degne di nota spiccano soprattutto gli aminoacidi, le vitamine del gruppo B, la vitamina E, i minerali e le sostanze antiossidanti.

Una tradizione di bellezza

Fonte: Pixabay

Si narra che le dame di corte giapponesi del periodo Heian (dal 794 al 1185 d.C.) avessero dei capelli lunghi fino al pavimento e che la chioma venisse curata proprio con un risciacquo di acqua di riso, in modo da mantenerla forte e sana, senza alterarne il colore.

Spostandoci in Cina, scopriamo invece che questo rimedio fa parte della tradizione di un piccolo villaggio di nome Huangluo, che si è guadagnato un posto nel Guinness dei primati come il “villaggio dai capelli più lunghi del mondo” o “il Paese dei capelli lunghi”. Qui, le donne Yao hanno capelli lunghi anche diversi metri, che affermano di curare con l’acqua di riso.

Pare che questo rimedio garantisca anche un colore naturale alle donne Yao, le quali quindi non devono fare i conti con i capelli bianchi prima degli 80 anni di età.

Acqua di riso capelli: benefici

Che benefici ha l’acqua di riso per i capelli? Abbiamo visto che questo elisir di bellezza sembra  essere efficace nel far crescere i capelli più forti e sani, e che sia anche in grado di preservarne il colore naturale. Secondo i sostenitori dell’utilizzo dell’acqua di riso per i capelli, il rimedio sarebbe in grado di:

  • Rendere i capelli più pettinabili, disciplinati e straordinariamente morbidi
  • Rendere i capelli più lisci: questo si rivela un grande vantaggio per chi vuole ridurre l’uso della piastra per diminuire i consumi sulla bolletta della luce e per proteggere i capelli
  • Rinforzare la chioma e renderla più lucente e setosa
  • Favorire la crescita dei capelli: ebbene si, secondo chi l’ha provata, l’acqua di riso fa crescere i capelli

Benefici anche per la pelle

Non è però solo la chioma a ottenere dei benefici dal trattamento con l’acqua di riso. Anche la pelle può trarne numerosi vantaggi. Ad esempio, pare che si tratti di un ottimo rimedio per chi soffre di dermatite o di eczema, come l’amido di riso. Tuttavia, prima di optare per tale trattamento, chiedi un parere al dermatologo.

L’acqua ricavata dal riso può anche essere impiegata come rimedio contro l’acne, per via delle sue proprietà astringenti, o per lenire il dolore e il fastidio causati dalle scottature. Potresti usare l’acqua di riso come tonico viso o persino come struccante naturale, evitando così di acquistare prodotti potenzialmente aggressivi per la pelle.

Cosa dice la scienza?

Quelli che abbiamo elencato solo i presunti effetti benefici dell’acqua di riso per pelle e capelli. Ma esattamente cosa ne pensa la scienza? Ha davvero senso versare acqua di riso per far crescere i capelli o per renderli più forti?

Le ricerche in proposito non sono moltissime e alcune offrono risultati che lasciano spazio a dubbi. Tuttavia, molti esperti convengono nel dire che l’acqua di riso potrebbe effettivamente rendere più districabili i capelli e aumentare l’elasticità del fusto.

Un punto a favore di questo rimedio sta nella presenza dell’inositolo, un antiossidante che avrebbe la capacità di ringiovanire la chioma e di riparare dall’interno i capelli sfibrati e danneggiati.

Insomma, ad oggi non abbiamo ancora trovato una chiara conferma in merito ai benefici dell’acqua di riso per la cura dei capelli, tuttavia possiamo affermare che questi siano davvero numerosi. Inoltre, non si tratta di un prodotto potenzialmente dannoso per la salute, per cui vale la pena tentare di sciacquare i capelli con l’acqua di riso per vedere che effetti ha, non sei d’accordo?

Come si prepara l’acqua di riso?

Acqua di riso capelli
Fonte: Pixabay

In realtà non esiste un unico modo per preparare l’acqua di riso, ma ve ne sono ben tre. Potresti infatti preparare l’acqua di riso con il metodo della fermentazione, o potresti semplicemente far bollire del riso o optare per il metodo dell’ammollo.

Vediamo più nel dettaglio le tre tipologie di preparazione.

Il metodo dell’ammollo

Il primo metodo è facilissimo. Ti basterà sciacquare accuratamente il riso in modo da eliminare tutte le impurità. Quindi, versa il riso in una ciotola con abbondante acqua (mezza tazza di riso per 3 tazze di acqua andranno benissimo). Lascia in ammollo per 30 minuti, quindi filtra l’acqua e versala in un contenitore pulito. Ecco pronta la tua acqua di riso.

Acqua di riso fermentata

C’è chi ritiene che sia l’acqua di riso fermentata il vero elisir di bellezza per i capelli. Pare infatti che questa modalità di preparazione offra i maggiori benefici. La preparazione è simile a quella dell’ammollo, ma richiede un passaggio in più.

Dopo aver messo in ammollo il riso, lascia riposare per 30 minuti, scola e conserva l’acqua in un contenitore pulito per 12/24 ore, non di più.

Come fermare la fermentazione dell’acqua di riso?

Per bloccare la fermentazione, fai bollire l’acqua. Lascia raffreddare ed ecco pronto il tuo rimedio di bellezza naturale.

Acqua di riso bollita

Il terzo metodo è il più multitasking di tutti. Ti basterà infatti far bollire il riso (sempre dopo averlo sciacquato per eliminare le impurità). Quindi, filtra l’acqua e versala in una ciotola pulita. Nel frattempo, condisci il riso come più ti piace e avrai il pranzo pronto.

Acqua di riso capelli: come si usa?

Fonte: Pixabay

Uno degli aspetti più apprezzati di questo rimedio naturale è che è facilissimo da usare. La sola cosa complicata da fare sarà ricordare di portare la tua acqua di riso sotto la doccia quando lavi i capelli. Ma come usare questo ingrediente? Bisognerà fare un impacco sui capelli con acqua di riso, o in alternativa potrai versare il liquido direttamente sulla chioma e risciacquare. Vediamo più da vicino come usare l’acqua di riso sui capelli.

Lavare i capelli con acqua di riso

Per prima cosa, bisognerà procedere con il normale lavaggio. Usa shampoo e balsamo normalmente, quindi strizza leggermente le lunghezze e versa l’acqua di riso sui capelli. L’ideale sarebbe una posa di 20 minuti, ma se hai fretta anche 5 minuti basteranno per nutrire i capelli e renderli più forti. Dopo la fase di attesa (è quella più noiosa, lo sappiamo bene), risciacqua i capelli con abbondante acqua pulita e procedi con la normale asciugatura.

Quante volte usare l’acqua di riso?

Puoi usare questo rimedio naturale ogni volta che lo desideri. In linea di massima, l’ideale sarebbe un impacco da applicare due o tre volte a settimana, quando lavi i capelli.

Controindicazioni

Non esistono particolari controindicazioni per l’utilizzo di questo rimedio. Questo perché nell’acqua estratta dal riso non vi sono sostanze dannose per la salute. Del resto, proprio il riso è uno degli alimenti più diffusi e apprezzati al mondo per via delle proprietà benefiche che lo contraddistinguono.

Tuttavia, se sei alle prese con un’infiammazione del cuoio capelluto, con una dermatite o con altre condizioni che interessano pelle o capelli, evita di optare per questo rimedio naturale senza prima aver chiesto un parere al medico o al dermatologo.

Seguici anche sui canali social