Greenstyle Benessere Salute Acido lipoico: a cosa serve e controindicazioni

Acido lipoico: a cosa serve e controindicazioni

Acido lipoico: a cosa serve e controindicazioni

Fonte immagine: Pixabay

Nel vasto mondo della salute e del benessere, l’acido lipoico rappresenta una delle “scoperte” che suscita maggiore interesse. Con questo nome si indica un antiossidante che inizialmente venne classificato come vitamina. Ma in realtà non può essere annoverato a pieno titolo nell’ampio gruppo delle vitamine che ben conosciamo.

Il nostro corpo è infatti in grado di produrre autonomamente questa molecola, sebbene i livelli presenti nell’organismo possano variare in base ad alcuni fattori, come ad esempio lo stile di vita di un individuo.

Questa particolare molecola è nota anche con il nome di acido alfa-lipoico (ALA), acido tiottico o anche acido ditiottanoico ed è particolarmente interessante per via degli effetti che esercita sul nostro corpo, in primis quelli antiossidanti.

Il composto trova largo impiego in numerosi ambiti, a cominciare dal trattamento del diabete di tipo 2 fino alla prevenzione delle malattie causate dall’azione dei radicali liberi. Una delle caratteristiche che rendono interessante ALA è che questa molecola può essere considerata sia idrosolubile che liposolubile, per cui può agire in qualunque tipo di cellula del nostro corpo.

Acido alfa lipoico: a cosa serve?

Fonte: Pixabay

Ma a conti fatti, a cosa serve l’acido lipoico? E quando bisogna assumerlo?

Come vedremo, la lista delle proprietà attribuite a questo composto è sorprendente. Non a caso, questa molecola è presente in numerosi integratori alimentari. Ma vediamo più da vicino quali sono i possibili benefici dell’acido lipoico per la nostra salute.

Utile per chi ha il diabete

Diversi studi hanno evidenziato il potere benefico di questo composto antiossidante nei soggetti con diabete di tipo 2.

In particolar modo, il composto è in grado di ridurre i livelli di zuccheri nel sangue e migliorare la salute dei pazienti con diabete, una condizione che colpisce centinaia di milioni di persone nel mondo, e che – se non adeguatamente trattata – può provocare seri danni.

Acido lipoico e nervi

Sempre in tema di trattamento del diabete, si è osservato che l’acido tiottico può alleviare i sintomi dei danni ai nervi nei soggetti affetti dalla malattia, riducendo anche il rischio di sviluppare la retinopatia diabetica.

In generale, diverse ricerche hanno dimostrato l’efficacia di ALA nel miglioramento della funzione nervosa.

Un potente antiossidante

Uno dei principali effetti benefici riconosciuti al composto ALA riguarda proprio le spiccate proprietà antiossidanti.

Combattendo la formazione dei radicali liberi, può infatti tenere alla larga lo sviluppo di malattie degenerative o cardiovascolari. Un corretto apporto di acido lipoico attraverso la dieta può anche ridurre l’invecchiamento della pelle e – come vedremo – attenuare i livelli di infiammazione del corpo.

Azione chelante

Il composto ALA può aiutare anche a eliminare i metalli pesanti? Sembra proprio sia così.

Si ritiene infatti che questa sostanza sia in grado di legarsi ai metalli tossici, come cadmio e piombo e favorire la purificazione dell’organismo.

Acido alfa-lipoico e perdita di peso

È utile assumere un integratore di acido lipoico per dimagrire? La scienza sta ancora cercando di rispondere in modo chiaro a questa domanda. Si è però evidenziato un lieve effetto bruciagrassi nei soggetti in sovrappeso.

Tuttavia, rimangono necessarie ulteriori ricerche prima di poter confermare un simile effetto dimagrante.

Un alleato per il tuo cuore

L’acido lipoico può esercitare anche un effetto cardioprotettivo, grazie alla sua funzione antiossidante. Ciò si traduce in un minor rischio di andare incontro a malattie cardiovascolari.

Utile per chi fa sport?

Anche in questo caso, la grande fama dell’acido alfa-lipoico deve fare i conti con una ricerca considerata ancora poco esaustiva. Si ritiene, tuttavia, che integratori contenenti questo antiossidante possano migliorare il recupero e lo sviluppo della massa muscolare, ottimizzando così le performance atletiche.

I benefici dell’acido lipoico per il viso

L’acido alfa-lipoico fa bene anche alla pelle; secondo diverse ricerche, infatti, l’applicazione di creme contenenti questo composto potrebbe aiutare ad attenuare in modo efficace le piccole rughe del viso, esercitando una sorta di effetto anti-age.

Acido alfa lipoico e tumori

Abbiamo già parlato degli effetti antinfiammatori di questo composto: l’acido alfa-lipoico è in grado di ridurre i marcatori dell’infiammazione nel nostro corpo. Ricordiamo che l’infiammazione cronica è collegata allo sviluppo di numerose malattie, a cominciare dai tumori.

Grazie alla sua azione antinfiammatoria, questa sostanza è dunque in grado di ridurre anche il rischio di cancro.

Quali cibi contengono l’acido alfa lipoico?

Fonte: Pixabay

Sappiamo già che il nostro corpo è in grado di produrre acido alfa-lipoico in modo naturale, tuttavia, puoi farne una ricca scorta anche attraverso l’alimentazione o – se necessario – assumendo degli appositi integratori alimentari.

Tieni a mente che i livelli di acido lipoico tendono a ridursi con l’avanzare dell’età, per cui è sempre saggio assumere dei cibi che ne contengano in buone quantità.

In particolare, fra gli alimenti da portare in tavola rientrano:

  • Spinaci
  • Broccoli
  • Carne rossa
  • Frattaglie di organi come fegato, cuore, reni
  • Lievito
  • Patate
  • Pomodori
  • Crusca di riso
  • Cavoletti di Bruxelles
  • Piselli.

Integratori

acido lipoico
Fonte: Pixabay

Sebbene sia presente in numerosi alimenti, talvolta, come abbiamo visto, può rendersi necessaria un’integrazione di acido lipoico. In casi del genere, è possibile fare ricorso a un integratore alimentare, il cui impiego dovrebbe essere indicato dal proprio medico curante.

Puoi acquistare integratori di acido alfa-lipoico in farmacia o nei negozi on line. Il dosaggio ottimale sarà indicato sulla confezione del prodotto. In generale, sarebbe meglio non superare i 300-600 mg al giorno, a meno che il medico non consigli diversamente.

Acido lipoico: controindicazioni

Dopo aver scoperto come agisce l’acido alfa lipoico e quali benefici può offrire alla nostra salute, sarà importante esaminarne i possibili effetti collaterali e le controindicazioni da tenere in considerazione. Se assunto nelle dosi consigliate e per periodi di tempo ragionevoli, l’integratore non dovrebbe causare alcun tipo di rischio per la salute, fatta eccezione per coloro che manifestano un’ipersensibilità al principio attivo.

L’utilizzo di questo e di altri integratori è sconsigliato durante la gravidanza e durante l’allattamento. Inoltre, sarà bene evitarne l’utilizzo, specialmente senza aver prima chiesto un parere al proprio medico, da parte di coloro che assumono farmaci ipoglicemizzanti. Ricordiamo infatti che l’acido lipoico può provocare la riduzione dei livelli di zuccheri nel sangue.

Non a caso, i principali effetti indesiderati legati all’utilizzo di questo prodotto sono connessi a episodi di ipoglicemia, con sintomi come vertigini, nausea e vomito.

In tutti i casi, se soffri di una patologia di base o se stai assumendo dei farmaci di qualsiasi tipo, prima di utilizzare degli integratori sarà saggio chiedere un parere al proprio medico curante.

Le informazioni riportate su GreenStyle sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social