Greenstyle Benessere Bellezza A cosa serve l’acido azelaico e come usarlo su pelle e capelli

A cosa serve l’acido azelaico e come usarlo su pelle e capelli

L'acido azelaico è un rimedio naturale contro l'acne, ma non solo. Questo acido naturale riduce i segni dell'invecchiamento e fa bene anche ai capelli.

A cosa serve l’acido azelaico e come usarlo su pelle e capelli

Fonte immagine: Pixabay

L’acido azelaico è un acido naturale probabilmente meno celebre rispetto ai suoi illustri colleghi, come l’acido glicolico o l’acido citrico, ma vanta proprietà altrettanto sorprendenti. Si tratta infatti di un potente rimedio antiacne, un prodotto indicato per chi ha una pelle tendenzialmente grassa e soffre spesso di brufoli e punti neri.

Non a caso, solitamente questo particolare acido viene inserito nella formulazione di prodotti, come creme, unguenti e sieri, impiegati per ridurre gli inestetismi cutanei e mantenere la pelle pulita e in salute. Ma da cosa deriva, e quali sono le proprietà dell’acido azelaico?

Le origini di questa sostanza forse non sono molto note, ma i tanti effetti benefici che può offrire per pelle e capelli sono assolutamente da conoscere.

L’origine dell’acido azelaico

Dove si trova l’acido azelaico in natura? Sebbene il nome di questa sostanza ricordi quello di una famosa pianta, l’Azalea, in realtà non esiste alcun collegamento fra le due cose.

L’acido azelaico deriva infatti da un lievito molto comune, cioè il Malassezia furfur o Pityrosporum ovale, che si trova normalmente sulla pelle di ognuno di noi. In più, l’acido è presente anche in alcuni alimenti, come orzo, segale e frumento.

Quello che applichiamo su pelle e brufoli, è un acido sintetizzato in laboratorio, in modo da garantirne la massima efficacia, stabilità e sicurezza.

Chimicamente parlando, si tratta di un acido dicarbossilico saturo, una sostanza che ha da tempo attirato l’attenzione di medici e dermatologi, per via della sua capacità di migliorare la salute della pelle e combattere acne e infiammazioni cutanee.

Acido azelaico: proprietà

E allora, a cosa serve l’acido azelaico? Sappiamo già che questo ingrediente fa parte di numerosi rimedi anti acne. In commercio puoi infatti trovare creme con acido azelaico in grado di neutralizzare i batteri responsabili di questo comune problema cutaneo.

Questo elemento vanta un’interessante quanto efficace azione battericida, è quindi in grado di contrastare i microrganismi che colonizzano gli strati più superficiali della pelle causando punti neri e brufoli.

Grazie all’acido azelaico, i pori della pelle appariranno puliti e purificati e, applicazione dopo applicazione, potrai ottenere una pelle più liscia e levigata.

In più, questo acido naturale agisce combattendo le infiammazioni della pelle, possiede proprietà depigmentanti e antiossidanti, è quindi in grado di contrastare la dannosa azione dei radicali liberi, tenendo alla larga i primi segni dell’invecchiamento cutaneo.

Acido azelaico: quando si usa?

In poche parole, puoi decidere di applicare prodotti con acido azelaico sul viso per:

  • Inibire e contrastare la crescita dei batteri responsabili di acne e brufoli
  • Migliorare l’aspetto e la texture della pelle, rendendola più liscia e morbida
  • Ridurre le macchie della pelle, specialmente quelle causate dall’acne o le classiche macchie solari
  • Tenere alla larga i segni dell’invecchiamento e rendere la pelle più elastica, grazie alla sua naturale azione anti-age
  • Trattare infiammazioni cutanee e rosacea, riducendo arrossamento e gonfiore della pelle
  • Favorire la guarigione delle antiestetiche cicatrici causate dall’acne

Acido azelaico e capelli

Oltre ai benefici per la pelle che abbiamo appena menzionato, l’acido azelaico si rivela utile anche per contrastare la perdita dei capelli e favorirne la crescita.

Acido azelaico: come usarlo?

acido azelaico
Fonte: Pixabay

I prodotti con acido azelaico disponibili in commercio si presentano solitamente sotto forma di creme, lozioni, sieri e schiume ad applicazione topica. Puoi trovare questa sostanza nella formulazione di prodotti cosmetici, che nell’INCI viene indicata come azelaic acid, o anche all’interno di farmaci.

Nel secondo caso, il medicinale dovrà essere prescritto dal medico o dal dermatologo, in base al problema da trattare.

In tutti i casi, se hai un problema di acne, rosacea o altri disturbi cutanei, sarà opportuno consultare il dermatologo in modo da scegliere il trattamento più adatto alle tue necessità.

Solitamente, cosmetici o creme con acido azelaico devono essere applicati su una pelle ben pulita. Prima dell’utilizzo, quindi, lava l’area da trattare usando acqua e un prodotto detergente. Quindi, sciacqua e asciuga la pelle, applica uno strato sottile di prodotto sulla zona interessata.

Attieniti alle indicazioni fornite dal dermatologo o alle istruzioni riportate sull’etichetta. Evita di utilizzare una quantità eccessiva di crema o siero, in quanto un uso scorretto potrebbe irritare la pelle. Evita inoltre di far entrare in contatto il prodotto con occhi o mucose. In tal caso, risciacqua immediatamente la parte con abbondante acqua.

Come abbinare l’acido azelaico?

Abbinare due o più ingredienti per la skincare potrebbe aiutarci a prenderci cura del nostro viso in modo ancor più efficace. Non a caso, spesso le creme e i prodotti cosmetici contengono un mix di ingredienti che lavorano in sinergia fra loro, per offrirci il miglior risultato.

Ma cosa possiamo usare insieme all’acido azelaico?

A questo acido naturale è possibile abbinare le vitamine A, C ed E, e sostanze di origine vegetale, come l’acido salicilico, insieme al quale formano una combo perfetta per combattere con ancor più efficacia i problemi di acne e pelle grassa. Per non irritare la pelle, sarà però meglio utilizzare i due prodotti a giorni alterni.

Per ridurre le piccole imperfezioni della pelle, puoi inoltre abbinare acido azelaico e acido ialuronico.

Naturalmente, se stai utilizzando un prodotto o un farmaco prescritto dal dermatologo, prima di aggiungere altri rimedi alla tua beauty routine ti consigliamo di chiedere un parere allo specialista.

Controindicazioni ed effetti indesiderati

Fonte: Pixabay

Questo acido naturale è solitamente ben tollerato dalla maggior parte delle persone, anche da quelle con una pelle particolarmente sensibile. Tuttavia, in caso di elevata sensibilità cutanea si potrebbe avvertire un leggero pizzicore, specialmente durante i primi giorni di trattamento.

Come molti altri prodotti, inoltre, anche l’acido azelaico può causare delle reazioni allergiche. Informa il tuo dermatologo se in precedenza hai manifestato allergia a cosmetici o ad alcuni ingredienti in particolare.

Se in seguito all’applicazione del prodotto dovessi notare sintomi come eruzione cutanea, difficoltà respiratorie o gonfiore, contatta immediatamente il soccorso medico.

Inoltre, sebbene non si tratti di un acido fotosensibilizzante, come è invece l’acido glicolico, è sempre meglio abbinare una buona crema con filtro solare quando utilizzi questo rimedio.

Effetti indesiderati

Seppur molto di rado, in alcuni casi questo acido naturale può comportare delle reazioni indesiderate. Fra queste rientrano soprattutto:

  • Un leggero bruciore della pelle
  • Pizzicore
  • Secchezza cutanea
  • Sensazione di calore sulla pelle.

In tal caso, specialmente se i sintomi non tendono a sparire nell’arco di poco tempo, ti consigliamo di informare il tuo medico o il dermatologo, di sospendere temporaneamente il trattamento, in modo da capire se e come usare il prodotto senza incorrere in fastidiosi effetti indesiderati.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social